dreamstime_xxl_35024977

La consapevolezza è un’antica pratica buddista che riveste un profondo significato per la nostra vita attuale. Questo significato non ha alcuna relazione con il buddismo in sé o la conversione al buddismo, ma riguarda tutto ciò che si riferisce al prendere coscienza e vivere in armonia con se stessi e il mondo intero. Comporta l’autoindagine, la messa in discussione della nostra visione del mondo, della posizione che vi occupiamo e l’apprezzamento della pienezza di ciascun momento della nostra esistenza. Soprattutto riguarda il mantenimento del contatto con la realtà.

Dal punto di vista buddista, il nostro normale stato di lucidità è considerato gravemente limitato e limitante, sotto molti aspetti simile a un sogno prolungato più che a uno stato di veglia. La meditazione aiuta a risvegliarsi da questo sonno di automatismo e inconsapevolezza, ponendoci in condizioni di vivere la nostra vita godendo pienamente di tutte le nostre potenzialità consce e inconsce. Saggi, yogi e maestri Zen hanno esplorato sistematicamente questo territorio per migliaia di anni, ricavandone conoscenze che ora potrebbero essere assai utili in Occidente per controbilanciare il nostro orientamento culturale volto al controllo e all’assoggettamento della natura anziché al riconoscimento che ne siamo parte integrante. La loro esperienza collettiva indica che, studiando interiormente la nostra natura di esseri umani, e in particolare la nostra mente mediante un’accurata e sistematica autoanalisi, possiamo riuscire a condurre una vita più soddisfacente, armoniosa e saggia. Offre anche una visione del mondo complementare alla concezione prevalentemente riduttiva e materialistica che attualmente pervade il pensiero e le istituzioni occidentali. Una visione che non è però particolarmente «orientale» o mistica. Nel 1846, nella Nuova Inghilterra, Thoreau ha individuato lo stesso problema nel nostro comune stato mentale descrivendone con grande passione le penose conseguenze.

La consapevolezza è stata definita il cuore della meditazione buddista. Fondamentalmente si tratta di un concetto molto semplice; la sua forza risiede nella sua pratica e applicazione. Consapevolezza significa prestare attenzione in un modo peculiare: di proposito, nel momento presente e senza presunzione. Questo tipo di attenzione produce maggior lucidità, chiarezza e accettazione della realtà in atto. Rende consapevoli del fatto che la vita si svolge solo per momenti successivi. Se non si è pienamente presenti in molti di quei momenti può accadere non solo di lasciarsi sfuggire ciò che è più valido nella propria vita, ma anche di non rendersi conto della ricchezza e profondità delle possibilità personali di crescita e trasformazione.

L’insufficiente consapevolezza del presente, oltre ad azioni e comportamenti inconsci e automatici, spesso indotti da timori e insicurezze radicati, crea altri problemi. Se non vi si pone rimedio questi tendono ad accumularsi nel corso del tempo e alla fine ci lasciano bloccati e privi di contatto con la realtà. Col tempo potremmo perdere fiducia nella nostra capacità di reimpiegare le nostre stesse energie finalizzandole al raggiungimento di maggior soddisfazione e felicità, forse persino di miglior salute.

[Da: Dovunque tu vada, ci sei già. Una guida alla meditazione – Jon Kabat-Zinn]

– Jon Kabat-Zinn (amazon) 

Related Posts
10 esperienze all’aperto da fare insieme per la Festa della mamma:
L'8 maggio si avvicina e non avete ancora pensato al regalo perfetto per la Festa della Mamma? C'è chi sostiene che le mamme vadano festeggiate tutto l'anno, non solo in un ...
READ MORE
Concetti contabili che ogni piccolo imprenditore dovrebbe conoscere
La contabilità può lasciare perplessi alcuni imprenditori, in particolare se non ne sono mai stati formati. Per gestire in modo efficiente la tua piccola impresa, non sono necessarie conoscenze contabili ...
READ MORE
Ritornare al qui e ora – Charlotte Joko Beck
Nello Zen ci viene richiesta una cosa difficile: l'attenzione a questo preciso momento, alla totalità di ciò che accade ora. Il motivo per cui non vogliamo fare attenzione è che non ...
READ MORE
Paura del silenzio – Thich Nhat Hanh
Ho l'impressione che molti di noi temano il silenzio. Stiamo sempre afferrando qualcosa - testo, musica, radio, televisione o pensieri - per riempire lo spazio. Se silenzio e spazio sono così importanti ...
READ MORE
Dall’Europa al monastero tibetano: il viaggio spirituale che si ispira a Terzani
Pisa, 10 febbraio 2022 - La pandemia ed i vari lockdown hanno creato profonde ferite e disagi nelle popolazioni di tutto il mondo. A pensare di alleviare un po' la tensione ci ha pensato Salvatore Liggeri, giovane di origini ...
READ MORE
Voltar pagina
Ti è mai capitato di decidere di scrivere dei versi o qualcosa che assomigli almeno un po 'a una poesia, ma senza sapere ancora cos'è che dire? Già, cos'è che dirò? Potrei strappare il ...
READ MORE
La compassione deriva dalla nostra interdipendenza – Jack Kornfield
Dal punto di vista della psicologia buddhista, la compassione è naturale: deriva dalla nostra interconnessione, che il buddhismo chiama «interdipendenza». È facile coglierla nel mondo fisico: nel grembo, ogni bambino è ...
READ MORE
Andar per giardini
Nel 2022 i Giardini di Castel Trauttmansdorff promuovono il concetto del tempo trascorso nel verde come risorsa per il benessere personale Workshop ed esperienze da regalarsi per stare bene Con l’inizio della ...
READ MORE
Meditazione Cristiana
Nelle culture Ebraica, Cristiana e Mussulmana, c’è la conferma che la Meditazione, considerata come mezzo per mettersi in contatto con la divinità, esiste in tutte le religioni.Gesù, con il suo ...
READ MORE
L’idea di noi stessi – Alan W. Watts
Il nostro problema è che il potere del pensiero ci pone in grado di costruire simboli indipendentemente dalle cose stesse. Questo implica l’attitudine di creare un simbolo, un’idea di noi ...
READ MORE
10 esperienze all’aperto da fare insieme per la
Concetti contabili che ogni piccolo imprenditore dovrebbe conoscere
Ritornare al qui e ora – Charlotte Joko
Paura del silenzio – Thich Nhat Hanh
Dall’Europa al monastero tibetano: il viaggio spirituale che
Voltar pagina
La compassione deriva dalla nostra interdipendenza – Jack
Andar per giardini
Meditazione Cristiana
L’idea di noi stessi – Alan W. Watts