dieta-istruzione-e1589979289101

Il livello di istruzione sembra avere un’influenza positiva su una dieta sana, in particolare nei paesi a basso reddito, secondo una nuova ricerca che esamina i dati nutrizionali europei.

Utilizzando dati nazionali di 27.334 persone provenienti da 12 Paesi europei, i ricercatori dell’Università di Leeds, in collaborazione con l’Ufficio regionale dell’Organizzazione mondiale della sanità per l’Europa (OMS Europa), hanno esaminato le interazioni tra stato socioeconomico, istruzione e dieta.

Il loro studio, pubblicato su PLOS ONE, mostra per la prima volta che un livello di istruzione superiore sembra avere un effetto attenuante sulla dieta più povera nei Paesi europei a basso reddito. Con l’aumentare del livello di istruzione individuale, aumenta anche l’apporto nutrizionale nell’ambito di una dieta sana, in particolare ferro e folati totali.

I risultati evidenziano la necessità di politiche forti che supportino una buona alimentazione, dando la priorità ai gruppi di istruzione inferiore. La cattiva alimentazione e la malnutrizione legate a malattie non trasmissibili, quali obesità, ipertensione e malattie cardiovascolari, presentano gravi problemi di salute in Europa. Nel 2018, il 59% degli adulti nella regione europea dell’OMS era sovrappeso o obeso e le malattie non trasmissibili sono la principale causa di morte, malattia e disabilità nella regione.

L’Organizzazione mondiale della sanità incoraggia i Paesi a condurre sondaggi dietetici nazionali per raccogliere dati per informare le politiche di salute pubblica per prevenire tali malattie.

Questo lavoro è il primo che combina i dati delle indagini dietetiche nazionali degli Stati membri europei dell’OMS che coprono tutte le regioni d’Europa. Fornisce il più ampio set di dati rappresentativi delle indagini dietetiche in tutta l’OMS in Europa, fornendo un’importante fonte di prove su cui basare la politica.

Lo studio

L’autore principale Holly Rippin ha iniziato questa ricerca mentre era un ricercatore laureato presso la School of Food and Nutrition Sciences di Leeds e ora un consulente dell’OMS. Lo studio “mostra che il reddito e la qualità nazionale sembrano essere collegati alla dieta e l’educazione potrebbe proteggere da alcuni degli effetti negativi a lungo termine di una cattiva alimentazione sulla salute della popolazione“.

Le strategie a sostegno dell’istruzione nei gruppi di istruzione inferiore e nei Paesi a basso reddito potrebbero essere efficaci nel migliorare la nutrizione, in particolare nei gruppi svantaggiati“, aggiunge.

Da parte sua, la coautrice Janet Cade, professoressa di epidemiologia nutrizionale e salute pubblica a Leeds, sottolinea il “grande sforzo di collaborazione tra 12 Paesi europei. Speriamo che i responsabili politici di tutta Europa utilizzino queste informazioni per informare le loro politiche nutrizionali nel futuro e dare la priorità a questi gruppi vulnerabili“. 

Related Posts
Orticolario 2022: svelata l’essenza della dodicesima edizione
Orticolario è l'evento culturale e artistico dedicato a chi concepisce la natura come stile di vita, che dopo due anni torna in presenza dal 29 settembre al 2 ottobre 2022, ...
READ MORE
Mario Persico nel saggio del tenore Luca Lupoli
Napoli, 23 maggio 2022 - È in dirittura di  arrivo un saggio sul musicista napoletano Mario Persico de " La Locandiera " di Goldoni, a cura del dal tenore partenopeo Luca Lupoli e metterà in luce la figura ...
READ MORE
Alla Biennale d’Arte 2022 il Padiglione del Guatemala, con un mega dipinto
Roma, 13 aprile 2022 - In linea con il tema della 59a Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale d'Arte di Venezia, che porta il titolo “Il latte dei sogni”, il Padiglione Nazionale del Guatemala giovedì ...
READ MORE
PoRtOgAlLo: Sì: Camere, suite e ville con piscina New Valley a Six Senses Douro Valley, dove gli amici e la famiglia sono al centro della scena
LAMEGO, Portogallo – 19 maggio 2022 – Per molti decenni, quando si pensava di trascorrere del tempo rilassato con la famiglia o gli amici, la domanda era: "dove troviamo un resort ...
READ MORE
Pier Paolo Pasolini. Sotto gli occhi del mondo
Villa Manin di Passariano - Centro Studi Pier Paolo Pasolini, dal 24 settembre 2022 all'8 gennaio 2023 Una mostra organizzata e promossa da: Servizio catalogazione, promozione, valorizzazione e sviluppo del territorio ...
READ MORE
Lo sapevi che Losanna è stata eletta ‘Destinazione Culturale Emergente’ 2021/2022?
L’importante riconoscimento, considerato ‘Oscar della cultura’, assegnato dai LCD Berlino Losanna ha ricevuto il premio di ‘Destinazione Culturale Emergente’ ai Leading Culture Destinations (LCD) Berlin Awards 2021/2022. Nominata insieme a Nantes ...
READ MORE
100 curiosità incredibili. Il libro
Fatti sorprendenti di cultura generale da scoprire per ragazzi e ragazze in gamba. Il regalo ideale con 100 curiosità sorprendenti per bambini, ragazzi e adulti per apprendere, scoprire e mettersi alla ...
READ MORE
NEW PLAYGIRL - MAY 2022
Puntando i riflettori sul modello "L'uomo del mese", con nuovi set di foto e interviste LOS ANGELES , 26 maggio 2022 /PRNewswire/ -- PLAYGIRL, pioniere dell'intrattenimento erotico per donne nel 1973, ha lanciato un ...
READ MORE
Sede Valentino a Roma, Italia
Valentino , di proprietà del Qatar,  sta entrando per la prima volta in India con due negozi nell'ambito di un accordo di distribuzione a lungo termine con Reliance Brands Limited . Entro la fine dell'estate ...
READ MORE
“La Luce del Nero” in mostra alla Fondazione Burri a Città di Castello
“La Luce del Nero” è il titolo della grande mostra che si potrà ammirare a Città di Castello agli Ex Seccatoi del Tabacco, sede espositiva della Fondazione Burri insieme a ...
READ MORE
Orticolario 2022: svelata l’essenza della dodicesima edizione
Mario Persico nel saggio del tenore Luca Lupoli
Alla Biennale d’Arte 2022 il Padiglione del Guatemala,
PoRtOgAlLo: Sì: Camere, suite e ville con piscina
Pier Paolo Pasolini. Sotto gli occhi del mondo
Lo sapevi che Losanna è stata eletta ‘Destinazione
100 curiosità incredibili. Il libro
Playgirl ne fa 50 e lancia il nuovo
Valentino entra nel mercato indiano con due nuovi
“La Luce del Nero” in mostra alla Fondazione