Run_smog

Il mondo è la palestra dei runner. Si dice così, per intendere che i runner non hanno bisogno di palestre o strutture attrezzate per praticare lo sport che amano: allacciano le scarpe ed escono. Possono correre letteralmente ovunque.

La domanda sorge spontanea: se è vero che lo si può fare ovunque, è altrettanto vero che è innocuo farlo ovunque? Un problema spesso poco considerato è infatti quello dell’inquinamento atmosferico dovuto agli scarichi dei riscaldamenti, delle auto e delle industrie. In altre parole: molte zone o strade delle nostre città potrebbero essere delle ottime palestre un cielo aperto ma non altrettanto dei luoghi dove l’aria ha una qualità accettabile. Come puoi capire se stai correndo in un luogo sicuro da questo punto di vista? Quando è meglio farlo o è meglio evitarlo?

Cosa succede correndo con l’aria inquinata

Avrai già sentito parlare del monossido di carbonio: specie d’inverno viene spesso citato perché, a causa dell’effetto combinato degli scarichi dell’auto e dei riscaldamenti, i suoi valori sono eccessivi e dannosi, creando preoccupanti concentrazioni nell’aria.

Ma non c’è solo il monossido di carbonio: l’aria inquinata contiene anche microparticelle, ozono e polvere sollevata dall’auto e portata in giro dai movimenti dell’aria. Non la miscela più buona da respirare, insomma.

Dove va poi una volta respirata dai polmoni? Se ne va in giro per il corpo attraverso il sangue e fino al cuore, diminuendo poco alla volta le tue capacità fisiche o provocando nei soggetti più sensibili alle vie respiratorie (tipo chi soffre d’asma) medico.

Cosa fare?

Come facilmente prevedibile, i picchi di inquinamento si concentrano nelle ore di punta nella città, specie nel pomeriggio quando i livelli di ozono (le cui concentrazioni sono proporzionali all’incidenza del sole) sono più alti quanto più è forte il sole. È meglio quindi correre al mattino presto o alla sera. Le tanto contestate mascherine anti-Covid purtroppo non servono a proteggerti dall’aria inquinata: lo fare in piccola parte ma non di certo in maniera efficace, anche perché sono progettate per evitare di diffondere virus e non per filtrare l’aria che respiriamo ( a patto di non usare quelle preposte a questo scopo che però, d’altro canto, non sono affatto adatte a praticare sport).

È altrettanto importante dove lo fai: non ti verrebbe mai – giustamente – da correre in tangenziale e per almeno due validi motivi: perché sarebbe maledettamente pericoloso e perché avresti anche la matematica certezza di trovarci concentrazioni troppo elevate di inquinamento. Già a 200 metri dalle strade trafficate però l’inquinamento è più contenuto perché le particelle pesanti si sono depositate per gravità e meno nell’aria.

Se puoi prediligi aree verdi: la campagna dei parchi cittadini sono l’ideale. E per rimanere in tema “verde”, anche l’alimentazione ha molta importanza: privilegia gli alimenti ricchi di antiossidanti che ti consentono di eliminare più facilmente le tossine, come l’insalata, i broccoli, i pomodori, le arance, la frutta di bosco, le noci ei semi. E bevi tanta acqua , sempre.

Un altro modo per sincerarsi della qualità dell’aria è anche quello di usare app apposite, come Air Quality (per Android) o Air Matters (per iPhone). Un occhio prima di uscire ti può far capire se è il momento giusto o se è meglio rimandare. I tuoi polmoni ringrazieranno. 

Related Posts
In occasione della Giornata Mondiale della Terra
the rooom presenta “La prima Cosa bella”mostra personale dell’artista Gianluca ChiodiVenerdì 22 aprile 2022, dalle 18 alle 22the rooom – Palazzo Aldrovandi MontanariVia Galliera 8, Bologna In occasione della Giornata Mondiale della ...
READ MORE
Le donne sono sempre più veloci e resistenti
Se prendessimo tutte le più dure gare di ultratrail degli ultimi anni scopriremmo qualcosa che non tanti anni fa pochi si aspettano: non solo le donne sono sempre più numerose ...
READ MORE
C’era una volta il diabete
Ciak! Partecipa ad una corsa lungo la vita per poter dire: c’era una volta il diabete Manca poco all’appuntamento con la prima camminata promossa e organizzata da AGD Bologna e in ...
READ MORE
Ronco dei Fiori
Domenica 17 aprile 2022 lo spazio espositivo della Fondazione Marguerite Arp a Locarno-Solduno riapre con la nuova mostra: “Sono nato in una nuvola” Jean Arp a cura di Simona Martinoli «Sono ...
READ MORE
Druller
85 è minore di 100, sei d'accordo? La regola di cui ti parlo oggi si chiama "regola dell'85%" e non del 100% e fa un po 'strano che quando si parla ...
READ MORE
Respirare aria sana e pulita grazie alla disinfezione a LED UV-A + TiO2
La disinfezione dell’aria del futuro è a base di LED UV-A + TiO2Lana (BZ), 10 marzo 2022 - L'uso di purificatori d'aria è ora richiesto per leggenelle strutture pubbliche in Italia e in ...
READ MORE
Brooks Glycerin 18, la leggerezza delle nuvole
Una domanda che ci si fa quando da piccoli si guardano le nuvole è “Ma si potrà salire su una nuvola? E poi mi regge? Ma la posso usare per volare? ”. Io ...
READ MORE
La maschera purificatrice d’aria LG rende la respirazione facile
Dall'inizio della pandemia COVID-19, le aziende di tutto il mondo stanno lavorando a soluzioni per migliorare il modo in cui il mondo risponde alla crisi. LG, il gigante produttore di ...
READ MORE
Come respirare durante la corsa
A molti runner alle prime armi capita di restare senza fiato a pochi minuti dall’inizio di una corsa. Ci sono due spiegazioni per questo: o si sta correndo a un ...
READ MORE
Photo by RemazteredStudio on Pixabay
Jeff Galloway è un coach americano . Prepara atleti, studia per loro e con loro programmi di allenamento per raggiungere risultati attraverso il miglioramento costante dell'applicazione di tabelle e schemi personalizzati. Nel corso della ...
READ MORE
In occasione della Giornata Mondiale della Terra
Le donne sono sempre più veloci e resistenti
C’era una volta il diabete
Locarno: inizia la stagione espositiva alla Fondazione Marguerite
Druller
Respirare aria sana e pulita grazie alla disinfezione
Brooks Glycerin 18, la leggerezza delle nuvole
La maschera purificatrice d’aria LG rende la respirazione
Come respirare durante la corsa
La prova del Miglio Magico