Secondo un rapporto pubblicato all’inizio di quest’anno dalla National Alliance for Caregiving e AARP, circa 53 milioni di americani adulti (più di 1 su 5) sono assistenti familiari non pagati. Il numero di caregiver familiari è aumentato di 9,5 milioni tra il 2015 e il 2020. Sebbene il caregiver familiare possa essere un’esperienza gratificante sia per un genitore anziano che per un figlio adulto, spesso è una situazione che porta a stress e burnout.

Le famiglie negli Stati Uniti forniscono dall’80 al 90% dell’assistenza domiciliare a lungo termine per gli anziani. Molte di queste famiglie sono guidate da adulti che fanno parte di adulti di mezza età che si prendono cura di un genitore anziano e al tempo stesso dei propri figli.

Uno stile di vita a “sandwich”
La tipica badante “a sandwich” è una donna sulla quarantina che è sposata, lavora e si prende cura dei suoi genitori (di solito la madre). Tuttavia, il numero di uomini che si prendono cura dei genitori anziani continua a crescere. Quasi il 60% dei familiari che si prendono cura di loro lavora a tempo pieno o part-time e prendersi cura di un anziano spesso influisce sulle loro prestazioni lavorative. A causa dei limiti di tempo, potrebbero non essere in grado di accettare quella grande promozione. Le crescenti esigenze dei genitori anziani possono costringere un figlio adulto a lavorare meno ore. Questo ciclo continuerà a creare stress e tensioni finanziarie sull’adulto in sandwich. Molti di questi adulti vivono in aree rurali che spesso hanno barriere geografiche alle risorse professionali, che li isolano da altri caregiver o familiari.

Nella maggior parte dei casi, la persona anziana che vive con un figlio adulto ha bisogno di assistenza per le attività della vita quotidiana (ADL) – compiti semplici e di routine come vestirsi o fare il bagno. Oltre a ciò, molte famiglie aiutano anche i genitori anziani a coordinare le necessità mediche, somministrare farmaci e fornire sostegno finanziario, emotivo e spirituale. Se questi servizi fossero forniti dal sistema sanitario nazionale, il costo sarebbe di quasi 250 miliardi di dollari all’anno

Oltre alla tensione finanziaria ed emotiva, prendersi cura di un genitore anziano può anche causare tensioni relazionali a molti livelli. Secondo un sondaggio di AgingCare, l’80% dei figli ha affermato che prendersi cura di un genitore anziano mette a dura prova la loro relazione o il loro matrimonio, e il 48% ha affermato che li sta facendo “allontanare”. I bambini di adulti in sandwich potrebbero non capire che anche i loro nonni hanno bisogno di cure e potrebbero risentirsi nei confronti dell’anziano. Li vedono come una minaccia che li sta facendo perdere il legame con i propri genitori.
Chiedere aiuto
Quando trovo il tempo per me stesso? Per il mio matrimonio? Come divido il mio tempo tra i miei figli e il mio genitore anziano? Dove posso trovare risorse per aiutarmi?

Il carico pesante trasportato dalla generazione dei sandwich provoca fattori di stress comuni che inducono i bambini adulti a porre queste domande e altro ancora. Non essere in grado di realizzare tutto di solito causa sensi di colpa. Dal momento che il tempo medio in cui il figlio adulto si prenderà cura dei genitori anziani è di 8 anni, lo stress che si accumula e la difficoltà della situazione possono alla fine costringere il bambino a una realizzazione: è ora di cercare un aiuto professionale e rivolgersi ad un franchising di assistenza anziani.

Solo avere questo pensiero può far sentire più in colpa un bambino adulto, ma è importante ricordare che si può fornire un’assistenza di qualità a qualcuno solo se si prende cura di se stesso. In molti casi, alcune esigenze vengono soddisfatte meglio in modo professionale. L’assunzione di un caregiver a domicilio o l’inserimento di un anziano nella giusta comunità di vita assistita può fornire molte nuove opportunità per il bambino anziano e adulto.

Un assistente domiciliare consentirà a un anziano di rimanere in un ambiente familiare nella casa del proprio figlio o di “invecchiare sul posto” nella propria casa.

Molte volte, la relazione genitore-figlio tra l’adulto anziano e l’adulto è tesa a causa dei ruoli invertiti del caregiver. Le amicizie possono essere perse a causa della mancanza di tempo libero e una qualsiasi di queste relazioni può essere danneggiata a causa dello stress da parte dell’adulto in sandwich.

Solo avere questo pensiero può far sentire più in colpa un bambino adulto, ma è importante ricordare che si può fornire un’assistenza di qualità a qualcuno solo se si prende cura di se stesso. In molti casi, alcune esigenze vengono soddisfatte meglio in modo professionale. L’assunzione di un caregiver a domicilio o l’inserimento di un anziano nella giusta comunità di vita assistita può fornire molte nuove opportunità per il bambino anziano e adulto.

Un assistente domiciliare consentirà a un anziano anziano di rimanere in un ambiente familiare nella casa del bambino adulto o di “invecchiare sul posto” nella propria casa. Una comunità di vita assistita offre un passaggio intermedio per coloro che hanno bisogno di assistenza con ADL ma non hanno bisogno delle cure mediche 24 ore su 24 di una casa di cura. Tali comunità offrono stimoli sociali, esercizio fisico, guida nutrizionale e trasporto.

Ovviamente durante l’attuale pandemia, molte comunità di vita assistita hanno sospeso le attività sociali e sono chiuse ai visitatori in quanto seguono rigorosamente i protocolli di sicurezza Covid-19. Tuttavia, le comunità di ricerca ora ti prepareranno a prendere una decisione per te stesso o per una persona cara anziana quando le porte riapriranno e i divieti di ammissione saranno revocati.

Con il supporto di un caregiver a domicilio o di un ambiente di vita assistito, un anziano è in grado di mantenere un senso di indipendenza e può godere di una migliore qualità della vita. Alleviando lo stress di soddisfare le esigenze di assistenza di un anziano, un bambino adulto può concentrarsi meglio sui propri bisogni e sui bisogni degli altri membri della famiglia. La tranquillità arriverà sapendo che l’amato anziano nella vita del bambino adulto riceve cure di qualità.

Detto questo, molti ritengono che l’aspetto più importante di questo accordo sia che il tempo trascorso con un genitore anziano può davvero essere tempo di qualità. Invece di essere trascinati in tutte le direzioni contemporaneamente, gli adulti messi insieme avranno più tempo per amare le relazioni che hanno con il coniuge, i figli e i loro genitori anziani o persone care.