L’Associazione  PLUG, la cartiera FAVINI e Il Centro Internazionale di Formazione  ITCILO promuovono il contest internazionale di poster sul tema dell’inclusione digitale

 

“Becoming e-Quals” è la nuova call di  Posterheroes i creativi di tutto il mondo sono invitati ad esprimersi sul tema dell’inclusione digitale. Con il titolo “Becoming e-Quals” il contest intende stimolare il dibattito sul tema dell’uguaglianza intesa come possibilità di accedere alle opportunità connesse ai sistemi informatici. La scadenza  delle domande per partecipare al contest è fissata per il 25 giugno prossimo. La call internazionale del concorso Posterheroes, giunto alla decima edizione, è online. Becoming e-Quals prevede la realizzazione di un poster-manifesto in formato 70×100 cm. L’iniziativa è promossa dall’Associazione  PLUG, dal  Centro Internazionale di Formazione  ITCILO e  dalla cartiera FAVINI Srl, un Gruppo a geografia multinazionale, leader mondiale nella ideazione e realizzazione di

supporti release. I recenti eventi globali hanno disegnato un nuovo modo di intendere la normalità, pertanto anche l’approccio al digitale è completamente cambiato e sta a noi adattarsi, conviverci ogni giorno e soprattutto creare i presupposti per uno sviluppo organico e sistemico della nostra società. Da questa necessità, amplificata dalla pandemia ma intrinsecamente legata al progredire della civiltà, nasce l’urgenza di affrontare una tematica quanto mai attuale quale l’Inclusione Digitale, intesa come tutte quelle attività tese ad assicurare che gli individui e le comunità possano  equamente accedere e beneficiare delle opportunità connesse ai sistemi informatici e alle

telecomunicazioni. Quindi ci chiediamo: Are we becoming e-Quals ?

Posterheroes propone di interpretare questo tema attraverso l’obiettivo del “digital inclusion”. In collaborazione con il Learning Innovation Program di ITC-ILO, Organizzazione Internazionale del Lavoro, l’agenzia specializzata delle Nazioni Unite che si occupa di promuovere la giustizia sociale e i diritti umani internazionalmente riconosciuti, gli organizzatori del contest PLUG e Favini intendono promuovere uno scenario positivo in cui siano garantite l’accessibilità,

l’inclusione e l’uguaglianza nel mondo del digitale. Come sempre, Posterheroes vuole incoraggiare una riflessione positiva, esaltando il valore della sostenibilità sociale  invitando i graphic designer professionisti e gli aspiranti tali a considerarla come una risorsa su cui costruire le comunità del domani. La rinnovata partnership tra PLUG, FAVINI e Il Centro Internazionale di Formazione ITCILO, testimonia l’impegno dei soggetti nel promuovere il graphic design e l’illustrazione quali mezzi espressivi a servizio della comunità e amplifica le potenzialità di comunicazione del concorso.

Come ogni anno, una giuria internazionale, formata dai professionisti e dagli artisti più rilevanti del panorama del graphic design, selezionerà i 40 poster vincitori, che saranno oggetto di mostre,  eventi e produzioni editoriali a cura dell’associazione PLUG, mentre gli organizzatori decreteranno chi sarà il primo classificato, che riceverà una menzione speciale accompagnata da un premio in danaro di duemila cinquecento euro. Sul sito dell’iniziativa è possibile scaricare il brief ed il regolamento del concorso. Posterheroes si ripropone – dichiara il Presidente dell’Associazione Plug Giuseppe Tuttobene – di stimolare l’impegno della comunità creativa su un tema sociale, differente ogni anno. La grande attenzione al digitale, conseguente ai mesi di lockdown, ha messo in evidenza a livello globale la stretta relazione tra accesso agli strumenti informatici e digitali e uguaglianza sociale, al centro di questa edizione. Posterheroes ha ricevuto più di 10.863 poster in questi anni, da più di 100 nazioni diverse. I poster vincitori sono stati selezionati da una giuria di cinquantacinque membri di esperti internazionali nel campo dell’illustrazione, dell’animazione, delle arti e della comunicazione visiva. L’ultima Edizione Posterheroes HUMAN AT WORK ha visto la partecipazione 2.641 candidati, provenienti da 117 nazioni differenti, tra cui: Cina, Russia; Turchia, India, Iran, USA, Brasile.

Harry di Prisco