Gli inestetismi della pelle generati da un utilizzo continuativo della mascherina preoccupano gli italiani, da settembre le richieste per un consulto dermatologico sono aumentate del 30% su ProntoPro. Lavare spesso il viso, un make-up leggero con prodotti a base acquosa e una maschera lenitiva a settimana sono alcuni dei consigli per ridurre al minimo l’insorgere di problematiche alla pelle.

Le mascherine sono diventate nel 2020 un elemento indispensabile nella lotta contro il Coronavirus, ma hanno portato con sé anche una serie di complicazioni cutanee. Problematiche confermate dall’Osservatorio di ProntoPro.it, portale di riferimento per domande e offerte di servizi professionali, che evidenzia un aumento del 30% per le richieste di consulenza dermatologica nell’ultimo trimestre. Esiste un modo per ridurre questi fastidiosi effetti collaterali? Prova a rispondere a questa domanda Massimo Morelli, Specialista di ProntoPro in dermatologia e venereologia: “Il contatto costante della pelle del viso con il tessuto della mascherina può generare rossore o prurito, e nei soggetti predisposti può scatenare acne, dermatiti da contatto e nuovi pattern di rughe. Tutti i tipi di pelle sono coinvolti, nessuno escluso, va da sé, comunque, che è soprattutto la pelle sensibile a dover essere trattata con maggior attenzione”. Ecco le dritte del dermatologo.

1. Per la beauty routine la parola d’ordine è leggerezza
Fondamentale lavarsi bene il viso con acqua tiepida e un sapone molto delicato quando ci si toglie la mascherina. Il dermatologo consiglia di prediligere in questo periodo una crema idratante che abbia una texture particolarmente leggera, alla quale abbinare magari qualche siero con acido ialuronico, le creme nutrienti troppo pesanti potrebbero infatti ostruire i pori della pelle del viso. Se si soffre di acne meglio usare i prodotti quotidiani una volta rientrati a casa, invece che al mattino, come si è generalmente abituati. Evitare inoltre di giorno prodotti esfolianti che potrebbero infiammare ancora di più la pelle; applicare almeno una volta a settimana una maschera lenitiva e nutriente per il viso.

2. Le irritazioni si combattono con prodotti idratanti e antiossidanti
C’è un’intera gamma di soluzioni skincare per porre rimedio a qualsiasi reattività cutanea. Gli ingredienti da prediligere sono Vitamina E e niacinamide (Vitamina B3), per le loro proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, più idratanti e protettivi i trattamenti a base di ceramidi e glicerina. Anche la centella asiatica, conosciuta come erba della tigre, e nota per le sue proprietà lenitive e rigeneranti, è in grado di calmare e coprire arrossamenti e irritazioni.

3. Trucco sì o trucco no?
“Il make-up in questo periodo dovrebbe essere ridotto al minimo poiché influisce sulla produzione di sebo – afferma Massimo Morelli – Se proprio non si può fare a meno di fondotinta e correttore, sarebbe bene evitare le formulazioni pesanti, preferendo prodotti a base acquosa, che evaporano sulla pelle”. Anche i cosmetici a base di vitamina E aiutano a tenere a bada screpolature e invecchiamento della cute, grazie alla loro capacità di contrastare i radicali liberi.

4. Attenzione alla corretta manutenzione delle mascherine riutilizzabili
Il consiglio del dermatologo è procedere alle operazioni di lavaggio delle mascherine in tessuto ad una temperatura di 60°C, utilizzando un comune detersivo: i detergenti e i saponi da bucato contengono tensioattivi, ovvero composti chimici che rompono facilmente l’involucro che incapsula il virus. Attenzione però al numero di lavaggi, al fine di non ridurre la performance protettiva della mascherina. In ogni caso dopo avere maneggiato una mascherina usata, è importante igienizzare al meglio anche le mani.

5. Allarme luce blu e invecchiamento precoce della pelle
La luce blu emanata dai dispositivi elettronici penetra il derma e causa un forte stress ossidativo che danneggia l’elasticità cutanea andando a favorire la nascita di rughe. In periodo di smart working e confinamento casalingo è difficile ridurre l’esposizione a questi dispositivi, per fortuna l’industria cosmetica ha formulato trattamenti specifici per contrastare l’invecchiamento cutaneo precoce da essa provocato. Si possono utilizzare creme viso, sieri e contorno occhi che contengono combinazioni specifiche di antiossidanti, a base di vitamina C e vitamina E. L’applicazione di questi prodotti deve essere regolare, mattino e sera.

