La maggior parte di noi conduce una vita fitta di impegni, con un’agenda pienissima. Nel nostro calendario, però, ci sono abbastanza “giorni pigri”?

Un “giorno pigro” è un giorno in cui possiamo non avere alcuna attività programmata e lasciamo che la giornata scorra in modo naturale, senza tempo. Quel giorno abbiamo occasione di ripristinare l’equilibrio in noi stessi.

Possiamo fare meditazione camminata, da soli o con una persona amica, o praticare la meditazione seduta nel bosco. Forse ci andrà di leggere un po ‘, di scrivere a casa alla famiglia o un amico. Può essere una giornata in cui osservare più a fondo la nostra pratica e le nostre relazioni con gli altri, o forse in cui riconosceremo di avere semplicemente bisogno di riposo. Quando abbiamo un po ‘di tempo senza programmi tendiamo ad annoiarci, ad andare in cerca di intrattenimenti, a guardarci in giro in cerca di qualcosa da fare. Un giorno pigro è un’occasione per allenarci a non avere paura dell’inattività. Forse pensi che non far niente sia uno spreco di tempo. Non è così: il tuo tempo è innanzitutto un tempo per “essere” – essere vivo, essere in pace.

Da: Thich Nhat Hanh, “Rilassarsi in consapevolezza” ]

– Thich Nhat Hanh (amazon)
– Thich Nhat Hanh su wikipedia
– EsserePace.org – Thich Nhat Hanh 

Related Posts
Le autoconnotazioni distruttive – Wayne W. Dyer
Chi sei? In quali termini ti definisci? Per rispondere a queste due domande è molto probabile che tu debba fare riferimento alla tua vita passata, un passato già vissuto ma al quale ...
READ MORE
Consapevolezza – Aivanhov
«Per dominare i sentimenti ei pensieri, occorre iniziare sorvegliando i gesti della vita quotidiana. Questo è l'unico modo per sviluppare le facoltà psichiche necessarie alla padronanza di tutte le forze istintive. Finché ...
READ MORE
I rimorsi della rana zen
Siamo alle solite. La rana zen si recò dal suo inestimabile precettore a chieder lumi sulla congruità delle sue scelte morali. Non è che non sapesse di avere esagerato. Ma ...
READ MORE
Meditazione ebraica
Già l’Antico Testamento accenna a tecniche di Meditazione e scuole profetiche. E i profeti utilizzavano arpe, tamburi, cetre e flauti e cercavano l’estasi, cioè la discesa dello Spirito su di ...
READ MORE
Osserva quelle inezie
La meditazione è soprattutto osservazione. Ti raccogli quieto – per quanto possibile silente – e osservi con tanta pazienza tutto ciò che ti accade intorno, sia all’esterno che interiormente. Tuttavia ...
READ MORE
L’illuminazione (racconto tibetano)
Viveva un tempo un uomo buono e generoso, amato e stimato dai più per le buone azioni e l'animo gentile. Un giorno un lama molto rispettato venne in visita al suo ...
READ MORE
L’opportunità di meditare – Ajahn Chah
La noia non è un problema reale; se guardiamo con attenzione, possiamo vedere che la mente è sempre attiva. Dunque, c'è sempre lavoro da fare. Fare personalmente certe piccole cose, come rigovernare con ...
READ MORE
Meditazione guidata sulla solitudine
La solitudine ha un significato e un valore diverso per ciascuno di noi. Per qualcuno è un grande problema, per altri una grande gioia. C’è chi vive in solitudine per scelta, chi ...
READ MORE
Meditazione significa essere consapevoli …
La vita è piena di sofferenza, ma è anche piena di meraviglie: l’azzurro del cielo, la luce del sole, lo sguardo di un bimbo. Soffrire non basta, dobbiamo anche essere ...
READ MORE
Lascia
La vita non è mai a senso unico. Ci sono i momenti per combattere, a volte finanche sino allo stremo, senza darsi mai per vinti e quelli per mollare la presa, ...
READ MORE
Le autoconnotazioni distruttive – Wayne W. Dyer
Consapevolezza – Aivanhov
I rimorsi della rana zen
Meditazione ebraica
Osserva quelle inezie
L’illuminazione (racconto tibetano)
L’opportunità di meditare – Ajahn Chah
Meditazione guidata sulla solitudine
Meditazione significa essere consapevoli …
Lascia