Cresce la fiducia degli utenti nei confronti delle farmacie. Annarosa Racca: “Istituzioni e cittadini hanno riconosciuto l’importante lavoro svolto quest’anno. Per rispondere alle nuove sfide che ci attendono in futuro, con la riforma voluta dall’Assessore Moratti, potenzieremo i servizi di prossimità, senza dimenticare il nostro ruolo nella dispensazione del farmaco”

Milano, 15 dicembre 2021 – Dallo scorso febbraio, in Lombardia circa 2.000 farmacie convenzionate hanno eseguito 6.608.010 tamponi rapidi, 4 milioni solo negli ultimi due mesi; oltre 57.000 le dosi booster anti-Covid inoculate dal 10 novembre, grazie ai quasi 500 esercizi attualmente in campo per la campagna vaccinale, molti dei quali attivi anche nella somministrazione del siero contro l’influenza.

“Nel 2022  afferma la dottoressa Racca  proseguiremo nell’iter di attuazione della farmacia dei servizi, garantendo a Regione Lombardia la nostra disponibilità a collaborare nell’azione di contrasto alla pandemia. Ci adopereremo per realizzare in concreto tutte le novità previste dalla riforma sanitaria, allo scopo di semplificare i percorsi diagnostico-terapeutici e avvicinare la sanità ai cittadini. Continueremo con professionalità a occuparci della dispensazione dei farmaci, la nostra mission principale, auspicando che presto ci venga affidata la distribuzione di tutti i medicinali, inclusi quelli innovativi, oggi erogati da ospedali e ATS”.

Nel dettaglio, il Progetto di Legge 187 prevede che si intensifichi il coinvolgimento delle farmacie nella campagna vaccinale anti-Covid, con l’obiettivo di arrivare presto a somministrare 5.000 dosi al giorno. Il farmacista, inoltre, entrerà concretamente nella presa in carico dei pazienti cronici, come alleato strategico del medico di famiglia e dello specialista, monitorando l’aderenza alla terapia ed erogando le prestazioni previste dalla farmacia dei servizi. Infine, verranno estese in modo ancora più capillare le attività di telemedicina (holter pressorio e cardiaco, ECG, auto-spirometria).

“Il testo della riforma sanitaria riconosce il valore e potenzia le competenze delle farmacie di comunità, consentendo una loro piena integrazione nel sistema lombardo delle cure primarie”, conclude la Presidente di Federfarma Lombardia“Ci attende sicuramente una sfida importante, nel 2022: moltiplicheremo il nostro impegno per farvi fronte, lavorando come sempre a supporto del SSR e a fianco dei pazienti”.

pharmacy, medicine, tablets