Related Posts
La segnalazione dell'EGFR stabilizza COL17A1 attraverso l'induzione di TIMP1, necessaria per la motilità cellulare coordinata dalle reti di filamenti di actina e cheratina. Il declino associato all'età della segnalazione EGFR si traduce in una ridotta riepitelizzazione e rigenerazione della pelle. MP, metalloproteinasi.

CREDITO
Dipartimento di biologia delle cellule staminali, TMDU
Le cellule staminali della pelle si muovono per una migliore rigenerazione della pelle I ricercatori della Tokyo Medical and Dental University (TMDU) hanno scoperto che il movimento delle cellule staminali della ...
READ MORE
Terapie oncologiche: tossicità cutanea per 8 pazienti su 10. Dagli esperti i consigli ‘salva-pelle
Gli effetti indesiderati sulla cute sono comuni a molti trattamenti antitumorali, inclusi quelli più innovativi, e possono ledere il benessere psicofisico al punto da compromettere la continuità e l’efficacia del ...
READ MORE
Bellezza Farfetch
Farfetch si rivolge al mercato della bellezza con una nuova offerta gender-neutral La piattaforma di e-commerce di lusso Farfetch ha lanciato una destinazione di bellezza per i consumatori nel Regno Unito, in Europa ...
READ MORE
La Protezione Tiene Banco continua sotto l’ombrellone, tema: no eritema
Lysoform e Fondo Scuola Italia continuano anche nei mesi estivi il progetto “La Protezione Tiene Banco” con “La protezione sotto l’ombrellone”, per giocare in sicurezza in spiaggia e in vacanza. L’esigenza ...
READ MORE
UVB TVB Almonds
Uno spuntino con le mandorle è il complemento perfetto ai tuoi prodotti preferiti per proteggere la pelle dai raggi UVB Studi recenti mostrano l'effetto benefico del consumo di mandorle sulla resistenza ...
READ MORE
Photo by sarahbernier3140 on Pixabay
Prof. Leonardo Celleno: “La pelle ha una sua memoria, protezione fin da piccoli per godere dei benefici del sole” Esporsi in modo sano e sicuro al sole porta con sé molti ...
READ MORE
Louis Vuitton aprirà un nuovo negozio a Doha, in Qatar, presso l'aeroporto internazionale di Hamad
Louis Vuitton aprirà un nuovo negozio a Doha, in Qatar, presso l'aeroporto internazionale di Hamad Dopo aver annunciato l'apertura di un nuovissimo negozio a Doha presso il Place Vendome Qatar Mall , ...
READ MORE
Brabus svela la spettacolare Rolls-Royce Ghost 700
Il motore V12 biturbo Brabus Rolls-Royce Ghost vede aumentare la potenza da 563 CV a 700 CV, con una coppia che ora si attesta a 701 Nm a soli 2.000 giri/min. Di conseguenza, il ...
READ MORE
DIOR apre un nuovo concept store in Qatar: a Place Vendome Qatar!
DIOR ha recentemente aperto un nuovo punto vendita in Qatar presso il Place Vendome Qatar Mall situato nella città satellite di Lusail. Il nuovo negozio Dior non è solo uno dei più grandi del ...
READ MORE
Cosmetici, nasce il servizio per imparare a leggere le etichette
Cosmetici da leggere: arriva il servizio online per imparare a leggere l’etichetta dei cosmetici, ad opera della Dott.ssa Mara Alvaro di Cosmesidoc.itRoma, 22 aprile 2022 - Sono passati quasi dieci ...
READ MORE
Ringiovanimento epidermico grazie alle staminali
Terapie oncologiche: tossicità cutanea per 8 pazienti su
Senza offerta libera
La Protezione Tiene Banco continua sotto l’ombrellone, tema:
UVB TVB Almonds
La prima esposizione al sole non si scorda
Solo roba buona!
Brabus svela la spettacolare Rolls-Royce Ghost 700
DIOR apre un nuovo concept store in Qatar:
Cosmetici, nasce il servizio per imparare a leggere