pexels-photo-226615
Photo by icon0.com on Pexels.com

Elaborazione dei cereali integrali e controllo glicemico nel diabete di tipo 2: una prova incrociata randomizzata

I diabetologi americani hanno analizzato gli effetti della lavorazione dei cereali integrali, in particolare della macinazione, sul controllo glicemico negli adulti viventi con diabete di tipo 2.

I partecipanti a questo studio crossover sono stati randomizzati a due interventi di 2 settimane, separati da una di intervallo. È stato consigliato loro di sostituire gli alimenti a base di cereali che normalmente consumavano con alimenti di intervento. I cibi di intervento erano prodotti integrali di grano, avena e riso integrale corrispondenti ai nutrienti, che differivano per il loro grado di lavorazione. Nessun altro consiglio sullo stile di vita è stato dato. Sono stati indossati sistemi di monitoraggio continuo del glucosio. Altri fattori di rischio cardiometabolico e alchilresorcinoli (un biomarcatore di assunzione di cereali integrali) sono stati misurati prima e dopo l’intervento.

Trentuno adulti con diabete di tipo 2 (63 ± 13 anni, BMI 32,4 ± 7 kg / m 2 , HbA1c 7,5 ± 3,4% [59 ± 14 mmol / mol]) ha iniziato la sperimentazione; 28 (90%) hanno completato entrambi gli interventi. L’aumento degli alchilresorcinoli non differiva tra gli interventi e non vi era alcuna differenza nel consumo di energia riportato. Le risposte postprandiali sono state inferiori del 9% (IC 95–15–15) dopo la colazione e del 6% (1-10) dopo tutti i pasti di cereali integrali meno lavorati rispetto ai cereali macinati finemente. Anche la variabilità glicemica di un giorno è ridotta quando misurata da 24 h SD (da -0,16 mmol / L [IC 95% da -0,25 a -0,06]) e dall’ampiezza media dell’escursione glicemica (da -0,36 [IC al 95% da -0,65 a -0,08] ). La variazione media del peso corporeo differiva di 0,81 kg (IC 95% 0,62-1,05) tra gli interventi, aumentando durante l’intervento con il cereale macinato finemente e diminuendo durante l’intervento a grano intero meno elaborato. Questo non era un fattore di mediazione per le variabili glicemiche considerate.

Il consumo di alimenti a grano intero meno trasformati per 2 settimane ha migliorato le misure di glicemia negli adulti con diabete di tipo 2 rispetto a una quantità equivalente di alimenti a grano intero macinati finemente. I consigli dietetici dovrebbero promuovere il consumo di cereali integrali minimamente trasformati.

Pubblicato in Diabetes Care il 18 maggio 2020.