microwave, oven, appliance
Photo by Clker-Free-Vector-Images on Pixabay

Un nuovo articolo di giornale racconta la campagna dei pediatri Rush per proteggere i bambini da gravi ustioni

Uno sforzo di ricerca e sostegno di 15 anni per rendere i forni a microonde più sicuri ha portato a un cambiamento negli standard di produzione nazionali che renderà le microonde più difficili da aprire per i bambini piccoli, proteggendoli dalle gravi ustioni legate alle microonde che cicatrizzano centinaia di bambini sotto i 5 anni anni negli Stati Uniti ogni anno. I ricercatori del Rush University Medical Center e altri leader della campagna, che hanno lavorato diligentemente per documentare la frequenza e la gravità di queste lesioni e la vulnerabilità dei bambini piccoli nei loro confronti, hanno pubblicato i risultati dei loro sforzi sul Journal of Pediatrics il 20 gennaio.

“Gli sforzi che abbiamo fatto negli ultimi 15 anni hanno recentemente portato a un cambiamento nel modo in cui vengono prodotte le microonde. Nel 2023, i produttori saranno tenuti a incorporare due azioni distinte nell’apertura della porta di un forno a microonde”, ha affermato Kyran Quinlan MD, MPH, professore di pediatria e direttore della Divisione di Pediatria Generale presso il Rush University Medical Center. Quinlan e la collega pediatra Rush Gina Lowell, MD, hanno lavorato a stretto contatto con i colleghi della Burn Unit del Medical Center dell’Università di Chicago per raggiungere l’obiettivo delle porte a microonde resistenti ai bambini.

“Credevamo che se i bambini piccoli fossero stati meno in grado di aprire le porte del forno a microonde, avrebbero avuto meno probabilità di rimuovere gli oggetti riscaldati, come i liquidi e le zuppe di pasta, e sarebbero quindi meno a rischio di gravi ustioni” Quinlan ha aggiunto. “Queste ustioni sono terribilmente dolorose, richiedono la cura dell’unità ustionata e possono cambiare la vita a causa delle cicatrici permanenti che spesso ne derivano”.

Un abstract che presenta i risultati dello sforzo di advocacy è stato scelto come Abstract della descrizione del programma dell’anno durante la conferenza annuale della Injury Free Coalition for Kids nel dicembre 2019.

Secondo l’American Burn Association, il 22,5% dei pazienti nelle unità di ustione negli Stati Uniti sono bambini e la maggior parte dei bambini viene ricoverata per ustioni piuttosto che per ustioni subite negli incendi.

Il viaggio di 15 anni dei ricercatori è iniziato con la documentazione del problema e l’apprendimento di come sono regolamentati i forni a microonde e di come sostenere efficacemente le porte dei forni a microonde a prova di bambino. Nel 2008, i ricercatori hanno pubblicato un’analisi di tre anni di dati sull’unità di combustione che ha rilevato che una percentuale significativa di ustioni riguardava i bambini piccoli che aprivano da soli un microonde e rimuovevano e rovesciavano il contenuto riscaldato del forno.

In quel rapporto, il bambino più piccolo bruciato aveva 18 mesi e quasi la metà dei casi richiedeva innesti cutanei, un processo di rimozione della pelle da una parte del corpo per coprire la sezione di pelle che era stata bruciata.

I ricercatori hanno quindi valutato e documentato le capacità di bambini sani di età compresa tra 15 mesi e 4 anni di utilizzare i forni a microonde. Hanno registrato se i bambini potevano aprire la porta del forno a microonde con un meccanismo a pressione o un meccanismo a tirare, accendere il microonde e rimuovere il suo contenuto.

Lo studio ha rivelato che i bambini di appena 17 mesi potevano aprire la porta del forno a microonde sia a pressione che a tirare, rimuovere ciò che era nel microonde e persino accenderlo. Quasi tutti i bambini sono stati in grado di svolgere ciascuna di queste attività all’età di 2 anni.

I ricercatori hanno quindi lavorato per presentare una proposta di modifica dei requisiti di progettazione delle porte dei forni a microonde per renderle più difficili da aprire per i bambini piccoli. Quinlan e Lowell hanno collaborato con il gruppo di difesa della sicurezza dei prodotti per bambini Kids in Danger per arruolare studenti di ingegneria universitaria per progettare porte a microonde a prova di bambino per dimostrare la loro fattibilità. Il team ha anche presentato la propria ricerca a riunioni nazionali e ha creato un breve video per dare un volto alle statistiche sulle ustioni infantili legate alle microonde.

Alla fine, Quinlan e Marla Robinson MSc, OTR / L, vicedirettore dei servizi di terapia presso l’Università di Chicago Medical Center e un partner nella campagna di advocacy, sono diventati membri votanti del pannello tecnico degli Underwriters Laboratories Standards per i forni a microonde, che definisce gli standard richiesti per qualsiasi microonde venduto negli Stati Uniti.

