I ricercatori dell’Università di Tokyo sviluppano un metodo di coltivazione della carne in laboratorio sotto forma di muscolo di manzo contrattile su scala millimetrica che simula da vicino la carne di bistecca

Tokyo, Giappone – Gli esseri umani sono in gran parte onnivori e la carne in varie forme è sempre stata presente nella dieta della maggior parte delle culture. Tuttavia, con l’aumento della popolazione e la pressione sull’ambiente, è probabile che i metodi tradizionali per soddisfare questo fabbisogno alimentare fondamentale non siano all’altezza. Ora, i ricercatori dell’Università di Tokyo riportano in laboratorio un’innovativa biofabbricazione del tessuto muscolare bovino che potrebbe aiutare a soddisfare la crescente domanda futura di carne dietetica.

Con l’urbanizzazione globale, l’economia della zootecnia sta diventando insostenibile. Da un punto di vista ambientale, i costi della terra e dell’acqua del moderno allevamento su larga scala sono insostenibili, così come le emissioni di gas serra e il pedaggio complessivo del pianeta. Inoltre, vengono sempre più espresse preoccupazioni etiche contro lo sfruttamento disumano delle specie inferiori per il cibo.

Per soddisfare le esigenze future, l’ingegneria dei tessuti della carne coltivata è in fase di sviluppo in diversi centri in tutto il mondo. Tuttavia, la maggior parte dei prodotti a base di carne biosintetica sono carne macinata amorfa o granulare, priva della grana e della consistenza della vera carne animale. Mai Furuhashi, autrice principale, spiega il loro processo di romanzo. “Utilizzando tecniche sviluppate per la medicina rigenerativa, siamo riusciti a coltivare pezzi di carne di dimensioni millimetriche in cui l’allineamento dei miotubi aiuta a imitare la consistenza e la sensazione in bocca della bistecca. Per questo, i mioblasti tratti dalla carne di manzo commerciale sono stati coltivati ​​in moduli di idrogel che potevano essere impilati consentendo fusione in pezzi più grandi. Abbiamo determinato l’impalcatura ottimale e la stimolazione elettrica per promuovere la contrattilità e l’allineamento anatomico del tessuto muscolare per simulare al meglio la carne di bistecca “.

L’autore principale, Yuya Morimoto, descrive il prodotto sintetizzato. “Le nostre analisi delle caratteristiche morfologiche, funzionali e alimentari hanno mostrato che il tessuto muscolare coltivato è promettente come sostituto credibile della bistecca. Le misurazioni della forza di rottura hanno mostrato che la tenacità si avvicinava a quella della carne di manzo naturale nel tempo. Significativamente, la contaminazione microbica non era rilevabile; questo ha implicazioni per la pulizia, accettabilità del consumatore e durata di conservazione. “

“Il nostro metodo apre la strada per l’ulteriore sviluppo di porzioni più grandi di carne coltivata realistica che possono integrare o sostituire le fonti animali”, afferma Shoji Takeuchi, autore senior e corrispondente. “Tuttavia, c’è ancora molta strada da fare prima che la carne coltivata in laboratorio sia indistinguibile da quella reale e gli ostacoli relativi all’accettazione dei consumatori e alla sensibilità culturale vengano superati. Tuttavia, questa innovazione promette di essere un’alternativa verde ed etica alla macellazione degli animali nel soddisfare il nostro bisogno di carne dietetica “.

###

L’articolo, “Formazione di tessuto muscolare bovino 3D contrattile per la costruzione di bistecche coltivate di spessore millimetrico” è stato pubblicato su Science of Food . al DOI: 10.1038 / s41538-021-00090-7. 

Related Posts
Intelligenza Artificiale: motore di sviluppo o pericolo imminente per l’umanità?
L'intelligenza artificiale è un possibilità di sviluppo o un pericolo imminente per l'umanità? Le risposte nel nuovo libro di Giancarlo Elia Valori, top manager e grande protagonista delle relazioni internazionali. ...
READ MORE
Steak bisteak
Sono uno chef casalingo, ma ho fatto ricerche approfondite e ho sperimentato i modi migliori per cucinare una bistecca. Penso che ci siano quattro modi principali per cucinare una bistecca. ...
READ MORE
Reveve e Shiseido collaborano per lanciare la prima esperienza di consulenza per il trucco digitale al mondo
La società di tecnologia di bellezza Reveve ha ampliato la sua collaborazione con il marchio di cosmetici e cura della pelle di lusso Shiseido lanciando un'esperienza pionieristica di AI Makeup ...
READ MORE
La carne vegetale di Heura sbarca su Cortilia
I prodotti plant-based della start-up spagnola sono disponibili sull’innovativo e-commerce italiano a filiera corta A pochi mesi dall’ingresso nel mercato italiano, Heura Foods, il marchio spagnolo di carne vegetale presente in ...
READ MORE
Pol pet
Polpettine alla crema Difficoltà: Facile In questa ricetta, le polpette dopo rosolatura, sono cotte in umido con le verdure, che sono poi addensate con la panna. Si tratta di una preparazione piuttosto impegnativa ...
READ MORE
Carne coltivata
Lo studio sulle cellule staminali apre la strada alla produzione di carne coltivata Gli scienziati hanno per la prima volta ottenuto cellule staminali da bestiame che cresce in condizioni chimicamente definite, ...
READ MORE
Arriva Special Box by “Carne, diversamente macellai”
La prima box di carne che porta a casa tua ogni mese ricette da tutto il mondo Innovare in modo intelligente, cogliendo tendenze ed opportunità di mercato, questo è l’approccio che ...
READ MORE
Un robot Ubtech Walker X gioca a scacchi cinesi durante la Conferenza mondiale sull’intelligenza artificiale (WAIC) del 2021 allo Shanghai World Expo Center l′8 luglio 2021 a Shanghai, in Cina.
VCG | VCG tramite Getty Images
PUNTI CHIAVE L’intelligenza artificiale può eccellere in compiti specifici e ristretti come giocare a scacchi, ma fa fatica a fare bene più di una cosa. Sebbene l’intelligenza artificiale abbia ancora ...
READ MORE
Intelligenza Artificiale: motore di sviluppo o pericolo imminente
Steak bisteak
Reveve e Shiseido collaborano per lanciare la prima
La carne vegetale di Heura sbarca su Cortilia
Pol pet
Carne coltivata
Arriva Special Box by “Carne, diversamente macellai”
Come si evolverà l’IA nel 2022