Poco prima di celebrare i 30 anni dall’apertura di Daniel (e 24 anni da quando ha trovato la sua casa sulla East 65th), lo chef Daniel Boulud ha stretto una partnership con Lalique su una nuova barra impreziosita dal pregiato cristallo francese. Lo chef di origine francese ha osservato che mentre il ristorante viene rinnovato ogni dieci anni circa, la pandemia ha contribuito a trasformare la ristrutturazione del bar in un’impresa molto più significativa.

“Inizialmente avevamo programmato di aggiornare il ristorante nel 2020, ma poi è successo il Covid. Il progetto prevedeva lo spostamento della “bibliotheque” con alcuni pezzi di Lalique per far posto a un’opera d’arte”, ha affermato Boulud.

La pandemia ha concesso più tempo per pensare a cosa potevano fare insieme. “Lalique ha un design dell’ospitalità nel ristorante a tre stelle di Alain Passard a Parigi, Arpège. Ho sempre amato l’eleganza e il fascino di come hanno incorporato il cristallo nei pannelli in legno e nella pietra”, ha osservato Boulud in un’intervista a Zoom.

Ha lavorato a stretto contatto con Silvio Denz, presidente e CEO del Lalique Group, e James Mun, presidente e CEO di Lalique North America, proponendo che il bar di Daniel diventasse uno showroom de facto negli Stati Uniti.

Gli ospiti che entrano nel bar in stile Art Déco possono salire nel lounge, anch’esso arredato con gli arredi degli anni ’30. Sedie in pelle rosso intenso, tavoli laccati e divani in pelle nera siedono davanti a tre specchi ad arco decorati con cerchi incastonati di cristallo smerigliato. Sul bancone, il cristallo è trattato come un rivestimento in legno nella parte anteriore del bancone. Apparecchi di illuminazione a sospensione a forma tubolare sono appesi sopra il bar e in tutto l’ingresso e il lounge. Le focaccine e persino le maniglie delle porte ottengono il tocco di cristallo.

“Sono andati oltre i miei sogni con l’applicazione sugli specchi e sui vetri davanti al bar che prosegue nel salone superiore. Ha linee intrecciate con un po’ d’oro all’interno. È senza pretese, non appariscente”, ha detto Boulud di Adam D. Tihany, che ha progettato il ristorante e il bar con i designer interni di Lalique con sede a Parigi.

Quattro vetrine in tutto raffigurano “Le tre F” secondo Lalique che è “femme”, “flora” e “fauna” e un posto in cui Lalique può lavorare nei loro progetti teatrali. Sono pieni di arrangiamenti elaborati da Emily Pinon di Ode & Bastille della designer floreale. Come dice Boulud, “Lalique è sinonimo di prestigio, il più raffinato, l’artigianato, il gusto, l’eleganza e il design”.

L’effetto del cristallo è sia senza tempo che progressivo.” Il cristallo è esclusivo ma è accessibile. Il cristallo può durare una vita se te ne prendi cura. Non è così moderno da annoiarsi con il design, ma non così classico da non sembrare contemporaneo; è contemporaneo con un sacco di storia.

Boulud, che ha la sua collezione di cristalli Lalique, è stato ispirato dal produttore di cristalli francese dei siti di ospitalità di Wingen-sur-Moder. “Hanno diversi hotel e ristoranti in Alsazia e nella regione di Bordeaux con cui hanno collaborato. Sono stato molto orgoglioso di avere un marchio francese rappresentato nel mio ristorante”, ha affermato lo chef.

In effetti, da quando Denz ha guidato Lalique, il marchio di cristallo è diventato sempre più una presenza nell’ospitalità di alto livello. “Lalique ha molte installazioni di ristoranti personalizzati in tutto il mondo, risalenti agli anni ’20. Nel 2015 ho istituito il pilastro dell’ospitalità, che da allora è stata una nuova area di business per Lalique ed è nata dalla passione di combinare savoir-faire e savoir-vivre: l’arte di vivere”, ha affermato Denz.

Le proprietà includono Villa René Lalique a Wingen-Sur-Moder, Château Hochberg in Alsazia e Château Lafaurie-Peyraguey a Sauternes. La sua nuova impresa è stata svelata l’anno scorso presso The Glenturret, la più antica distilleria funzionante della Scozia, dove le filosofie di Lalique e The Glenturret si riflettono negli spazi appena attrezzati.

Mentre Lalique è attualmente l’esclusiva partnership del marchio di design francese, lo chef di New York ha alcune idee su altri marchi della sua terra natale nel ristorante. “Certo, c’è un partner francese nel settore delle bevande con Champagne e mi piacerebbe lavorare con un marchio francese per rifare lo Sky Box alias Chef’s Table in Daniel”, ammette. Lo chef è stato anche impegnato di recente con l’apertura di Le Gratin al Beekman Hotel nel centro di New York, che ha aperto a maggio.

