no suffer society, new york city, world trade center

Per l’occasione, prevista l’esibizione della cantante israeliana e star internazionale Noa Kirel

La MUO – Miss Universe Organization, il Ministero del Turismo israeliano e la città di Eilat hanno reso noto che il 70° concorso MISS UNIVERSE® andrà in onda in diretta da Eilat, Israele, il 12 dicembre 2021 alle 19:00.

Durante l’evento è prevista un’esibizione della cantante israeliana e star internazionale Noa Kirel.

“Sono onorata di esibirmi a Miss Universo. – spiega Kirel – Credendo in se stesse e inseguendo senza paura i propri sogni, queste donne di tutto il mondo vivono e respirano i valori della Miss Universe Organization, e non vedo l’ora di condividere questo momento celebrativo con tutte loro su questo incredibile palcoscenico globale”.

La competizione di quest’anno sarà anche caratterizzata dalla partecipazione di due concorrenti della regione: Miss Universo Emirati Arabi Uniti e Miss Universo Marocco. Sarà la prima volta che una rappresentante degli Emirati Arabi Uniti partecipa al contest. E per Miss Universo Marocco sarà un ritorno di partecipazione per la prima volta in oltre quattro decenni.

“Nonostante le sfide che la pandemia di COVID-19 ha posto sul nostro cammino, sapevamo come mantenere l’equilibrio tra salute ed economia, per riportare il turismo in Israele”, ha affermato il ministro del turismo israeliano Yoel Razvozov. “Avevamo bisogno di creare ancore turistiche che promuovessero e presentassero Israele al mondo come una nazione vaccinata che invogliasse i turisti a tornare. Il concorso di Miss Universo è senza dubbio un aggancio importante e significativo di questo piano”.

L’organizzazione ha anche svelato i dettagli per la sede della competizione: un’arena all’avanguardia e costruita su misura. La “Universe Arena” personalizzata, importata dal Portogallo, raggiunge un’altezza di 16,5 metri e ha la capacità di contenere oltre 70 tonnellate di attrezzature. L’edificio è curato per ospitare riprese televisive e contiene un palco e circa 5.000 posti a sedere.

I vertici del MUO sono stati in Israele per tutto il mese di ottobre per visitare il Paese e partecipare alle riunioni di pianificazione. Hanno incontrato il sindaco di Eilat, Eli Lankri, e hanno supervisionato da vicino l’infrastruttura e i lavori di costruzione del complesso di Miss Universo.

“La scelta di Eilat continuerà a rafforzare la sua posizione di città turistica internazionale leader”, ha affermato Lankri. “Centinaia di milioni di spettatori in tutto il mondo potranno godere della rara bellezza della città di Eilat e dei suoi siti spettacolari”.

“Eilat è sempre più vicina: un luogo di vacanza tutto l’anno dove in pieno inverno sarà possibile fruire di un sole e un mare straordinario, con la possibilità di escursioni nel deserto, alla scoperta di natura, tradizione e storia. Speriamo che questa possa essere un’occasione per accogliere tanti amici italiani che qui arriveranno per tifare in favore della rappresentante italiana” ha dichiarato Kalanit Goren Perry, direttrice dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo a Milano.

Le concorrenti arriveranno in Israele prima della competizione per esplorare tutto ciò che il Paese ospitante ha da offrire, iniziando da Gerusalemme e terminando il loro viaggio a Eilat, dove si svolgerà la competizione.

La competizione, oltre a celebrare negli ultimi 70 anni le donne forti e le loro potenzialità, accenderà anche i riflettori sulla questione del riscaldamento globale come parte di un’agenda green che corrisponde ai valori del Paese ospitante. Utilizzando la piattaforma Miss Universo, la produzione del 12 dicembre metterà in evidenza sia le audaci concorrenti del passato che le questioni sociali e globali che hanno affrontato nel loro tempo, e il fatto che il cambiamento climatico è nell’agenda mondiale per la prossima generazione di donne. La trasmissione mirerà a sensibilizzare le centinaia di milioni di spettatori, con la speranza di ispirare l’azione nella comunità dei concorrenti.

