detox, detoxify, diet

Uno studio del Center for Nutraceuticals dell’Università di Westminster ha scoperto che i frullati proteici a base vegetale possono essere potenziali alternative valide ai frullati proteici del siero di latte a base di latte, in particolare nelle persone che necessitano di un attento monitoraggio dei livelli di glucosio.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Nutrients , è il primo a dimostrare che le proteine ​​della patata e del riso possono essere altrettanto efficaci nel gestire l’appetito e possono aiutare a gestire meglio i livelli di glucosio nel sangue e ridurre i picchi di insulina rispetto alle proteine ​​del siero di latte.

Durante lo studio è stata misurata la risposta metabolica del sangue dei partecipanti dopo aver bevuto frullati di patate, riso e proteine ​​del siero di latte. L’appetito è stato anche monitorato nelle tre ore successive per capire come queste bevande possano influenzare la fame dei partecipanti e il loro desiderio di mangiare.

La ricerca ha osservato che i frullati proteici vegani hanno portato a un aumento inferiore dell’insulina nel sangue rispetto al siero di latte, mentre le proteine ​​​​della patata hanno impedito qualsiasi aumento dell’insulina. Ciò potrebbe spiegare il miglior controllo della glicemia dopo il consumo della proteina vegetale e pone la questione se i frullati proteici vegani siano più adatti per le persone che hanno bisogno di controllare i propri livelli di glucosio nel sangue come i diabetici e gli obesi.

È interessante notare che il rilascio dell’ormone chiave GLP-1 che regola l’appetito è stato maggiore dopo aver bevuto il frullato di proteine ​​del siero di latte. Tuttavia, la maggiore risposta al GLP-1 non si è tradotta in una maggiore sensazione di pienezza poiché non sono state osservate differenze nella percezione dell’appetito tra i tre diversi frullati proteici.

Le tendenze dei consumatori nell’assunzione di proteine ​​sono in aumento con i derivati ​​delle proteine ​​del latte come il siero di latte ampiamente utilizzati in prodotti di consumo come frullati proteici, alimenti fortificati e bevande.

Ci sono prodotti proteici alternativi disponibili per vegetariani e vegani come proteine ​​di soia, riso, grano e piselli, ma c’è una relativa mancanza di prove sui loro benefici per la salute rispetto alle proteine ​​del latte. La proteina della patata è un nuovo prodotto proteico a base vegetale ottenuto dal materiale di scarto della produzione di fecola di patate ed è una fonte proteica economicamente sostenibile. Questo studio fornisce la prima prova che suggerisce che potrebbe essere un’alternativa alle fonti di proteine ​​del siero di latte.

Il professor M Gulrez Zariwala, autore corrispondente e direttore del Center for Nutraceuticals presso l’Università di Westminster, ha dichiarato: “Le preoccupazioni globali sulla sostenibilità hanno portato a spostamenti dei consumatori verso un’alimentazione etica e un cambiamento nelle abitudini alimentari con una maggiore adozione di diete vegetariane e vegane.

“Tuttavia, la ricerca in questo settore è ancora carente e sarebbe interessante chiarire se le proteine ​​di origine vegetale possono fornire benefici per la salute metabolica identici a quelli delle fonti tradizionali come il latte.

“I nostri risultati gettano nuova luce in quest’area e migliorano la nostra comprensione di come le proteine ​​di origine vegetale possono essere una fonte di cibo più sostenibile ma nutrizionalmente benefica. Abbiamo in programma di condurre studi di follow-up per ulteriori ricerche in questa entusiasmante area”.

Riferimenti

Related Posts
100% Frullato Valfrutta, il nettare solo frutta nel brik da litro
Tre mix speciali solo 100% frutta frullata senza zuccheri aggiunti nel formato ideale per tutta la famiglia. La frutta nella sua naturale essenzialità, senza zuccheri aggiunti e in nuovi gusti mixati ...
READ MORE
100% Frullato Valfrutta, il nettare solo frutta nel