Milano, 21 ottobre 2020 – La popolazione mondiale si sta espandendo rapidamente, e allo stesso tempo l’aspettativa di vita aumenta e i tassi di fertilità diminuiscono.

A causa di questi fatti, si prevede che i maggiori aumenti della crescita della popolazione si verificheranno nell’invecchiamento della popolazione.

Nell’uomo che invecchia i cambiamenti endocrini e il declino della funzione endocrina coinvolgono la reattività dei tessuti così come la ridotta produzione secretoria dalle ghiandole periferiche e le alterazioni nel meccanismo centrale che controlla l’organizzazione temporale del rilascio ormonale.

È probabile che questi ultimi siano responsabili dei ritmi ormonali e non ormonali circadiani attenuati.

Questi sono in parte responsabili della diminuzione dipendente dall’età dei livelli periferici di testosterone, deidroepiandrosterone (DHEA), ormoni tiroidei, ormone della crescita (GH), IGF1 e melatonina.

Abbiamo voluto approfondire l’argomento con il Prof. Andrea Militello, andrologo e urologo che da sempre si è occupato della medicina anti-age nell’uomo, socio attivo dell’associazione AFFWA.

“Questi cambiamenti ormonali – spiega l’andrologo urologo di Roma e Milano Andrea Militello – che si sviluppano nella maggior parte degli uomini intorno ai 50 anni, sono in parte responsabili delle carenze endocrine di alcuni uomini più anziani. Uno dei deficit endocrini meglio studiati è l’ipogonadismo a insorgenza tardiva.

Questa è una sindrome caratterizzata da effetti avversi su più sistemi d’organo e diminuzione della qualità della vita, associata all’avanzare dell’età e caratterizzata da segni e sintomi di ipogonadismo e da una carenza di livelli sierici di androgeni con o senza una ridotta sensibilità genomica agli androgeni”.

In caso di carenze endocrine, l’endocrinologia tradizionale mira a sostituire l’ormone o gli ormoni mancanti con dei sostituti.

È stato dimostrato che interventi come le terapie ormonali possono influenzare favorevolmente alcune delle condizioni patologiche negli uomini anziani prevenendo il prevenibile e ritardando l’inevitabile.

Una storia medica, psicosociale e di stile di vita completa, un esame fisico e test di laboratorio sono essenziali per la diagnosi e la gestione dell’ipogonadismo ad esordio tardivo.

Prima di iniziare qualsiasi terapia ormonale sostitutiva, è necessario prendere in considerazione malattie acute, croniche o intercorrenti.

“Nell’era della medicina basata sull’evidenza, dobbiamo riconoscere che i dati sulla terapia con testosterone (HT) nel maschio anziano sono per lo più circostanziali, sulla base dell’esperienza nel trattamento dell’ipogonadismo transitorio o cronico in giovani uomini derivanti da malattie o esperimenti della natura” continua il Dr. Militello .

“Tuttavia, negli ultimi anni sono stati condotti studi prospettici sulla terapia con testosterone nel maschio che invecchia e hanno dimostrato di essere utile per alcuni uomini anziani nel prevenire o ritardare alcuni aspetti dell’invecchiamento.

Le raccomandazioni per gli algoritmi per la diagnosi dell’ipogonadismo ad esordio tardivo e la terapia di monitoraggio per la sicurezza e l’efficacia sono oggetto di continui studi e verifiche”, conclude il Prof. Andrea Militello, vincitore come Miglior Andrologo Urologo per il Mio Dottore Awards 2018.

Insomma anche per l’uomo che invecchia le possibilità di rallentare il processo di invecchiamento sono sempre più a portata di mano.

Per ulteriori informazioni su questo e tanti altri argomenti consigliamo di seguire i siti del Dr. Militello all’indirizzo www.andrologiamilitello.it, e www.urologia-andrologia.net.

Il Prof. Andrea Militello, premiato come Miglior Urologo Andrologo d’Italia nel 2018
 
Related Posts
Photo by geralt on Pixabay
Lo studio misura gli effetti immediatamente dopo il divorzio ed è il primo a dimostrare che livelli di conflitto più elevati predicono una salute mentale peggiore indipendentemente da altri fattori Il ...
READ MORE
Wellness: Emilia-Romagna pronta alle sfighe del futuro
“Delle questioni che riguardano il futuro della sanità, come la sfida sulle liste d’attesa, le prossime fasi del Pnrr e tutti i progetti di innovazione e riforma in programma, avremo ...
READ MORE
Una buona scelta per il pargolo
I migliori resort club per bambini in Europa 2022: dove alloggiare per il divertimento in famiglia, consigliati da Briatore e Vacchi Una vacanza al mare nel Mediterraneo è stata a lungo ...
READ MORE
Photo by RyanMcGuire on Pixabay
Giocare ai videogiochi può fornire un supporto a basso costo, di facile accesso, efficace e privo di stigma Irlanda, 17 giugno 2021: i videogiochi più diffusi hanno il potenziale per fornire ...
READ MORE
A Reggio Calabria il Seminario di Costellazioni Sistemiche Familiari
A Reggio Calabria, sabato 2 e domenica 3 aprile, il Seminario di Costellazioni Sistemiche Familiari Reggio Calabria, 23 marzo 2022 - È una grandissima opportunità per sciogliere dinamiche disfunzionali di cui ...
READ MORE
Proteggere lo strato di ozono offre enormi benefici per la salute
Secondo una nuova ricerca, un accordo internazionale per proteggere lo strato di ozono dovrebbe prevenire 443 milioni di casi di cancro della pelle e 63 milioni di casi di cataratta ...
READ MORE
Lo studio rileva che l’attività fisica è benefica per la salute e un’attività più intensa è migliore
L'attività fisica di qualsiasi intensità è benefica per la salute, ma un'attività più intensa ha maggiori benefici, secondo un nuovo studio pubblicato oggi su Nature Medicine. Nel più grande studio ...
READ MORE
La salute al centro della conferenza sul futuro dell’Europa
Mariano Votta, responsabile Affari UE di Cittadinanzattiva e Direttore di Active Citizenship Network, propone la visione per un dibattito verso un'Unione Europea più sana. Le istituzioni europee hanno finalmente approvato la ...
READ MORE
A Lezione di Sostenibilità
Insegnare (e imparare) la Sostenibilità in cucinaChi meglio di colui che fa della cucina il proprio lavoro, può far propri e trasmettere ad altri valori importanti sulla sostenibilità del cibo? ...
READ MORE
Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, premia 354 ospedali “in rosa”
Crescono ancora gli ospedali al fianco delle donne. Tre Bollini Rosa assegnati al Besta L'Istituto Besta è tra i 354 ospedali italiani premiati dalla Fondazione Onda per il suo costante impegno ...
READ MORE
Misurare i cuori spezzati: il divorzio ha effetti
Wellness: Emilia-Romagna pronta alle sfighe del futuro
Una buona scelta per il pargolo
I videogiochi commerciali aiutano a curare le malattie
A Reggio Calabria il Seminario di Costellazioni Sistemiche
Proteggere lo strato di ozono offre enormi benefici
Lo studio rileva che l’attività fisica è benefica
La salute al centro della conferenza sul futuro
A Lezione di Sostenibilità
Fondazione Onda, Osservatorio nazionale sulla salute della donna