coupon, coupons, discount
Photo by DavidRockDesign on Pixabay

I ricercatori analizzano se è possibile far crescere contemporaneamente l’economia senza produrre più inquinamento

L’inquinamento manifatturiero è ormai diffuso e colpisce tutte le regioni del mondo, con gravi conseguenze ecologiche, economiche e politiche. L’accresciuta preoccupazione e controllo dell’opinione pubblica ha portato numerosi governi a considerare politiche che mirano a ridurre l’inquinamento e migliorare le qualità ambientali. Gli accordi intergovernativi come l’accordo di Parigi e gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite si concentrano tutti sulla riduzione delle emissioni di inquinamento. In particolare, mirano a raggiungere una “società a emissioni zero”, il che significa che l’inquinamento viene ripulito mentre viene prodotto, riducendo allo stesso tempo l’inquinamento (questa idea di affrontare l’inquinamento è indicata come la “regola dell’asilo”).

Naturalmente, qualsiasi sforzo per raggiungere questo obiettivo richiede investimenti monetari e modifiche alle strategie di produzione che, molti temono, potrebbero danneggiare l’economia. Ora, uno studio di modellazione condotto da ricercatori della Tokyo University of Science e della Shoko Chukin Bank, in Giappone, pubblicato sul Journal of Cleaner Production, mostra che è possibile realizzare la crescita economica contemporaneamente alla conservazione dell’ambiente. “Esistono modelli esistenti che esaminano come le economie fluttuano in varie condizioni, come la diversa qualità ambientale o le aliquote fiscali, ma questi modelli non hanno esaminato gli effetti dell’implementazione della regola dell’asilo”, il prof. Hideo Noda, autore principale dello studio, spiegato. “Quindi abbiamo pensato che fosse importante estendere il modello e includere una condizione in cui l’ipotetica società spenda una parte del suo PIL per raggiungere le emissioni zero. Guardare alle emissioni è anche più tangibile e più facile da afferrare rispetto a un concetto più vago di ‘qualità ambientale. ‘”

I ricercatori hanno utilizzato un modello economico che consente il movimento avanti e indietro tra due fasi: una fase di non innovazione e una fase di innovazione. La chiave di questo modello è l’importanza dell’innovazione; i precedenti modelli incentrati sull’ambiente e sull’economia non consideravano l’innovazione (ad es. ricerca e sviluppo) come uno dei principali motori della crescita economica nelle nazioni più sviluppate. Riconoscere questa connessione è essenziale per migliorare le nostre conoscenze su come i problemi ambientali e la crescita economica siano collegati.

Quando i ricercatori hanno incluso regole per la società a emissioni zero, il modello ha indicato che era compatibile con la crescita economica (cioè una crescita sostenuta del PIL), nonostante una parte del PIL fosse dedicata alla riduzione dell’inquinamento. Perché questo funzioni, tuttavia, il modello dice che il PIL deve essere al di sopra di un certo livello. Inoltre, l’importo del PIL destinato alla riduzione dell’inquinamento deve essere flessibile. I ricercatori hanno anche osservato che nella fase di non innovazione, la crescita del PIL è maggiore e l’importo speso per la riduzione dell’inquinamento diminuisce più rapidamente. Al contrario, nella fase di innovazione, la crescita del PIL è inferiore e anche la diminuzione della spesa per combattere l’inquinamento è più lenta.

Secondo il Prof. Noda, questo lavoro fornisce importanti basi teoriche per la politica, perché attualmente la relazione tra zero emissioni e crescita economica non è ben compresa. “Tuttavia, questo argomento è estremamente rilevante per qualsiasi spinta politica per la sostenibilità: ad esempio, una sezione degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite si concentra esplicitamente sulla crescita economica”, spiega. “Il nostro modello dovrebbe aiutare a persuadere i leader di alcuni paesi che è possibile ridurre le emissioni senza far crollare l’economia”.

