I ricercatori hanno studiato gli effetti fisiologici dei videogiochi attivi e li hanno confrontati con le forme tradizionali di esercizio.
CREDITO: Dr Pooya Soltani, Università di Bath

I videogiochi possono avere benefici per la salute simili al jogging
I videogiochi attivi potrebbero essere un modo motivante per i diabetici di tipo 1 di mantenersi attivi e aiutare a gestire la loro condizione

I videogiochi attivi hanno effetti positivi sulla salute sul corpo simili a quelli degli esercizi tradizionali, come fare jogging su un tapis roulant, secondo un nuovo studio. I ricercatori affermano che questi giochi potrebbero essere utilizzati dai diabetici di tipo 1 come un modo più divertente per rimanere attivi e gestire la propria condizione.

Mentre il tempo trascorso davanti allo schermo sedentario giocando ai videogiochi è spesso accusato di causare obesità, ipertensione e diabete, una nuova ricerca suggerisce che alcuni videogiochi potrebbero incoraggiare i giocatori a essere più attivi.

Ricercatori del Brasile e del Regno Unito hanno condotto uno studio randomizzato per indagare sugli effetti fisiologici dei videogiochi “attivi”, o exergame, in cui il giocatore utilizza i movimenti del corpo per controllare il gioco e segnare punti.

Hanno misurato gli effetti cardiovascolari, tra cui frequenza cardiaca, pressione sanguigna, efficienza del consumo di ossigeno (denominato doppio prodotto) e funzione endoteliale (per mantenere la fluidità del sangue), oltre a registrare i livelli di divertimento dei volontari con diabete di tipo 1 dopo aver giocato videogiochi attivi o corsa su tapis roulant con intensità moderata.

Hanno preso le letture subito dopo, 30 minuti dopo e 24 ore dopo l’attività, ripetendole in sessioni bisettimanali per tre settimane.

I loro risultati, pubblicati su Games for Health Journal , hanno scoperto che giocare ai videogiochi attivi ha dato effetti fisiologici molto simili all’esercizio tradizionale sul tapis roulant e che i livelli di glucosio nel sangue sono scesi a livelli sicuri dopo entrambi i tipi di esercizio.

La principale differenza che i ricercatori hanno scoperto è che i partecipanti hanno trovato i videogiochi molto più motivanti e divertenti rispetto all’esercizio tradizionale. L’elemento del gioco di segnare punti, guadagnare badge e essere ricompensati per lo sforzo ha anche aiutato a incoraggiare i partecipanti a ripetere l’esercizio e cercare di migliorare le loro prestazioni nel tempo.

Il dottor Pooya Soltani, ricercatore presso CAMERA , con sede presso l’Università di Bath, ha dichiarato: “L’esercizio è già raccomandato dai medici come un modo senza farmaci per gestire i livelli di zucchero nel sangue dei diabetici, insieme alla dieta, ma può essere difficile per le persone attenersi a routine di esercizi a lungo termine.

“Anche se non è la soluzione magica per mantenersi attivi, abbiamo scoperto che i giocatori si sono divertiti molto più a giocare agli exergame che a correre.

“Questo è molto importante quando l’aderenza alle attività fisiche tradizionali è generalmente bassa nei pazienti diabetici”.

I ricercatori hanno eseguito la prova utilizzando il gioco Kinect Adventures con il sistema Kinect su Xbox, che ha una telecamera che tiene traccia dei movimenti dei giocatori nel gioco.

I ricercatori sperano che, sebbene non sia un sostituto diretto dell’esercizio tradizionale, l’uso degli exergame potrebbe incoraggiare i pazienti a essere attivi più spesso.

Il dottor Jorge Brito-Gomes, ricercatore presso l’Universidade Federal do Vale do São Francisco, in Brasile, ha dichiarato: “Giocare agli exergame potrebbe aiutare alcuni diabetici a gestire una condizione permanente.

“L’esercizio di gioco non solo ti distrae dallo sforzo, ma lavorare per ottenere ricompense nel gioco o persino competere contro gli amici ti aiuta a motivarti a continuare a tornare per fare di più”.

Il team esaminerà poi i benefici dei giochi di equilibrio e gli effetti della realtà virtuale sull’equilibrio per i diabetici che hanno problemi ai piedi associati alla loro condizione.

Il dott. Brito-Gomes apprezza il dott. Soltani e l’Università di Bath per la partnership scientifica e ha affermato: “Spero sinceramente che i risultati di questo studio stimolino i pazienti diabetici a esercitare di più con livelli di divertimento più elevati e li aiutino a gestire meglio la loro malattia”.