Roberto Monti, autore della serie “I delitti di Tap Town” torna sui nostri riflettori e si tinge di Giallo: un mistero in vigna deve essere risolto!

Un calice col morto, presentato in anteprima al Salone Internazionale del Libro di Torino, è il titolo del terzo romanzo di Roberto Monti, autore della serie “I delitti di Tap Town”, rispettivamente Blue Room Hotel e Blood Red Paint, pubblicati dalla Casa Editrice Horti di Giano. Un giallo ambientato nell’Oltrepò pavese, in un piccolo paese composto da poche anime, ma da molti dissapori tra essi camuffati dai sorrisi. Disponibile dal 29 ottobre 2021 sul sito dell’editore (www.hortidigiano.com), in tutti gli store online e nelle librerie.

Un calice col morto è il terzo romanzo di Roberto Monti, un giallo rurale ambientato nell’Oltrepò pavese, in un piccolo paese che è anche una comunità i cui abitanti si sostengono l’un l’altro e per questo l’economia dell’intero borgo dipende da tutti. Un’azienda vinicola è il fulcro di questa micro economia e la festa annuale del paese è il culmine del lavoro di un anno. Ma un omicidio rompe gli equilibri e dalle indagini del commissario Tortoriello emerge subito un’intricata rete di dissapori fra i compaesani. Un giallo avvincente, nello stile dell’ autore che ci ha abituati con la complessità della serie I delitti di Tap Town. Un intreccio agreste che ruota attorno al vino, dove tutti possono essere l’assassino e gli scheletri sono ben nascosti nell’armadio, bisognerebbe sbirciare nel privato delle stanze di ogni abitazione.

Una storia avvincente, complessa e piena di colpi di scena che ci illustrerà le dinamiche che esistono nei piccoli centri urbani dove tutti sanno di tutti e nessuno parla, o dice quel che gli fa comodo.
Degustate questa lettura, proprio come si fa con del buon vino.

Roberto Monti nasce a Voghera ma vive a Pavia. Classe ’83, nel 2002 vince alcuni concorsi letterari e ottiene la pubblicazione dei suoi racconti su alcune antologie. Crea un universo narrativo La Casa di Bob, intraprendendo un viaggio che lo condurrà a far
conoscenza con molti bambini nelle scuole nel ruolo di Cantastorie, dando anche vita al
Blog Papà in Fasce, dove racconta la scoperta di quella che ha chiamato “Paposità”.
Nel 2019 esce il suo primo romanzo noir Blue Room Hotel (Edizioni Horti di Giano), dopo il quale ha preso il via la collaborazione con la casa editrice per realizzare un graphic novel incentrato sulle atmosfere noir di Tap Town, di prossima uscita. Nel 2020 ha pubblicato Blood Red Paint.