Ciò, spera il prof. Noda, potrebbe a sua volta rendere i leader più desiderosi di attuare i cambiamenti che sono urgentemente necessari per affrontare le crisi ambientali globali come il cambiamento climatico. 

Related Posts
Non solo graffiti al Museo di Nadro in Valcamonica
Il Museo di Nadro (Ceto, BS) si trasforma in Centro Culturale, tra laboratori di archeologia sperimentale (ceramica, tecniche di sopravvivenza), corsi di teatro e danza, cinema, conferenze e mostre d’arte ...
READ MORE
Mondiali 2022 Qatar: Fortnum & Mason apre a Doha presso Place Vendome Qatar
Fortnum & Mason , uno dei grandi magazzini più importanti e prestigiosi di Londra, apre la sua prima filiale in Qatar in vista della Coppa del Mondo FIFA 2022. Situato nel cuore della città ...
READ MORE
I mecenati della cultura si trovano nella Repubblica di San Marino
La Repubblica di San Marino terra di cultura: sabato il GRAN GALA del MECENATISMO CULTURALE La musica come linguaggio universale dell'arte e della cultura, il belcanto come valore assoluto: questi i ...
READ MORE
‘Hunter eyes’: al Congresso SIME svelato il segreto della seduzione
L’intervento di Carlo Graziani al 43° Congresso SIME La comunicazione avviene attraverso lo sguardo. Proprio per questo spopolano le richieste per avere gli “Hunter eyes”, meglio intesi come “occhi da cacciatore” ...
READ MORE
Esports: come l’industria dell’ospitalità in difficoltà potrebbe trarre vantaggio da questo enorme business
Il campionato mondiale di League of Legends allo Staples Center di Los Angeles nel 2016. Patrick Knight/Wikipedia , CC BY-SA Durante la pandemia, il mondo dello sport si è fermato. Eventi globali come le Olimpiadi, ...
READ MORE
Scusate se è poco ma intanto vivo e godo
Sono passati appena due anni dall’avvio di questo sito (13 maggio 2020) e siamo già arrivati a 3060 articoli pubblicati. L’intenzione di partenza era poggiata su due riferimenti concreti: offrire ...
READ MORE
EssilorLuxottica registra un aumento dei ricavi del 38,1% nel primo trimestre 2022
Il gruppo italo-francese di occhiali  EssilorLuxottica SA ha registrato un forte aumento dei ricavi del primo trimestre, aiutato da una buona performance nella maggior parte delle regioni. Il produttore di occhiali da sole Persol , Oakley  e  Ray-Ban  ha ...
READ MORE
Identificare la povertà sul pianeta Terra dallo spazio
Nonostante i successi nella riduzione della povertà a livello globale negli ultimi due decenni, quasi un miliardo di persone vive ancora senza accesso a un'elettricità affidabile e conveniente, che a ...
READ MORE
Come evitare di mangiare il mondo
Dalla decrescita a una trasformazione sostenibile del sistema alimentare“Solo ridurre le dimensioni del nostro attuale sistema alimentare non ridurrà di molto le emissioni. Invece, dobbiamo trasformare la natura stessa di ...
READ MORE
Summer Fit Plan
Rimettersi in forma per l’estate: la startup Cotto al Dente lancia “Summer Fit Plan” un piano di allenamento per mettersi in forma in 8 settimaneL’estate è alle porte e con ...
READ MORE
Non solo graffiti al Museo di Nadro in
Mondiali 2022 Qatar: Fortnum & Mason apre a
I mecenati della cultura si trovano nella Repubblica
‘Hunter eyes’: al Congresso SIME svelato il segreto
Esports: come l’industria dell’ospitalità in difficoltà potrebbe trarre
Scusate se è poco ma intanto vivo e
EssilorLuxottica registra un aumento dei ricavi del 38,1%
Identificare la povertà sul pianeta Terra dallo spazio
Come evitare di mangiare il mondo
Summer Fit Plan