Annotazione 2020-06-19 233030

  • Nell’ultimo decennio, il lavoro a distanza è diventato sempre più popolare. Ora, a causa della pandemia di COVID-19, fino al 62% delle persone lavora da casa.
  • Fino al 40% degli intervistati afferma di sentirsi più produttivo mentre lavora da casa. Tuttavia, ci sono anche impatti negativi, come non fare tante pause. Il “burnout dei dipendenti” sta aumentando a un ritmo allarmante.
  • Il telelavoro e il telelavoratori saranno la norma per molto tempo dopo la pandemia, secondo diversi esperti. Ci sono cose che possiamo fare per assicurarci di mantenere un sano equilibrio tra lavoro e vita privata.

Negli Stati Uniti, la quantità di lavoratori che hanno svolto in tutto o in parte il loro lavoro da casa è aumentata lentamente nel corso degli anni. Nel 2003 , il 19,6 per cento delle persone era considerato lavoratore a distanza. Avanti veloce al 2015 e quel numero era del 24,1 percento.

Questo stava lentamente diventando la norma in tutto il mondo, con i dati raccolti da Eurofound nel 2010 che affermavano che un quinto dei lavoratori in Europa lavorava principalmente da casa, nei locali di un cliente o nei luoghi di lavoro.

Uno studio del 2019 su oltre 1200 lavoratori a tempo pieno negli Stati Uniti tra i 22 e i 65 anni ha mostrato che il 62 percento delle persone era “lavoratore a distanza”, mentre il 38 percento era un lavoratore “in loco” che lavorava in un ufficio o posizione del cantiere.

Sebbene il 2020 sia iniziato come qualsiasi altro anno con numeri simili di lavoro da casa, la pandemia globale COVID-19 ha visto ancora più persone costrette a telelavoro e il lavoro da casa è diventato la norma.

Lavoro a distanza contro lavoro in un ufficio

Mentre ci sono molti vantaggi nel lavorare da casa (il 40,1% degli intervistati afferma di sentirsi più produttivo mentre lavora da casa), ci sono anche cose di cui dobbiamo essere consapevoli con questa nuova normalità del lavoro a distanza.

Potresti effettivamente lavorare più ore a casa di quante ne fai in ufficio.

Attraverso questo sondaggio, i lavoratori remoti stavano aggiungendo ulteriori 3,13 ore al giorno lavorando da casa rispetto a quando lavoravano in ufficio. Le persone che hanno affermato di sentirsi più produttive a casa che in ufficio, secondo quanto riferito, lavoravano altre 4,64 ore al giorno.

Anche se all’inizio non può sembrare un grande cambiamento, nel tempo può diventare dannoso per la salute mentale e la produttività. Secondo i nuovi dati , i commenti dell’indagine sui dipendenti relativi al “burnout” sono raddoppiati dal 2,7 per cento a marzo al 5,4 per cento in aprile.

Le tue abitudini alimentari e di esercizio fisico potrebbero peggiorare mentre lavori da casa.

Insieme al potenziale esaurimento, raccogliere cattive abitudini mentre si lavora da casa è un’altra cosa di cui diffidare. Secondo il sondaggio Bluejeans , il 39% delle persone cerca snack salati rispetto a quelli sani. Inoltre, quasi il 50% degli intervistati afferma di non essere stato in grado di esercitarsi regolarmente da quando è passato dall’ufficio al lavoro a distanza.

Le distrazioni possono ridurre la produttività.

Il trambusto della vita domestica può anche mettere a dura prova la tua produttività. Prendersi cura dei bambini (27,6 per cento), scorrere i social media (26,5 per cento) e controllare le notizie (26,1 per cento), oltre a farsi distrarre dai servizi di streaming e dai programmi televisivi (9,7 per cento) sono tra le distrazioni più comunemente riportate i lavoratori affrontano, riducendo la loro produttività durante l’orario di lavoro.

Modifiche salutari da apportare quando lavori da casa

Questo spostamento nel lavoro a distanza ha dimostrato che molti lavori possono essere svolti a casa e diversi punti vendita riferiscono che il telelavoro probabilmente continuerà per un po ‘di tempo, anche dopo la pandemia.

Mentre ci sono molti benefici dal lavoro a distanza (come minori emissioni di carburante, meno rifiuti, più produttività in alcuni casi insieme a contenere la diffusione del virus COVID-19), ci sono anche alcune modifiche che devono essere apportate se ciò accade per continuare a lungo termine.

Separa le tue responsabilità domestiche e lavorative.

Tra scorrere i social media, controllare le notizie e prendersi cura dei tuoi figli, potresti sentire la pressione di reprimere più del solito per rallentare, ma una nuova ricerca mostra quanto sia importante fare delle pause mentre lavori da casa .

Questo articolo spiega : “Il lavoro e la casa sono due luoghi separati per una ragione. Entrambi richiedono la nostra attenzione e il nostro sforzo, ma in modi diversi. Il completamento degli incarichi di lavoro e l’adempimento delle responsabilità personali sono entrambe cose importanti che facciamo ogni giorno e avere questi due mondi separati fisicamente aiuta noi incanaliamo la nostra energia nel modo giusto al momento giusto “.

La rimozione di tale separazione, sebbene necessaria e persino benefica in alcuni casi, può farci sopraffare.

Fai delle pause regolari dal lavoro, anche solo per 10 minuti.

Quando c’è una mancanza di separazione nella nostra casa e nella vita lavorativa, può portare a una sensazione di “essere sempre accesi”, che è il modo in cui avviene il burnout. Fare delle pause durante il giorno e “firmare” per il periodo di tempo a casa ci consente di essere produttivi sul lavoro e ricaricare durante i periodi di riposo. Anche una pausa di soli 10 minuti può aiutarti ad aumentare la tua produttività e impedirti di bruciarti.

Forse la soluzione funziona con meno giorni alla settimana a casa.

Secondo questo studio del 2019 , una settimana lavorativa di 4 giorni può migliorare la produttività dei lavoratori fino al 40 percento. In un sondaggio del 2018 in Nuova Zelanda , una società di gestione aziendale ha spiegato di aver visto un aumento del 20 percento nella produttività dei dipendenti e un aumento del 45 percento nell’equilibrio tra lavoro e vita privata dopo aver testato la settimana lavorativa di 4 giorni.