Le donne che bevono due o tre tazze di caffè al giorno hanno dimostrato di avere un totale di grasso corporeo e addominale inferiore rispetto a quelle che ne bevono meno, secondo un nuovo studio pubblicato sul Journal of Nutrition oggi.

I ricercatori hanno esaminato i dati del National Health and Nutrition Examination Survey, organizzato dal Center for Disease Control (CDC) negli Stati Uniti ed esaminato la relazione tra tazze di caffè bevute al giorno, e sia la percentuale di grasso corporeo totale sia il tronco addominale o il tronco grasso (adiposità).

Hanno scoperto che le donne di età compresa tra 20 e 44 anni che bevevano due o tre tazze di caffè al giorno avevano i livelli più bassi di adiposità, il 3,4% in meno rispetto alle persone che non consumavano caffè. Tra le donne di età compresa tra 45 e 69 anni, coloro che hanno bevuto quattro o più tazze hanno avuto una percentuale di adiposità inferiore del 4,1%.

Complessivamente, la percentuale media di grasso corporeo totale è inferiore del 2,8% tra le donne di tutte le età che hanno bevuto due o tre tazze di caffè al giorno.

I risultati erano coerenti se il caffè consumato fosse caffeinato o decaffeinato e tra i fumatori / non fumatori e coloro che soffrivano di malattie croniche rispetto a quelli in buona salute.

Negli uomini, la relazione era meno significativa, sebbene gli uomini di età compresa tra 20 e 44 anni che bevevano due o tre tazze al giorno presentassero l’1,3% in meno di grassi totali e l’1,8% in meno di grassi del tronco rispetto a quelli che non consumavano caffè.

Circa 7 milioni di tonnellate di caffè vengono consumate in tutto il mondo ogni anno.

Lee Smith, Reader in Public Health presso Anglia Ruskin University e autore senior dello studio, ha dichiarato: “La nostra ricerca suggerisce che nel caffè potrebbero esserci composti bioattivi diversi dalla caffeina che regolano il peso e che potrebbero essere potenzialmente utilizzati come composti anti-obesità.

“Potrebbe essere che il caffè, o i suoi ingredienti efficaci, possano essere integrati in una strategia di dieta sana per ridurre il carico di condizioni croniche legate all’epidemia di obesità.

“È importante interpretare i risultati di questo studio alla luce dei suoi limiti: lo studio era in un momento specifico, quindi non è possibile stabilire le tendenze. Tuttavia, non crediamo che il peso di qualcuno possa influenzare il loro consumo di caffè. “