Un numero crescente di turisti ha scelto la Croazia per le vacanze

Isola Levrnaka NP Kornati foto Boris Kacan CNTB

In Croazia ad agosto sono stati realizzati più di 30 milioni di pernottamenti

 

La Croazia nell’agosto scorso ha avuto un vero record di arrivi da molti paesi del mondo, attestandosi come meta sempre più gradita ai turisti che voglio trovare una destinazione sicura e vicina, dove i prezzi sono contenuti e le bellezze delle città d’arte e delle sue spiagge sono ambite da tutti.

Nell’agosto 2021 in Croazia si sono registrati 4,3 milioni di arrivi e 30,7 milioni di pernottamenti, ovvero il 59% in più di arrivi e il 46% in più di pernottamenti rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Allo stesso tempo, i turisti stranieri hanno realizzato 26,7 milioni di pernottamenti, mentre i turisti nazionali hanno realizzato 4 milioni di pernottamenti.

Rispetto ai risultati del 2019, ad agosto di quest’anno sono stati realizzati l’86 % degli arrivi e il 93 % dei pernottamenti.

Le destinazioni che hanno attirato il maggior numero di visitatori sono: Dubrovnik è in cima alla classifica con 164.000 arrivi, Spalato subito dopo con 160.000, Rovigno (149.000), Medulin (125.000) e Parenzo (125.000).

Le statistiche ancora non definitive segnalano che ad agosto la maggior parte dei turisti proveniva dalla Germania (1,1 milioni), Polonia (338.000), Austria (317.000), Repubblica Ceca (250.000), Slovenia (239.000) e Italia (205.000). Di questi paesi con il maggior numero di arrivi ad agosto, rispetto all’agosto dello scorso anno, sono giunti in Croazia dalla Germania l’83% in più, mentre il 7% in più provenivano dalla Polonia, il 182% in più dall’Austria, il 30 % in più dalla Repubblica Ceca, dall’Italia addirittura il doppio. I turisti Sloveni sono stati in pratica gli stessi riferendosi al medesimo periodo dello scorso anno. Nikolina Brnjac Ministro del Turismo e dello Sport della Croazia ha dichiarato: «Possiamo essere soddisfatti dei risultati dei primi otto mesi e vorrei ringraziare tutti per l’impegno, il lavoro, l’adattabilità e la responsabilità. L’anno turistico continua e la migliore prova è il fatto che in questo momento ci sono circa 680.000 turisti in Croazia, che è il livello del numero di turisti che abbiamo avuto in questo momento nel 2019».  Pertanto il mese di settembre si apre con i migliori auspici e «vogliamo continuare allo stesso ritmo per stimolare ulteriormente lo sviluppo economico e garantire una posizione di partenza ancora migliore per il turismo per il prossimo anno», ha concluso il ministro  Nikolina  Brnjac.

 

La maggior parte dei pernottamenti sono stati in residenze private come campeggi e hotel. L’incremento più alto rispetto all’anno precedente è stato ottenuto negli alloggi dei campeggi (93% in più) e hotel (86% di pernottamenti in più), seguiti dagli alloggi privati ​​e charter, con una crescita media di circa il 35%.  Il direttore dell’Ente Nazionale Croato per il turismo Kristjan Stanicic, ha affermato: «Alle nostre spalle c’è la parte principale della stagione estiva dove l’intero settore turistico croato ha svolto un ottimo lavoro. Abbiamo davanti a noi settimane in cui, secondo i segnali dei nostri più importanti partner e tour operator, possiamo aspettarci un traffico turistico molto buono». La Croazia non si ferma a rallegrarsi dei risultati raggiunti, anzi ha già predisposto diverse attività promozionali per garantire un’ulteriore visibilità del  Paese nel mercato turistico, al fine di  consolidare le posizioni raggiunte dalla Croazia, scelta  come una destinazione di qualità, diversificata e soprattutto sicura in cui vengono rispettate le misure epidemiologiche dei protocolli. Nei primi otto mesi di quest’anno ci sono stati in Croazia 10,7 milioni di arrivi e 67,9 milioni di pernottamenti, ovvero il 56% in più di arrivi e il 43% in più di pernottamenti rispetto ai primi otto mesi del 2020. Le destinazioni più gettonate sono state: Rovigno con 2,7 milioni di pernottamenti, Vir e Parenzo con 2 milioni di arrivi. Questi dati confermano che la Croazia ha molto da offrire con le sue innumerevoli bellezze naturali, il suo patrimonio culturale ed eno-gastronomico. La Croazia è una terra ricca di tradizioni e molto variegata, è la terra delle mille isole, ma è anche la terra dei mille volti della gastronomia, qui si trovano piatti a base di pesce tipici della tradizione mediterranea, e piatti a base di carne originari dell’entroterra.

Harry di Prisco

Palmizana Hvar-foto Hrvoje Serdar, CNTB

 

Related Posts
Fughe gastronomiche con Hilton
Sette ristoranti stellati Michelin da scoprire e divorare in tutta Europa LONDRA, Regno Unito - I viaggiatori con un gusto per la cucina di lusso possono combinare incredibili esperienze culinarie con alcune delle ...
READ MORE
Foto Kempinski Hotel Adriatic
Dopo una chiusura stagionale, il lussuoso resort a cinque stelle con golf e spa Kempinski Hotel Adriatic ha riaperto i battenti venerdì 8 aprile 2022.  Con uno chef esecutivo di nuova nomina e ...
READ MORE
Isola di Brac Bol foto Aleksandar Gospic
Croazia: le principali novità al Salone del Turismo di Roma 2022 cessate le restrizioni per l’ingresso nel Paese. Varia, sorridente, sicura e vicina: la Croazia è la destinazione ideale per ...
READ MORE
Safe Stay in Croatia il marchio che indica le attrazioni turistiche che hanno adottato gli standard globali di igiene e salute
La Croazia … perché no !La Croazia rilancia il turismo e punta sulla sicurezza con il marchio nazionale Safe Stay in Croatia Safe Stay in Croatia è il nuovo marchio ...
READ MORE
Pola foto Ivo Biocina
Il caldo inverno di Pola e della  riviera meridionale istriana di Medolino Una destinazione turistica storico-culturale di successo per il turismo invernale     “Non riempire di giorni la tua vita, riempi di vita ...
READ MORE
Fughe gastronomiche con Hilton
Il Kempinski Hotel Adriatic riapre i battenti
La Croazia protagonista al “ Travel Show” di
Safe Stay in Croatia il marchio che indica
Pola una città per tutte le stagioni