Secondo un nuovo studio epidemiologico di WVU, gli integratori di glucosamina possono ridurre il rischio di morte correlata al sistema cardiovascolare – e morte in generale -. Lo studio, condotto dalla ricercatrice della School of Medicine Dana King, ha scoperto che l’assunzione giornaliera di integratori di glucosamina / condroitina era associata a una riduzione del 65% della mortalità cardiovascolare e una riduzione del 39% dei decessi complessivi.

Secondo un nuovo studio epidemiologico della West Virginia University, gli integratori di glucosamina possono ridurre la mortalità complessiva così come il regolare esercizio fisico.

“Questo significa che se un giorno esci dal lavoro alle cinque, dovresti semplicemente saltare la palestra, prendere una pillola di glucosamina e andare a casa invece?” ha detto Dana King, professore e presidente del Dipartimento di Medicina di Famiglia, che ha guidato lo studio. “Non è quello che suggeriamo. Continua a fare esercizio, ma il pensiero che anche prendere una pillola sarebbe utile è intrigante.”

Lui e il suo partner di ricerca, Jun Xiang – un analista di dati sanitari della WVU – hanno valutato i dati di 16.686 adulti che hanno completato il National Health and Nutrition Examination Survey dal 1999 al 2010. Tutti i partecipanti avevano almeno 40 anni. King e Xiang hanno unito questi dati con i dati sulla mortalità del 2015.

Dopo aver controllato vari fattori, come l’età, il sesso, lo stato di fumo e il livello di attività dei partecipanti, i ricercatori hanno scoperto che l’assunzione di glucosamina / condroitina ogni giorno per un anno o più era associata a una riduzione del 39% della mortalità per tutte le cause.

È stato anche collegato a una riduzione del 65% dei decessi correlati a cause cardiovascolari. Questa è una categoria che include morti per ictus, malattia coronarica e malattie cardiache, il più grande killer degli Stati Uniti.

“Una volta che abbiamo preso tutto in considerazione, l’impatto è stato piuttosto significativo”, ha detto King.

I risultati appaiono nel Journal of the American Board of Family Medicine .

Lo stesso King assume glucosamina / condroitina, una delle formulazioni più comuni di integratori di glucosamina.

“Faccio parte di un club di ciclisti locale e andiamo a fare escursioni nei fine settimana”, ha detto. “Un giorno ho chiesto agli altri ciclisti se prendevano la glucosamina, e tutti lo hanno fatto. E ho pensato, ‘Beh, mi chiedo se questo è davvero utile?’ È così che mi sono incuriosito. “

Spiega che poiché si tratta di uno studio epidemiologico – piuttosto che di uno studio clinico – non offre prove definitive che la glucosamina / condroitina renda la morte meno probabile. Ma chiama i risultati “incoraggianti”.

“A mio avviso, è importante che le persone lo sappiano, in modo che possano discutere i risultati con il loro medico e fare una scelta informata”, ha detto. “La glucosamina è da banco, quindi è prontamente disponibile”.