energy balls, cranberries, cranberry

Alle persone in tutto il mondo piacciono gli stessi tipi di odore

Gli odori che ci piacciono o non ci piacciono è determinato principalmente dalla struttura della particolare molecola dell’odore. Uno studio collaborativo che ha coinvolto ricercatori del Karolinska Institutet, in Svezia, e dell’Università di Oxford, nel Regno Unito, mostra che le persone condividono le preferenze relative agli odori indipendentemente dal background culturale. Lo studio è pubblicato sulla rivista Current Biology .

“Volevamo esaminare se le persone in tutto il mondo hanno la stessa percezione dell’olfatto e gli stessi tipi di odore, o se si tratta di qualcosa che viene appreso culturalmente”, afferma Artin Arshamian, ricercatore presso il Dipartimento di Neuroscienze Cliniche, Karolinska Institutet. “Tradizionalmente è stato visto come culturale, ma possiamo dimostrare che la cultura ha ben poco a che fare con esso”.

Il presente studio mostra che la struttura della molecola dell’odore determina se un odore è considerato gradevole o meno. I ricercatori hanno scoperto che alcuni odori piacevano più di altri indipendentemente dall’affiliazione culturale dei partecipanti.

“Le culture di tutto il mondo classificano i diversi odori in modo simile, indipendentemente da dove provengano, ma le preferenze relative agli odori hanno una componente personale, anche se non culturale”, afferma il dottor Arshamian.

Studiò le popolazioni indigene

Lo studio è stato possibile grazie a una rete internazionale di ricercatori che hanno collaborato in una combinazione unica di metodi sperimentali e studi sul campo. La rete comprendeva ricercatori di Karolinska Institutet, Lund University e Stockholm University (Svezia), University of Oxford e University College London (UK), Arizona State University, Monell Chemical Senses Center e University of Pennsylvania (USA), Universidad San Francisco de Quito (Ecuador), Università di Melbourne (Australia) e Università Nazionale Autonoma del Messico.

Molti dei ricercatori sono operatori sul campo che lavorano con le popolazioni indigene. Per questo presente studio, i ricercatori hanno selezionato nove comunità che rappresentano stili di vita diversi: quattro gruppi di cacciatori-raccoglitori e cinque gruppi con diverse forme di agricoltura e pesca. Alcuni di questi gruppi hanno pochissimi contatti con prodotti alimentari occidentali o articoli per la casa.

Ambienti odorosi disparati

“Dato che questi gruppi vivono in ambienti così disparati e odore, come la foresta pluviale, la costa, la montagna e la città, catturiamo molti diversi tipi di ‘esperienze di odore'”, afferma il dottor Arshamian.

Lo studio ha incluso un totale di 235 persone, a cui è stato chiesto di classificare gli odori su una scala da piacevole a sgradevole. I risultati mostrano variazioni tra gli individui all’interno di ciascun gruppo, ma una corrispondenza globale su cui gli odori sono piacevoli e sgradevoli. I ricercatori mostrano che la variazione è ampiamente spiegata dalla struttura molecolare (41%) e dalle preferenze personali (54%).

“Le preferenze personali possono essere dovute all’apprendimento, ma potrebbero anche essere il risultato del nostro corredo genetico”, afferma il dottor Arshamian.

La vaniglia era considerata la più piacevole

Gli odori che ai partecipanti è stato chiesto di classificare includevano la vaniglia, che ha un odore migliore, seguita dal butirrato di etile, che odora di pesche. L’odore che la maggior parte dei partecipanti ha ritenuto il meno gradevole era l’acido isovalerico, che si trova in molti alimenti, come formaggio, latte di soia e succo di mela, ma anche nel sudore dei piedi.

Secondo il dottor Arshamian, una possibile ragione per cui le persone considerano alcuni odori più piacevoli di altri indipendentemente dalla cultura è che tali odori hanno aumentato le possibilità di sopravvivenza durante l’evoluzione umana.

“Ora sappiamo che esiste una percezione universale dell’odore che è guidata dalla struttura molecolare e questo spiega perché ci piace o non ci piace un certo odore”, continua il dottor Arshamian. “Il prossimo passo è studiare perché è così collegando questa conoscenza a ciò che accade nel cervello quando sentiamo un odore particolare”.

