71d917202d614836bc1920277a7f2eea

LUMEN e National Geographic: una partnership nata per valorizzare la montagna attraverso un viaggio fotografico che evolve ogni stagione, sulla cima di Plan de Corones (2.275 m) L’innovativo museo dedicato alla fotografia di montagna ospita al suo interno un progetto espositivo in collaborazione con National Geographic. Attingendo al ricchissimo archivio video e fotografico di una delle più grandi istituzioni scientifiche ed educative non profit al mondo, LUMEN propone stagionalmente nuovi spazi e mostre temporanee volte a educare il visitatore sulla tutela del pianeta e della montagna. La partnership firma la sezione permanente Holy Mountains e porta in scena fino all’11 ottobre le rassegne Mexico e Perù.

Salvaguardare e valorizzare i paesaggi naturali di tutto il mondo, la montagna e il delicato equilibrio che la contraddistingue attraverso il mondo della fotografia: questo il trait d’union che accomuna LUMEN , museo della fotografia di montagna sulla cima di Plan de Corones (2.275 m) e National Geographic, organizzazione no-profit globale impegnata a esplorare e proteggere il pianeta. Partner internazionale dello spazio espositivo altoatesino, ne condivide la propria missione: sensibilizzare il visitatore e le nuove generazioni sulla preservazione della Terra e dei suoi ecosistemi.

L’esclusiva collaborazione stretta con National Geographic consente a LUMEN di attingere liberamente all’ archivio fotografico della celebre istituzione scientifica ed educativa per arricchire i propri spazi espositivi con sempre nuovi spunti e contenuti. All’interno dei 1800 mq del museo di Plan de Corones sono infatti tre le aree dedicate in cui è possibile ammirare gli scatti National Geographic: una mostra permanente e due spazi espositivi temporanei, in continua evoluzione. La sezione Holy Mountains propone una raccolta permanente dedicata alle montagne di tutti i continenti che secondo le diverse culture e religioni sono personificazione e manifestazione di forze superiori, nonché il mezzo di comunicazione delle divinità: una rassegna fotografica visibile al secondo piano di LUMEN che svela il lato sacro della montagna e il suo legame con la spiritualità. Al primo piano, invece, lo spazio Mondo Montagna espone stagionalmente nuove mostre che vedono protagonisti, a rotazione, i continenti di tutto il mondo. Fino all’11 ottobre qui è possibile ammirare “Perù” con gli scatti di Luis Armando Vega, Musuk Nolte, Nicolas Villaume e Victor Zea dedicati a tematiche che spaziano da uno dei più grandi pellegrinaggi delle Ande in Perù, a questioni culturali e sociali, cambiamenti climatici e fotografia documentaria. Infine, Forum, l’area generalmente adibita a eventi e meeting, diviene periodicamente anche cornice di mostre temporanee come “Mexico”, una raccolta di immagini del fotografo Ricardo Azarcoya che conduce al confine con l’Antartide, tra la Patagonia e la Terra del Fuoco. Esposizioni che suggeriscono al visitatore viaggi insoliti, racconti di luoghi incontaminati e tematiche che trattano il tema montagna secondo diverse prospettive. Tra tutte, anche quella del cambiamento climatico, argomento che unisce particolarmente le realtà LUMEN e National Geographic nel nome di una missione e una visione comune. In merito si esprime Cynthia Doumbia, direttore delle mostre internazionali di National Geographic raccontando della propria collaborazione con gallerie e musei del mondo: «Il cambiamento climatico affligge tutte le parti del mondo ed è destinato a peggiorare nei prossimi decenni se non si svolgono azioni effettive. Crediamo che solo quando capiremo veramente il mondo della natura e le persone che vi abitano proteggeremo il pianeta che chiamiamo casa, prestando una maggiore attenzione. Cruciale per comprendere il nostro mondo è lo storytelling; noi infatti ci siamo impegnati a supportare una community di storyteller innovativi che aiutano a far capire l’importanza della natura e della cultura. Attraverso le nostre esposizioni riusciamo a dare vita a queste storie trasmettendole ai visitatori di tutte le età.»

