Risotto agli asparagi
 
Tempo prep.
Tempo cottura
Tempo tot
 
Un risotto con gli asparagi da leccarsi i baffi. Una ricetta facile e veloce che utilizza anche le parti dell’ortaggio che spesso vengono (erroneamente) buttate via. Essere sostenibili in cucina significa sia utilizzare prodotti di stagione che mettere in pentola ciò che è comunemente considerato uno scarto. A insegnarci come fare il risotto agli asparagi, ci pensa Franco Aliberti, chef da sempre votato a portare in tavola piatti buoni, belli e con un occhio di riguardo per la sostenibilità.
Autore:
Tipo ricetta: Primi asciutti
Cucina: Italiana
Porzioni: 4
Ingredienti
  • 500 grammi di asparagi
  • 350 grammi di riso Carnaroli
  • 150 grammi di stracchino o crescenza
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.
  • Olio EVO q.b.
  • Aceto bianco q.b.
Istruzioni
  1. agliamo in tre parti il mazzo di asparagi in modo da dividere la parte più legnosa dalla parte centrale, e dalle punte. Immergiamo la parte più legnosa in acqua acqua fredda e lasciamo sobbollire : sarà il nostro brodo.
  2. Cuociamo in acqua bollente salata la parte centrale degli asparagi per 2 minuti, poi raffreddiamola in acqua fredda e scoliamo Per 200 grammi di gambi, uniamo 70 grammi dolio EVO, 5 grammi di sale e 50 grammi di acqua di cottura, aggiungendo un po’ di pepe. Frulliamo fino a ottenere una crema liscia che non sarà necessario filtrare.
  3. Tostiamo il nostro riso Carnaroli senza usare olio o soffritto e, appena il chicco risulterà caldo sfumiamo con il nostro brodo ottenuto dai gambi più duri.
  4. Le punte degli asparagi, che saranno di circa 6 cm di lunghezza, verranno grigliate in padella con sale e pepe e, una volta pronte, taglieremo la parte finale a rondelle.
  5. A 5 minuti dal termine della cottura del riso, aggiungete la crema di asparagi e le rondelle precedentemente grigliate in padella.
  6. Ultimare la cottura e procedere alla mantecatura, con olio, sale, pepe e un goccio di aceto. A questo punto il piatto è quasi pronto: non dovrete far altro che completarlo con le punte di asparagi e lo stracchino.
Note
Le proprietà degli asparagi, ortaggio primaverile
Lo chef Franco Aliberti
Franco Aliberti: «La mia è una cucina attenta e coscienziosa, etica e sensibile, attenta allo spreco, quella delle nostre nonne, semplice ma attualizzata».

Gli asparagi sono un delizioso ortaggio che la natura ci regala in primavera. Portarli in tavola significa fare il pieno di nutrienti e proprietà benefiche per l’organismo.

Sali minerali, vitamine e fibre vegetali: gli asparagi sono un vero e proprio concentrato di benessere. In particolare, quest’ortaggio è ricco di Vitamina A, Vitamina C, potassio, fosforo, calcio e acido folico. Non manca neanche un’ottima presenza degli antiossidanti, in prima linea per combattere i radicali liberi.

100 g di asparagi (crudi) inoltre contengono solo 29 kcal e questo li rende perfetti per chi sta cercando di ridurre l’apporto calorico quotidiano.

Asparagi, ortaggi depurativi
Forse non tutti sanno che tra le proprietà degli asparagi c’è quella detossinante e depurativa. Il loro consumo, infatti, aiuta la diuresi e per questo sono degli ottimi alleati nella lotta alla ritenzione idrica.