We-Do-What-We-Can-with-What-We-Have

La lettera di oggi non sarebbe  arrivata. 

Un giorno come questo non era mai accaduto prima.

Negli ultimi  520 venerdì,  ogni settimana, senza perderti, sarebbe sempre arrivata una lettera per te. Oggi è stato diverso.

Era come se stesse cercando di farmi notare il silenzio. La calma.

Sto seduto qui  aspettando solo di scrivere.

Forse questo è ciò di cui avevamo bisogno oggi.

Vedi, l’unico motivo per cui ho avuto il coraggio di scrivere questa lettera negli ultimi dieci anni, è stato perché non ho mai pensato di essere io a scriverla.

Ero solo il  trascrittore. 

Era Dio. L’universo. L’energia. La forza.

Tutto tranne me. 

E oggi, dopo  520 venerdì,  la lettera non è arrivata.

Sono stato lasciato qui da solo, seduto. Alla ricerca delle parole.

Pensando a me stesso, e se non si presentasse.

Cosa spedirò?

Quindi, dopo essere rimasto seduto qui per ore, ho appena iniziato a scrivere di questo momento.

Giusto qui.

Dopotutto, si è sempre trattato di  ciò che è.

Non è vero?

E fidandomi di questo.

Non chiedersi se è abbastanza.

È quello che è.

Ti ho mai detto che al cimitero dove è sepolto mio marito, proprio di fronte a lui c’è una lapide che dice  che è quello che è.  A grandi lettere.

Quindi ogni volta che visitavo dovevo leggerlo. Era proprio lì che mi fissava.

All’inizio mi arrabbiavo. Arrabbiata.

Com’è appropriato. In un cimitero.

È quello che è.

Devo averlo letto mille volte.

Ad un certo punto ho iniziato a essere d’accordo. Dovevo.

Cos’altro mi restava da fare.

Era quello che era. 

Quindi, ovunque tu sia, se senti di non avere ciò di cui hai bisogno, fai quello che ho fatto oggi.

Ho preso quello che c’era qui e ho creduto che fosse abbastanza.

Facciamo quello che possiamo, con quello che abbiamo.

Questo mi ha sempre servito bene, specialmente durante i giorni più duri della mia vita.

Metti un piede davanti all’altro.

E un’altra cosa.

Anche se tutto quello che ho avuto oggi fosse dirti quanto ci tengo, e quanto tu significhi per me, lo avrei mandato solo quelle parole.

E sarebbe stato sufficiente. 

Con tutto quello che ho e tutto quello che sono

Christina


Christina Rasmussen è la creatrice e fondatrice di The Life Reentry Institute , Second Firsts e Star Letters , nonché la conduttrice del podcast Dear Life . Christina fa parte di una crociata per aiutare milioni di persone a ricostruire, reclamare e rilanciare le loro vite usando il potere delle loro menti. Il lavoro di Christina è stato pubblicato su ABC News, NPR, The White House Blog e MariaShriver.com. È autrice di bestseller di Second Firsts: Live, Laugh, and Love Again , che è stato tradotto anche in cinese e tedesco e ha appena pubblicato il suo secondo libro Where Did You Gosull’espansione della mente in modi che consentono la co-creazione con le forze dell’universo. Sta anche scrivendo la sua prima opera di narrativa: una storia di fantascienza su una donna che cerca di ricominciare e iniziare una nuova vita. Puoi trovare maggiori informazioni sul suo sito web e seguirla su FB o Twitter .