Roma, 12 novembre 2021 – La Legge di Bilancio 2020 ha apportato delle modifiche alle agevolazioni per le aziende che investono in innovazioni, passando dal Piano Impresa 4.0 al Piano Transizione 4.0. L’investimento consiste in 24 miliardi di eurodestinato al potenziamento delle aliquote di detrazione di diverse categorie di beni, i cui costi possono essere compensati.

L’obiettivo è quello di stimolare gli investimenti del settore privato e dare più stabilità alle imprese con misure che hanno effetto da novembre 2020 a giugno 2023.

Tra le novità ci sono i nuovi crediti d’imposta previsti per 2 anni. La decorrenza anticipata della misura al 16 novembre 2020 e la conferma della possibilità di beneficiare del credito con il solo versamento di un acconto di almeno il 20% per i contratti di acquisto di beni strumentali definiti entro il 31 dicembre 2022 e consegna entro i 6 mesi successivi.

Il nuovo credito d’imposta copre gli investimenti delle imprese in beni materiali e immateriali non 4.0 e 4.0; ricerca e sviluppo, innovazione tecnologia, green e digitale; design e ideazione estetica e formazione 4.0.

Inoltre, entrano nelle agevolazioni anche i software e gli applicativi come, ad esempio, quelli gestionali e, le attività di formazione dedicate all’acquisizione di tutte le competenze indispensabili per la transizione 4.0.

Il credito d’imposta 2021 ha introdotto nuove aliquote e massimali che variano in base al tipo di attività e di beni. È possibile consultare le aliquote e approfondire l’argomento qui e sul sito del MISE.

Le imprese e le aziende che vogliono prendere parte alla transazione 4.0 possono approfittare di queste agevolazioni e velocizzare il processo di trasformazione, rivolgendosi ad esperti del settore, come ad esempio la Rertech, specializzata nelle telecomunicazioni e della trasmissione dati, da oltre 25 anni mette a disposizione tutto ciò che serve per facilitare la transizione 4.0 alle aziende. Per tali scopi la Rertech mette a disposizione apposite attrezzature, strumentazioni e componenti, con specializzazione sulla fibra ottica, oltre a corsi di formazione per l’addestramento del personale all’utilizzo delle attrezzature e corsi individuali o di gruppo su trasmissione dei dati e fibra ottica.

Si tratta di servizi che rientrano nelle agevolazioni del Piano Nazionale Transizione 4.0 e che possono essere richiesti per supportare l’adozione e l’implementazione di sistemi intelligenti e smart all’interno dei processi gestionali e produttivi delle aziende.

Ricordiamo, inoltre, che il credito può essere utilizzato solo in compensazione, a partire dal periodo d’imposta successivo a quello delle spese ammissibili effettuate, tramite il modello F24 da presentare all’Agenzia delle Entrate.

Per informazioni sul Piano Nazionale Transizione 4.0 e consulenza ci si può rivolgere alla Rertech, email info@rertech.it, o al supporto clienti al n. 011 0708 840.