Tartare di baccalà con salsa di lampone e fragole
 
Tempo prep.
Tempo tot
 
Cena afrodisiaca? Non so, ma certamente la proposta è succulenta per chi non si accontenta e né vuole arroventarsi in cucina ma al tempo stesso desidera una soluzione sopraffina. Alla la soluzione eccola qua e ce la da la chef Katia Rinaldi del Ristorante Titta Ruffo di Alcantar in Messico.
Autore:
Tipo ricetta: Pesci
Cucina: Italiana
Porzioni: 4
Ingredienti
  • 320 g baccalà Morro spugnato dissalato,
  • 80 g finocchietto selvatico,
  • 1 arancia, 1 limone,
  • 40 g cipollotto,
  • 50 g lampone,
  • 25 g fragole,
  • pepe,
  • olio extravergine di oliva,
  • sale
Istruzioni
  1. Lavare il finocchietto, il cipollotto e trita al coltello, tagliare e ridurre a dadini il morro, porre in una ciotola, aggiungere la buccia di limone e arancia grattugiata, pelare l’arancia a vivo e unire al resto gli spicchi, olio evo, pepe e mescolare, lasciare riposare. Nel frattempo mettere in un bicchiere le fragole e i lamponi insieme a sale, pepe e olio (tre parti fragole e lampone e una parte olio) quindi con un immersore frullare tutto, passare al setaccio e avremo ottenuto il coulis. Su di un piatto porre il coulis e pennellare il piatto, poggiare un coppa pasta, riempire con la tartare e finire con arancia, fragola, finocchietto e un filo di olio evo.