PIZZOCCHERI LIGHT

I pizzoccheri sono piatto simbolo della tradizione contadina Valtellinese e racchiudono l’anima e la storia della cucina locale. A Teglio, patria del Pizzocchero, è nata nel 2002, la prima e unica “Accademia del Pizzocchero”, che ha lo scopo di tutelare, promuovere e diffondere questa specialità apprezzata in tutto il mondo. I pizzoccheri si presentano come delle tagliatelle dal colore scuro, caratteristica dovuta al mix di farina bianca e nera di grano saraceno. Serviti solitamente con verze e patate, a dare il gusto inconfondibile ai pizzoccheri è il condimento con il burro d’alpe e formaggio locale come il Valtellina Casera DOP.

Ma niente paura, ecco una proposta light per i più attenti alla linea e per chi cerca una ricetta più leggera con poco condimento. Provatela per potervi godere questo piatto, tra una sciata e una ciaspolata sulle vette innevate della Valtellina.

Per il nutrizionista Dott. Piretta i pizzoccheri rappresentano infatti un piatto unico e nutriente per affrontare le rigidità d’alta quota, a patto che il formaggio (50g a persona) venga sempre accompagnato da una buona quantità di verdure a foglia larga, come la verza.

Difficoltà: MEDIO

Preparazione: 1 H 30 MIN

Dosi: 2 PERSONE

Ingredienti:

150 g di farina di grano saraceno

50 g di farina bianca 00

200 g di verza

2 patate

1 cipolla

2 spicchi di aglio

40 g di burro oppure 16g di olio EVO

100 g di formaggio Valtellina Casera DOP

40g Grana Padano DOP grattugiato

Sale q.b.

Pepe q.b.

PREPARAZIONE

  1. Mescolate le due farine, impastatele con acqua e lavorate per circa 5 minuti. Con il mattarello stendete la pasta in una sfoglia non troppo sottile e ricavatene tante listarelle larghe circa 1 cm e lunghe 7 cm. Fate asciugare.
  2. Lavate le foglie di verza e ricavate delle striscioline non troppo sottili. Sbucciate le patate, tagliatele a dadini.
  3. Cuocete in acqua salata le verze e le patate, unendo i pizzoccheri dopo 5 minuti.
  4. In una padella fate fondere il burro e rosolatevi la cipolla e gli spicchi di aglio. Scolate la pasta insieme con le verdure e distribuitela in una zuppiera alternandola a strati di formaggio Valtellina Casera DOP a scaglie e grana grattugiato. Servite subito con una spolverata di pepe.

IL PANINO DELLO SCIATORE

Il “Panino dello Sciatore” è un valido esempio di snack per l’abbinamento tra carboidrati, proteine e grassi buoni. Una soluzione molto più comoda per chi non vuole perdere neanche un minuto di divertimento, per rendere un semplice panino al formaggio un delizioso spuntino gourmet. Per chi ama i formaggi più stagionati un’opzione è una ciabattina di grano duro con 80g di Bitto DOP, una fetta di pomodoro ramato, zucchine grigliate e una manciata di semi di papavero.

Chi preferisce, invece, un formaggio più fresco può optare per Valtellina Casera DOP giovane, da abbinare a un’insalata condita con aceto balsamico, qualche fetta di mela golden e del pane di segale.