“Come azienda che ha il netto vantaggio di portare i riflettori globali sui problemi del mondo, non vedo l’ora di mostrare come i nostri concorrenti possono fare la differenza nelle loro comunità e in tutto il mondo”, ha affermato Paula M. Shugart, presidente di MUO. “So che la città di Eilat fornirà un grande spazio per i nostri concorrenti per imparare e crescere insieme”.

I biglietti per la trasmissione televisiva in diretta, il concorso preliminare e l’iconico National Costume Competition saranno in vendita a partire dal 15 novembre.

Miss Universe Organization (MUO)
La Miss Universe Organization (MUO) è una community globale che consente alle donne di realizzare i propri obiettivi attraverso esperienze che costruiscono la fiducia in se stesse e creano opportunità di successo. I programmi MISS UNIVERSE®, MISS USA® e MISS TEEN USA® forniscono alle 10.000 donne che partecipano ogni anno una piattaforma internazionale per un cambiamento positivo attraverso influenti sforzi umanitari e professionali. Le concorrenti e le detentrici del titolo sono leader e modelli da seguire nelle loro comunità, raggiungono i propri obiettivi personali e professionali e ispirano gli altri a fare lo stesso. Miss Universe Organization è una società Endeavour. Per saperne di più, basta visitare il sito http://www.missuniverse.com.

NOA KIREL

Cantante spettacolare, abile cantautrice, ballerina provetta e attrice, la pop-star israeliana Noa Kirel ha una storia intrigante per la musica e la cultura popolare. Citata da The Hollywood Reporter come forza ispiratrice, cresciuta in un sobborgo di Tel Aviv, Noa è nata senza un rene, sviluppando la volontà di resistere in giovane età. La più giovane di tre figli, ha iniziato a ballare a soli tre anni, prendendo lezioni e studiando con passione. Da sola, ha cantato e scritto musica tutta sua ispirata ad artiste poliedriche come Beyoncé e Jennifer Lopez. A 14 anni, ha presentato il suo singolo di debutto “Medabrim” (“Talking”) che l’ha consacrata in Israele. Seguono successi in lingua ebraica come “Million Dollar”, “Pouch”, “BLING BLING” e altro ancora. Dal 2018 è stata annoverata agli MTV EMA nella categoria “Best Israeli Act” per quattro anni consecutivi, e si è unita al panel su Israel’s Got Talent in qualità di giudice – il più giovane nella storia mondiale dello show. Come la maggior parte dei diciottenni israeliani, Noa si è arruolata nell’esercito israeliano (IDF) nel 2020. Alla fine dell’anno scorso ha stretto un accordo con la società di produzione musicale Atlantic Records e un lungometraggio prodotto da Picturestart. Allo stesso tempo, ha creato un suo marchio ed è volto di Samsung, Fila, Mac e Keff in Israele. Ora, a soli 20 anni, sta espandendo ancora una volta la sua vision con i suoi primi singoli in lingua inglese “Please Don’t Suck” e “Bad Little Thing” e sta già pensando ad altre nuove produzioni musicali.

Eilat, la porta meridionale di Israele
Eilat è un’oasi sulle rive del Mar Rosso, punto d’incontro tra sole, deserto e mare, crocevia tra quattro Paesi e tre continenti. Eilat offre paesaggi naturali spettacolari e acque cristalline tropicali con migliaia di specie di pesci e coralli. Ed è una delle principali destinazioni turistiche e ricreative del Paese: ospita alcuni degli hotel più lussuosi in Israele. Con 3 milioni di pernottamenti locali e internazionali ogni anno, Eilat conta oltre 12.000 camere d’albergo di tutte le categorie e prezzo. Le esperienze possibili in loco includono attività nel deserto e di mare, immersioni nel Mar Rosso, tour in jeep, stupende passeggiate e una vivace vita notturna. La città vanta anche un riconoscimento mondiale come sede di importanti conferenze e festival.

https://new.goisrael.com/it/
https://www.facebook.com/VisitateIsrael/
#israeletiaspetta
https://www.instagram.com/visit_israel