pexels-photo-2091651
Photo by Luis Quintero on Pexels.com

Un nuovo studio condotto da ricercatori del Beckman Institute for Advanced Science and Technologyha esaminato come il fitness cardiorespiratorio e la composizione corporea si relazionano con la salute neuronale in 290 giovani adulti sani. 

Lo studio “La massa corporea e l’idoneità cardiorespiratoria sono associati ad un alterato metabolismo cerebrale” è stato pubblicato su Metabolic Brain Disease

Lo studio contribuisce a un corpus crescente di ricerche che suggeriscono come la forma fisica ha effetti benefici per la salute del cervello. Lo studio ha applicato la spettroscopia di risonanza magnetica per rilevare e misurare i metaboliti cerebrali, concentrandosi in particolare sull’acido aspartico N-acetilico.

“La NAA è prodotta nei neuroni ed è un importante marker biochimico della produzione di energia e della salute neuronale”, ha dichiarato Aron Barbey , professore di psicologia dell’Università dell’Illinois , che ha guidato la ricerca con Ryan Larsen, ricercatore senior. “Il nostro lavoro precedente ha dimostrato che la salute neuronale, misurata dalla NAA, riporta associazioni favorevoli con le prestazioni cognitive. Eravamo interessati a esplorare se anche i fattori modificabili dello stile di vita, come l’attività fisica e l’idoneità aerobica, sono collegati alla NAA.”

I ricercatori hanno dimostrato che una percentuale inferiore di grasso corporeo è associata a un NAA più elevato nella sostanza bianca e che questa relazione spiega in gran parte l’associazione tra NAA e idoneità cardiorespiratoria.

“I nostri risultati suggeriscono che gli adulti più in forma beneficiano di una migliore connettività cerebrale strutturale”, ha detto Larsen. “Una domanda centrale sollevata da questo lavoro è se possiamo modificare la NAA attraverso attività fisica e interventi di fitness, fornendo un metodo efficace per migliorare le prestazioni cognitive e la salute del cervello per tutta la durata della vita.”

Il team di ricerca comprendeva anche i professori di psicologia U of I Charles Hillman e Neal Cohen, Lauren Raine, postdottorato della Northeastern University, e Arthur Kramer, direttore emerito del Beckman Institute e vicepresidente senior per la ricerca e la formazione universitaria presso la Northeastern University.

L’ufficio del direttore di National Intelligence, Intelligence Advanced Research Projects ha sostenuto questa ricerca.