pexels-photo-1160131
Photo by Artem Beliaikin on Pexels.com

OK, chiamarla “arte perduta” è un po ‘un’iperbole, perché ci sono alcune persone che in realtà riposano in questi giorni. Ma non credo che molte persone lo facciano più.

Potrei parlare dell’età della distrazione (l’ho già fatto prima ) e dei social media e dei dispositivi. Yada yada, l’hai sentito da me e da molti altri. Ma qualunque sia la ragione, raramente riposiamo più.

Pensaci: quando fai una pausa, cosa fai normalmente? Vai sul tuo telefono o computer? Controlla i messaggi o i social media o i tuoi siti Web preferiti? Guarda video online? È così che molte persone trascorrono le loro pause, me compreso. Ne faccio parte.

Cosa succede quando hai finito di lavorare per la giornata? Questo è se hai mai finito – molti di noi lavoreranno praticamente fino a quando non ci addormenteremo, se ci sarà permesso. Ma se hai finito, leggi, guardi e invii messaggi online? Molte persone che conosco lo fanno.

Quando mai veramente riposiamo, non solo i nostri corpi ma le nostre menti?

Ne abbiamo bisogno. Ne abbiamo davvero bisogno.

La mancanza di vero riposo crea un vuoto, in cui non siamo mai veramente pienamente energizzati, pienamente presenti, pienamente vivi. Significa che le nostre relazioni iniziano a mancare di energia e di connessione. Significa che sottraggiamo la gioia dalla nostra vita. Questo potrebbe non essere vero per te, ma potresti identificarti in qualche modo.

Mi sono sorpreso a fare delle pause o a finire la giornata, solo per mettermi sul mio telefono o laptop per cose insensate. Sembra la cosa che voglio fare quando ho tempo di riposo … ma non è davvero riposo. In seguito non mi sento rinfrescato, solo più svuotato. Mi sento come a confortarmi, ma non avendo il resto di cui ho davvero bisogno.

Quindi parliamo dell’arte perduta del vero riposo e di come riscoprirla.

Quattro tipi di vero riposo

Per me, ci sono una manciata di modi per riposare che sembrano molto nutrienti e ricostituenti:

  1. Chiudo gli occhi, mi sdraio e non faccio nulla. Questo potrebbe o meno provocare un pisolino. Potrebbe essere più meditazione. Ma non sto leggendo, facendo, guardando. Maggiori informazioni su questo sotto.
  2. Uscire senza usare un dispositivo. Connettersi alla natura. Molto probabilmente in solitudine. Lasciare che la mia mente abbia un po ‘di spazio mentale e fisico.
  3. Rilassarsi con qualcun altro. Sensazione di connessione con loro. Questa non può essere una conversazione molto attiva – se stiamo parlando, deve essere qualcosa che ci fa sentire connessi, rilassati. Potremmo solo coccolarci senza conversazione.
  4. Essere pienamente presenti con una semplice attività non lavorativa, come prendere un tè. Non è il momento di pensare al lavoro, anche se potrebbero sorgere quei pensieri. Si tratta solo di prendere il tè. Rilassarsi con l’esperienza. Assaporandolo. Immergersi in un bagno o fare una giornata in spa è un altro esempio.

Probabilmente ci sono altri modi per riposare veramente. Suonare musica, creare arte, ballare, forse. Ma questi quattro sono i miei preferiti.

Noterai che non hai bisogno di molto per questo tipo di vero riposo – nessuna attrezzatura o dispositivo (forse il tè se ce l’hai), nessuno spazio speciale (tranne la natura, se disponibile). È roba semplice.

Ci dimentichiamo di farlo!

Come rilassarsi davvero

Quando mi sento stanco e ho una riunione in arrivo, lascerò cadere tutto il resto e andrò sdraiato su un letto o un divano. Metti da parte i miei dispositivi. Chiudi gli occhi e mettiti comodo. Poi mi rilasso davvero.

Quando dico “Rilassati davvero”, intendo più di quanto ci rilassiamo di solito. Controllo il mio corpo alla ricerca di qualsiasi tensione e lo rilasso. Poi scruto ancora un po ‘e lo rilasso. Di solito noterò piccoli micro-muscoli tesi nella zona del mio petto, nell’addome, nella mia testa. A volte è al centro del mio corpo, proprio di fronte alla mia colonna vertebrale. Lascio rilassare completamente quei muscoli.

Più mi rilasso, più trovo altri micro-muscoli che non sono rilassati e li rilasso. A volte è come se il mio viso mi cadesse dalla testa, perché tutto inizia a sprofondare verso la terra.

Trovo che i muscoli si irrigidiranno mentre comincio ad avere pensieri. Quindi lo noto e li rilasso di nuovo. Ancora e ancora – pensato e tempo, nota e rilassati. È come la savasana, se sei uno yogi.

Di solito mi addormento. Devo impostare un timer qualche minuto prima del mio incontro, quindi non dormo! Ma a volte non dormo – è ancora incredibilmente riposante farlo.

Come rilassarsi facendo qualcosa di semplice

Prendi una tazza di tè, fai una passeggiata, fai un bagno … puoi rilassarti mentre fai qualcosa. Non devi sdraiarti, chiudendo gli occhi.

La chiave è rendere questa l’unica cosa che stai facendo. Singolo-task. Partecipa a questo compito, invece di saltare.

Dai all’attività la massima attenzione. Siate davvero con la tazza di tè o con la vostra passeggiata. Fallo lentamente, con relax, assaporando l’attività.

“Bevi il tuo tè lentamente e con riverenza, come se fosse l’asse su cui ruota la terra del mondo – lentamente, uniformemente, senza correre verso il futuro.”

Thich Nhat Hanh

Quella citazione riassume l’approccio. Puoi farlo con qualsiasi cosa, non solo bere il tè. Immergiti completamente.

Una pratica potente e semplice

Con questi approcci di rilassamento in mente … Ti lascio con una pratica semplice ma davvero potente:

Quando hai finito con qualcosa, fai una pausa e nota se hai bisogno di riposo . Sei stanco? Desideri il vero riposo?

Se è così, concediti qualche momento di vero riposo. Non controllare il telefono, non leggere o guardare online, non occuparsi di piccoli compiti. Vero riposo. Una delle cose discusse sopra, o la tua versione di vero riposo.

Chiediti tutto il giorno. Potresti scoprire che hai bisogno del vero riposo più di quanto pensi.