Il lavoro sul campo alla base dello studio è stato finanziato dall’Organizzazione olandese per la ricerca scientifica (NWO), lo studio generale dal Consiglio svedese della ricerca e dal National Institutes of Health (NIH) degli Stati Uniti. I ricercatori hanno riferito che non ci sono conflitti di interesse.

Pubblicazione : “La percezione della gradevolezza dell’odore è condivisa tra le culture” . Artin Arshamian, Richard C. Gerkin, Nicole Kruspe, Ewelina Wnuk, Simeon Floyd, Carolyn O’Meara, Gabriela Garrido Rodriguez, Johan N. Lundström, Joel D. Mainland e Asifa Majid. Biologia attuale , online 4 aprile 2022, doi: 10.1016/j.cub.2022.02.062. 

Related Posts
Il locale notturno Mansion al FIVE Jumeirah Village di Dubai
FIVE sta per aprire Mansion, la prima discoteca in assoluto a Jumeirah Village Circle, DubaiC'è una nuovissima ed eccitante destinazione per la vita notturna in arrivo a Dubai. La nuova sede ...
READ MORE
Le piattaforme a sostegno dei rifugiati ucraini devono dare la priorità alla loro sicurezza o rischiare di esporli alla tratta e allo sfruttamento
Yomiuri Shimbun/APL'inimmaginabile tragedia dell'invasione russa dell'Ucraina ha costretto 4,5 milioni di rifugiati ucraini a fuggire nei paesi vicini, in cerca di protezione. Sono stati accolti con schiacciante sostegno e generosità da persone comuni ...
READ MORE
Aurora e il suo sogno di fare la nurse coach
Roma, 26 aprile 2022 - Le restrizioni della pandemia hanno cambiato il ritmo della vita di ciascuno di noi. Sono cambiati i bisogni e le necessità, ancor di più per chi soffre di particolari ...
READ MORE
Lisa Borgiani “What is Europe to you?”
In mostra a Milano la narrazione fotografica in divenire dell’artista Lisa Borgiani che dal 2019 ha incominciato a viaggiare nelle principali città e capitali europee ponendo, ad ogni abitante ritratto, ...
READ MORE
Cosmetici, nasce il servizio per imparare a leggere le etichette
Cosmetici da leggere: arriva il servizio online per imparare a leggere l’etichetta dei cosmetici, ad opera della Dott.ssa Mara Alvaro di Cosmesidoc.itRoma, 22 aprile 2022 - Sono passati quasi dieci ...
READ MORE
Perché così tante persone guardano il porno al lavoro? Lo spiega uno psicologo
Le dimissioni del deputato conservatore Neil Parish hanno lasciato molte persone a chiedersi cosa potrebbe portare qualcuno a pensare che sia accettabile guardare la pornografia sul proprio posto di lavoro. Dopo ...
READ MORE
La forza dei guerrieri del clima a Six Senses Ninh Van Bay, Vietnam
BANGKOK – 12 maggio 2022 – Dopo il lancio di successo di Climate Warriors in occasione della Giornata della Terra il 22 aprile, questo ultimo programma per bambini Grow With Six ...
READ MORE
Mondiali 2022 Qatar: Fortnum & Mason apre a Doha presso Place Vendome Qatar
Fortnum & Mason , uno dei grandi magazzini più importanti e prestigiosi di Londra, apre la sua prima filiale in Qatar in vista della Coppa del Mondo FIFA 2022. Situato nel cuore della città ...
READ MORE
Appena in tempo!
Per presentare un classico della tavola per Pasqua: La torta pasqualina Difficoltà: Difficile E´ una torta salata di verdure della cucina genovese, un tempo classica del periodo pasquale. Con lo stesso nome si ...
READ MORE
Odore di cena
Odore di cena e voglia di involtini, come antipasto e come secondo piatto, fate voi! Io intanto vi propongo un altro classico della tradizione gastronomica italiana: Involtini con Asparagi Preparazione: ...
READ MORE
Disco inferno a Dubai
Le piattaforme a sostegno dei rifugiati ucraini devono
Aurora e il suo sogno di fare la
Lisa Borgiani “What is Europe to you?”
Cosmetici, nasce il servizio per imparare a leggere
Perché così tante persone guardano il porno al
I guerrieri del clima affinano le loro abilità
Mondiali 2022 Qatar: Fortnum & Mason apre a
Appena in tempo!
Odore di cena