Dopo i precedenti tentativi falliti di cambiare lo standard per le porte dei forni a microonde, il comitato ha approvato la modifica con un solo voto nel settembre 2018. I nuovi forni a microonde dovranno inoltre includere etichette che avvertono le famiglie del rischio di gravi ustioni per i bambini piccoli.

“All’inizio, abbiamo ritenuto che rendere le porte del forno a microonde più difficili da aprire avrebbe veramente protetto i bambini piccoli da queste ustioni, che erano spesso gravi”, ha detto Quinlan. “Ci è voluto più tempo del previsto, ma ne è valsa la pena.

“Sapevamo di dover lavorare per condividere questa idea e fornire informazioni sufficienti per convincere gli altri che potevano essere una parte del cambiamento che cercavamo, ma alla fine la nostra idea era buona e con tenacia abbiamo realizzato il nostro obiettivo”. 

Related Posts
Una buona scelta per il pargolo
I migliori resort club per bambini in Europa 2022: dove alloggiare per il divertimento in famiglia, consigliati da Briatore e Vacchi Una vacanza al mare nel Mediterraneo è stata a lungo ...
READ MORE
Servire porzioni più grandi di verdure può aumentare il consumo di verdure dei bambini piccoli
Può essere difficile convincere i bambini a mangiare abbastanza verdure, ma un nuovo studio della Penn State ha scoperto che la semplice aggiunta di più verdure ai loro piatti ha ...
READ MORE
Ri-Scatto, il tour fotografico alla scoperta dei vicoli e degli scorci più belli di Napoli
Caffè Borbone sostiene il progetto sociale dell’Associazione Miniera che avvicina i giovani al mondo della fotografia Immortalare con uno scatto le bellezze nascoste nei vicoli di Napoli, le antiche botteghe che ...
READ MORE
Ehi raga ne facciamo di tutti i colori?
Sì perché MaxMayer entra nelle scuole italiane Il respiro dei colori: storia di aria buona con Max Realizzato in collaborazione con «La Fabbrica» http://www.lafabbrica.net, Ente formatore accreditato e riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione, ...
READ MORE
“Che paura la guerra!”: il libro per parlarne e rassicurare i nostri bambini
QUID+, la linea editoriale educativa firmata Gribaudo, pubblica “Che paura la guerra!”, per aiutare genitori e insegnanti a parlare ai più piccoli della paura dei conflitti Una storia illustrata, in ...
READ MORE
Bambini e malattie neuromuscolari: al via la campagna “Si. Donare rende felici”
Fino al 5 dicembre in tutti gli store della catena ODStore sarà possibile donare 1 euro in cassa e ricevere in cambio un cioccolatino Lindt doppio cioccolato: il ricavato andrà ...
READ MORE
Photo by ArmyAmber on Pixabay
Nuove stime rivelano l'entità del carico sanitario del conflitto armato, che nel 2017 ha colpito almeno 630 milioni di donne e bambini in tutto il mondo e ha contribuito a ...
READ MORE
Al via “Brutte Storie”: il nuovo corso di scrittura di Fondazione Bottega Finzioni destinato ai bambini delle scuole primarie per trasformare la rabbia in racconto
BOLOGNA: DA NOVEMBRE 2021 A GIUGNO 2021 L’isolamento aumenta l’aggressività, come ha ben raccontato Konrad Lorenz e come ci sta dimostrando la pandemia: autolesionismi e comportamenti violenti hanno colpito gli adulti ...
READ MORE
Zuppe estive a go go!
ALCE NERO presenta le Zuppe estive realizzate utilizzando ingredienti vegetali e biologici L'estate è arrivata e Alce Nero propone la linea di zuppe adatte anche alla stagione estiva, pronte da gustare, ...
READ MORE
“Alice nel paese delle meraviglie”, un grande classico riscritto in rime e filastrocche da Enzo Venezia per Edizioni Piuma
Edizioni Piuma, a distanza di poco tempo dall’uscita del libro “Il Disegnatore di Nuvole” di Giorgia Simoncelli, torna sul mercato editoriale con uno dei titoli più amati e inserito a ...
READ MORE
Una buona scelta per il pargolo
Servire porzioni più grandi di verdure può aumentare
Ri-Scatto, il tour fotografico alla scoperta dei vicoli
Ehi raga ne facciamo di tutti i colori?
“Che paura la guerra!”: il libro per parlarne
Bambini e malattie neuromuscolari: al via la campagna
The Lancet: il mondo non riesce a soddisfare
Al via “Brutte Storie”: il nuovo corso di
Zuppe estive a go go!
“Alice nel paese delle meraviglie”, un grande classico