Il bar e il carrello bar che serve bevande al tavolo sono naturalmente attrezzati con stoviglie e accessori in cristallo Lalique, tra cui una caraffa, agitatore, vasetti per cordiali e bicchieri con un cubetto di ghiaccio di dimensioni uniche progettato per riposare al loro interno. La partnership include il whisky scozzese single malt Highland di 15 anni Glenturret di Lalique da cui viene prodotto un cocktail in edizione limitata, La Liqueur de René, in omaggio al fondatore del marchio di cristallo.

Mentre molti potrebbero non pensare immediatamente a un bar se si considera il ristorante a due stelle Michelin, lo chef Daniel dice che è un segreto meglio custodito. “La gente del quartiere sa di venire proprio quando la folla prima di cena è seduta nella sala da pranzo. Non prendiamo prenotazioni al bar, ma la gente del posto sa quando prendere posto”.

Lalique Bar aprirà da Daniel New York (Chef Daniel Boulud)

Lalique Bar aprirà da Daniel New York (Chef Daniel Boulud)

 
Related Posts
Edonismo gastronomico milanese
Ai nastri di partenza Identità Milano, il congresso internazionale di cucina e di pasticceria d'autore Tutto pronto per la diciassettesima edizione del congresso Identità Milano, in programma dal 21 al 23 ...
READ MORE
Terra Solis Dubai di Tomorrowland
Il festival musicale Tomorrowland aprirà Terra Solis , una nuovissima destinazione nel deserto a Dubai. Immerso tra le dune arabe e ispirato dalle costellazioni, Terra Solis aprirà a settembre accogliendo persone da tutto il mondo ...
READ MORE
Esports: come l’industria dell’ospitalità in difficoltà potrebbe trarre vantaggio da questo enorme business
Il campionato mondiale di League of Legends allo Staples Center di Los Angeles nel 2016. Patrick Knight/Wikipedia , CC BY-SA Durante la pandemia, il mondo dello sport si è fermato. Eventi globali come le Olimpiadi, ...
READ MORE
Cornetti, maritozzi e… poesie  La pasticceria cerca nuove strade
Il lockdown dei mesi scorsi ha fermato le attività ma non l’inventiva dei pasticceri. Per molti però la ripartenza non è stata all’avvio della “Fase 2”, ma con nuovi progetti ...
READ MORE
Credito fotografico: Photo Press Service, Vienna
NEW YORK , 18 maggio 2022 /PRNewswire/ -- Helmut Koller entra nello spazio NFT con il botto, presentando anteprime della sua collezione alla Cube Art Fair di quest'anno. La Cube Art Fair ritorna dal 18 al 22 ...
READ MORE
“L’apparenza vestita”: quando l’abito fa il monaco
Un abito può influenzare il nostro atteggiamento e i nostri comportamenti, noi non lo sappiamo ma il nostro cervello sì. Per migliorare l’armadio e l’autostima oggi si chiede aiuto al ...
READ MORE
Fate pesto ho fame!
Murale “Il pesto è il nuovo verde”: il segno artistico di Barilla a Milano Fino al 28 agosto, in Corso Garibaldi un murale brandizzato di 70 mq che racconta i valori ...
READ MORE
Il social spritz
Chandon Garden Spritz: Welcome to our Garden Arriva in Italia il raffinato aperitivo ready-to-serve by Chandon, all’insegna dell’audacia e della sperimentazione Arriva in Italia CHANDON Garden Spritz, la nuova creazione della Maison ...
READ MORE
Il Ritz-Carlton New York di nuova costruzione, NoMad è ora ufficialmente aperto
Il Ritz-Carlton, parte del portafoglio di 30 straordinari marchi alberghieri di Marriott Bonvoy ® , ha annunciato oggi l'apertura di  The Ritz-Carlton New York, NoMad , debuttando in una nuova oasi di lusso moderno ...
READ MORE
(Nella foto: Mostra "Disney. L’arte di raccontare storie senza tempo", Palazzo Barberini Roma_ph Alberto Novelli)
L’arte di raccontare storie senza tempo. Fino al 25 settembre 2022 Raccontare storie senza tempo riuscendo a incantare il pubblico è considerata una vera e propria arte, ma dietro l’immediatezza tipica ...
READ MORE
Edonismo gastronomico milanese
Tomorrowland: apre una destinazione glamping nel deserto a
Esports: come l’industria dell’ospitalità in difficoltà potrebbe trarre
Cornetti, maritozzi e… poesie La pasticceria cerca
Helmut Koller presenta in anteprima gli NFT alla
“L’apparenza vestita”: quando l’abito fa il monaco
Fate pesto ho fame!
Il social spritz
Il Ritz-Carlton New York di nuova costruzione, NoMad
“Disney. L’arte di raccontare storie senza tempo”, da