Anche se la vita è dura, se a volte riesce davvero difficile sorridere, proviamo. E quando diciamo “Buon giorno”, che sia un vero augurio di buona giornata. Una volta un’amica mi ha chiesto: “Devo costringermi a sorridere anche quando sono piena di tristezza? Mi sembra innaturale”. Le ho risposto che noi siamo in grado di sorridere alla tristezza, perché siamo più della nostra tristezza. Un essere umano è come un televisore con centinaia di canali. Se ci sintonizziamo sul Buddha, siamo il Buddha; se ci sintonizziamo sulla tristezza, siamo la tristezza; e se ci sintonizziamo sul sorriso, siamo davvero il sorriso. Non lasciamoci tiranneggiare da un unico canale. Abbiamo in noi tutti i semi: prendiamo in mano la situazione e recuperiamo la sovranità su noi stessi.

Quando siamo seduti in pace, respirando e sorridendo con consapevolezza, siamo in modo reale, abbiamo sovranità su noi stessi. Quando accendiamo la TV per guardare una trasmissione, quella trasmissione ci invade. A volte è un buon programma, ma spesso è solo rumore. Vogliamo che ci siano sempre altre cose dentro noi stessi oltre al semplice noi stessi; così sediamo davanti al televisore e lasciamo che un programma chiassoso ci assalga, ci invada e ci distrugga. Anche se il sistema nervoso è a dura prova, non abbiamo il coraggio di alzarci e spegnere: se lo tacessimo dovremmo tornare a noi stessi.

La meditazione è il contrario: ci aiuta a ritornare al nostro vero sé. È molto difficile praticare la meditazione in questa società, dove tutto sembra congiurare per allontanarci dal nostro vero sé. Abbiamo a disposizione migliaia di cose, dal videoregistratore alla radio portatile, per fuggire da noi. La pratica della meditazione consiste nell’essere consapevoli, nel respirare, nel sorridere. È l’altra faccia. Ritorniamo a noi stessi per vedere cosa sta accadendo. Meditare significa infatti essere consapevoli di quello che sta accadendo. E quello che sta accadendo è molto importante.

Da: Thich Nhat Hanh, “Essere pace. Con il cuore della comprensione e la meditazione camminata“ ]

– Thich Nhat Hanh (amazon) 

Related Posts
La vera concentrazione sopraggiunge quando nessuno si concentra
"La sensazione corporea mi sembra un mezzo eccellente per facilitare il vostro approccio. Cercate di scoprire il vostro corpo, di lasciarlo vivere da sé , e non sotto il controllo di un ...
READ MORE
Turismo come cura
Molti di noi avranno probabilmente sentito parlare di musicoterapia e arteterapia, ma che dire della "terapia del viaggio"? Un nuovo documento interdisciplinare propone di cambiare il modo in cui vediamo il ...
READ MORE
Naked foot on the sand
Calpestare tappeti di sabbia, erba e terra per sentirsi più liberi, rinforzare la muscolatura, migliorare la postura e dimenticare lo stressIl Barefooting arriva dalla lontana Nuova Zelanda, impazza tra le ...
READ MORE
Osservare sé stessi – James Low
“Se volete osservare voi stessi, per prima cosa dovete trovare il vostro sé al fine di osservarlo. […]Ciò che dobbiamo fare davvero è sviluppare una nuova forma di osservazione di ...
READ MORE
Il tappetino yoga e io
Per anni sono andato a letto tardi per svegliarmi con le sveglie che suonavano in rapida successione alle sette tutti i giorni, ricordandomi ancora una volta la tenace insistenza dei ...
READ MORE
Le dieci illuminazioni della Profezia di Celestino
1 Una massa criticaNella cultura si sta verificando un nuovo risveglio spirituale provocato da una massa critica di persone che vivono la loro esistenza come una sorta di sviluppo spirituale, ...
READ MORE
Centramento
Il centramento non è una utopia, ma una realtà cui puoi pervenire con la meditazione. Naturalmente, non ho la pretesa di suggerirti come realizzarlo, perché per accedere a quel tipo ...
READ MORE
Tratteggi
È venuto il momento di approfondire. Qui non si spiega e s'interpreta nulla. Non si descrive, tantomeno tratteggia. Semmai si vive. Semi-versi che preludono alla ri-scoperta dell'inconoscibile, di tutto ciò che fummo e poi ...
READ MORE
La nostra tendenza all’attaccamento
Tutti i nostri problemi derivano dall'attaccamento e la meditazione è il mezzo mediante il quale disimpariamo la nostra tendenza all'attaccamento. ( Da “Meditazione: cos'è e come praticarla” di Sogyal Rinpoche ).    L'attaccamento di cui ...
READ MORE
La meditazione può aiutare a prendere delle decisioni? – Lama Yesce
La meditazione funziona perché non è un metodo che richiede di credere in qualcosa, ma è piuttosto un metodo che voi stessi potete mettere in pratica. Osservate e analizzate la vostra ...
READ MORE
La vera concentrazione sopraggiunge quando nessuno si concentra
‘Terapia di viaggio’: le vacanze possono aiutare la
Naked foot on the sand
Osservare sé stessi – James Low
Il tappetino yoga e io
Le dieci illuminazioni della Profezia di Celestino
Centramento
Tratteggi
La nostra tendenza all’attaccamento
La meditazione può aiutare a prendere delle decisioni?