La fotografia, con la sua forza evocativa, è infatti il mezzo più diretto ed efficace per trasmettere messaggi chiari e di grande impatto, capaci di richiamare una nuova presa di coscienza nei suoi spettatori: gli scatti di National Geographic esposti a LUMEN, nella cornice esclusiva di Plan de Corones e delle vette altoatesine, invitano il visitatore a soffermarsi e riflettere su quanto prezioso e allo stesso tempo fragile sia il mondo naturale. Un modo per spronare l’uomo a comprendere la bellezza e unicità di questa Terra, chiamandolo ad essere rispettoso, consapevole e responsabile nei confronti di un mondo naturale da proteggere e amare.

ph: Pilgrimage to the Sanctuary of the Lord of Qoullur Rit’i, Peru, 2018 – Photographer: Armando Vega 

Related Posts
4 giugno 2022: The sound of breath – Movie
Presentazione ultimo CD Sabato 4 giugno 2022 alle ore 21.30 Palazzo Pesce si apre a “The Sound of Breath – Movie” con Paolo Daniele all’armonica cromatica e vibrandoneon, Nicola Lepore alla ...
READ MORE
Arte: “Mario Schifano e la Pop Art italiana”, al via la mostra a Foggia
Mario Schifano e la Pop Art in Italia in mostra alla Contemporanea Galleria d’arte di Foggia: l’inaugurazione dello speciale  evento è per sabato 10 ottobre alle ore 18.30 Foggia, 8 ottobre ...
READ MORE
BOOMing – Contemporary Art Show #backtoreality
Dal 12 al 15 maggio 2022 torna a Bologna la fiera d’arte dedicata all’“emergenza” del contemporaneo Dopo il successo riscosso nel metaverso di Lieu.City, con oltre 3600 ingressi, BOOMing - Contemporary ...
READ MORE
Ri-Scatto, il tour fotografico alla scoperta dei vicoli e degli scorci più belli di Napoli
Caffè Borbone sostiene il progetto sociale dell’Associazione Miniera che avvicina i giovani al mondo della fotografia Immortalare con uno scatto le bellezze nascoste nei vicoli di Napoli, le antiche botteghe che ...
READ MORE
Premio Driving Energy 2022 – Fotografia Contemporanea
Sono ufficialmente aperte le iscrizioni al "Premio Driving Energy 2022 - Fotografia Contemporanea", il concorso fotografico lanciato da Terna al fine di promuovere lo sviluppo culturale del Paese e dei ...
READ MORE
Daniel Mannini: mostra personale nella Biblioteca di San Casciano
La Dott.ssa Elena Gollini esprime il suo positivo commento di sostegno a favore dell'esposizione pittorica di Mannini in stile personale, allestita nello storico contesto istituzionale della Biblioteca Comunale di San ...
READ MORE
Giuseppe Leone: una installazione murale alla stazione di Napoli
Il reportage del celebre fotografo siciliano diventa un poster murale nella stazione Garibaldi di Napoli Napoli, 28 giugno 2022  - “La cultura è il motore della rinascita”, scrive il Sindaco di ...
READ MORE
Ph. Guido Calamosca
Summer Jamboree presenta Summer Jamboree on the Lake, Il nuovo format destinato a diventare punto di riferimento europeo per la musica e la cultura dell’America anni ’40 e ’50 Mostra Fotografica ...
READ MORE
Nella foto: Antonio Canova, La Danza dei figli di Alcinoo, 1790-1792
Perugia, Fondazione Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci”
Dal 6 luglio al 1 novembre 2022 - A cura di Stefania Petrillo - Palazzo Baldeschi MUSA, Museo dell’Accademia di Belle Arti, Perugia In occasione del bicentenario di Antonio Canova, Perugia ...
READ MORE
La Venere dei guardoni
Nella Venere dei guardoni di Momò Calascibetta la statua di Thorvaldsen ha voltato le spalle agli stracci, in cui non rovista più come un barbone, e non nasconde le sue ...
READ MORE
4 giugno 2022: The sound of breath –
Arte: “Mario Schifano e la Pop Art italiana”,
BOOMing – Contemporary Art Show #backtoreality
Ri-Scatto, il tour fotografico alla scoperta dei vicoli
Premio Driving Energy 2022 – Fotografia Contemporanea
Daniel Mannini: mostra personale nella Biblioteca di San
Giuseppe Leone: una installazione murale alla stazione di
Mostra Fotografica Immersiva ROCK’N’ROLL IS A STATE OF
L’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” e la
La Venere dei guardoni