pexels-photo-3759657

la fibrillazione gestisce i propri sintomi, secondo una ricerca presentata oggi al Congresso ESC 2020.

La fibrillazione atriale è il disturbo del ritmo cardiaco più comune. Un adulto di mezza età su quattro in Europa e negli Stati Uniti svilupperà la condizione, che causa il 20-30% di tutti gli ictus e aumenta il rischio di morte di 1,5 volte negli uomini e di 2 volte nelle donne. Una riduzione della qualità della vita è comune e il 10-40% dei pazienti viene ricoverato ogni anno

I sintomi della fibrillazione atriale comprendono palpitazioni, battito cardiaco accelerato o irregolare, mancanza di respiro, stanchezza, dolore toracico e vertigini.

“I sintomi della fibrillazione atriale possono essere angoscianti. Vanno e vengono, causando ansia a molti pazienti e limitando la loro capacità di vivere una vita normale”, ha detto l’autore dello studio, il dottor Naresh Sen dell’HG SMS Hospital, Jaipur, India.

Questo studio ha esaminato se lo yoga potrebbe alleviare i sintomi nei pazienti con fibrillazione atriale. Lo studio ha arruolato 538 pazienti dal 2012 al 2017. I pazienti sono stati i propri controlli. Per 12 settimane non hanno fatto yoga, poi per 16 settimane i pazienti hanno partecipato a sessioni di yoga di 30 minuti a giorni alterni che includevano posture e respirazione. Durante il periodo dello yoga, i pazienti sono stati anche incoraggiati a praticare quotidianamente i movimenti e la respirazione a casa.

Durante entrambi i periodi di studio, i sintomi e gli episodi di fibrillazione atriale sono stati registrati in un diario. Alcuni pazienti indossavano anche un cardiofrequenzimetro per verificare gli episodi di fibrillazione atriale. I pazienti hanno completato un’indagine sull’ansia e la depressione e un questionario per valutare la loro capacità di svolgere le attività quotidiane e socializzare, i livelli di energia e l’umore. Sono state misurate anche la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna. I ricercatori hanno quindi confrontato i risultati tra i periodi di yoga e quelli non yoga.

Durante il periodo di yoga di 16 settimane, i pazienti hanno sperimentato miglioramenti significativi in ​​tutte le aree rispetto al periodo non yoga di 12 settimane. Ad esempio, durante il periodo non yoga, i pazienti hanno sperimentato una media di 15 episodi sintomatici di fibrillazione atriale rispetto agli otto episodi durante il periodo yoga. La pressione sanguigna media era inferiore di 11/6 mmHg dopo l’allenamento yoga.

Il dottor Sen ha detto: “Il nostro studio suggerisce che lo yoga ha benefici per la salute fisica e mentale ad ampio raggio per i pazienti con fibrillazione atriale e potrebbe essere aggiunto in aggiunta alle terapie usuali”.

Riferimenti e note

1 Titolo astratto: lo yoga potrebbe ridurre il carico e i sintomi della fibrillazione atriale, nonché gli effetti collaterali correlati ai farmaci e le complicanze dell’ablazione cardiaca.

2 Kirchhof P, Benussi S, Kotecha D, et al. Linee guida ESC 2016 per la gestione della fibrillazione atriale sviluppate in collaborazione con EACTS. Eur Heart J. 2016; 37: 2893-2962. doi: 10.1093 / eurheartj / ehw210.

3 Scala di ansia e depressione dioldberg.

4 Modulo breve 36 Questionario sull’indagine sanitaria (SF-36).

Per ulteriori informazioni sulla fibrillazione atriale, visitare. https: / www. afibmatters. org / .