Ascoltare insulti è come ricevere un “mini schiaffo in faccia”, indipendentemente dal contesto preciso in cui l’insulto è fatto. Questa è la conclusione di un nuovo articolo pubblicato su Frontiers in Communication . I ricercatori hanno utilizzato l’elettroencefalografia (EEG) e le registrazioni della conduttanza cutanea per confrontare l’impatto a breve termine di ripetuti insulti verbali con quello di ripetute valutazioni positive o neutre. I risultati ci forniscono un’opportunità unica per ricercare l’intersezione tra emozione e linguaggio.

Gli esseri umani sono una specie altamente sociale. Facciamo affidamento su dinamiche di cooperazione e relazioni interpersonali in continua evoluzione per sopravvivere e prosperare. Le parole hanno un ruolo importante in queste relazioni, in quanto sono strumenti utilizzati per comprendere il comportamento interpersonale. In quanto tali, le parole possono ferire, ma sappiamo poco di come l’impatto delle parole si verifica quando qualcuno elabora un insulto.

“Il modo esatto in cui le parole possono fornire il loro carico utile offensivo ed emotivamente negativo nel momento in cui queste parole vengono lette o ascoltate non è ancora ben compreso”, ha affermato l’autrice corrispondente, la dott.ssa Marijn Struiksma, dell’Università di Utrecht.

Poiché gli insulti rappresentano una minaccia contro la nostra reputazione e contro il nostro “io”, forniscono un’opportunità unica per ricercare l’interfaccia tra linguaggio ed emozione. Struiksma ha continuato:

“Capire cosa fa un’espressione offensiva alle persone mentre si dispiega e perché, è di notevole importanza per gli psicolinguisti interessati a come il linguaggio muove le persone, ma anche per altri che desiderano comprendere i dettagli del comportamento sociale”.

EEG e conduttanza cutanea

Struiksma e i suoi colleghi hanno voluto esaminare se l’elaborazione degli insulti verbali è meno sensibile alla ripetizione rispetto ai complimenti e, in tal caso, quali fasi cognitive sono implicate nell’adattamento e quali no. 

“Presumiamo che gli insulti verbali attivino una cascata di effetti di elaborazione rapidamente consecutivi o sovrapposti e che parti diverse di quella cascata potrebbero essere influenzate in modo diverso dalla ripetizione, con alcune di esse che svaniscono rapidamente e altre che rimangono fortemente reattive per molto tempo”, ha spiegato Struiksma.

EEG e elettrodi di conduttanza cutanea sono stati applicati a 79 partecipanti di sesso femminile. Hanno quindi letto una serie di affermazioni ripetute che hanno realizzato tre diversi atti linguistici: insulti (ad esempio “Linda è orribile”), complimenti (ad esempio “Linda è impressionante”) e dichiarazioni descrittive neutre e effettivamente corrette (ad esempio, “Linda è olandese”). 

Per esaminare se l’impatto delle parole dipendesse da chi si trattava della dichiarazione, metà delle tre serie di affermazioni utilizzava il nome del partecipante e l’altra metà utilizzava quello di qualcun altro. L’esperimento non ha comportato alcuna reale interazione tra i partecipanti e un altro essere umano. Ai partecipanti è stato detto che le dichiarazioni erano state pronunciate da tre uomini diversi.

Mini schiaffi in faccia

I ricercatori hanno scoperto che anche in condizioni innaturali – un ambiente di laboratorio, nessuna reale interazione umana e dichiarazioni provenienti da persone fittizie – gli insulti verbali possono ancora “prenderti addosso”, indipendentemente da chi sia l’insulto, e continuano a farlo anche dopo la ripetizione. 

In particolare, l’EEG ha mostrato un effetto di insulto precoce nell’ampiezza P2 che era molto robusto rispetto alla ripetizione e non dipendeva da chi fosse l’insulto. P2 è un componente della forma d’onda del potenziale correlato all’evento (ERP) misurato sul cuoio capelluto umano. 

Nell’ambito dell’esperimento, gli insulti sono stati percepiti come mini schiaffi in faccia, ha spiegato Struiksma: “Il nostro studio mostra che in un esperimento di laboratorio psicolinguistico senza una reale interazione tra i parlanti, gli insulti forniscono ‘mini schiaffi in faccia’ lessicali, tali che le parole valutative fortemente negative coinvolte che un partecipante legge, attira automaticamente l’attenzione durante il recupero lessicale, indipendentemente dalla frequenza con cui si verifica il recupero.

Eppure lo studio mostra solo gli effetti degli insulti in un ambiente artificiale. I partecipanti avranno riconosciuto gli insulti come tali, ma come affermazioni decontestualizzate gli effetti emotivi effettivi degli insulti perdono potere. Studiare gli insulti in un contesto reale rimane eticamente impegnativo.

Anche così, i risultati mostrano una maggiore sensibilità del nostro cervello alle parole negative rispetto alle parole positive. Un insulto cattura immediatamente l’attenzione del nostro cervello, poiché il significato emotivo degli insulti viene recuperato dalla memoria a lungo termine. I complimenti hanno suscitato un effetto P2 meno forte, mostrando un pregiudizio di negatività nella quantità di attenzione che viene automaticamente assegnata alle situazioni interpersonali negative rispetto a quelle positive.

 
Related Posts
John Elliott ha aperto il suo quarto negozio al dettaglio, ad Aspen, in Colorado
John Elliott ha aperto il suo quarto negozio al dettaglio, ad Aspen, in Colorado. Gli altri suoi negozi si trovano a Melrose a Los Angeles, nel Design District di Miami e SoHo a New ...
READ MORE
Balenciaga mantiene il titolo di marchio più in voga della moda (Lyst)
Balenciaga ha mantenuto il suo posto come il marchio più caldo del pianeta nel primo trimestre dell'anno, secondo l'ultimo Lyst Index. L'indice, creato dalla piattaforma di ricerca di moda Lyst, ...
READ MORE
Secondo i ricercatori, le attività umane aumentano la probabilità di ondate di calore più estreme
Il 19 luglio è stata la giornata più calda mai registrata nel Regno Unito, con temperature che hanno superato i 40 gradi Celsius (circa 104 gradi Fahrenheit). L'ondata di caldo serve come una ...
READ MORE
Papa Francesco: forse è tempo che si ritiri – ecco cosa potrebbe significare per il futuro del papato
Papa Francesco è stato recentemente costretto a smentire le voci secondo cui stava per ritirarsi, chiarendo invece che non ha ancora intenzione di dimettersi.Ma l'85enne leader cattolico, attualmente in Canada, è ...
READ MORE
Il locale notturno Mansion al FIVE Jumeirah Village di Dubai
FIVE sta per aprire Mansion, la prima discoteca in assoluto a Jumeirah Village Circle, DubaiC'è una nuovissima ed eccitante destinazione per la vita notturna in arrivo a Dubai. La nuova sede ...
READ MORE
L’orologio Luminor Luna Rossa di Panerai debutta con un nuovo look
Forgiata da decenni di ideazione di strumenti per gli avventurieri, in particolare quelli che mettono alla prova il loro coraggio contro il mare, la manifattura Panerai ha una meritata reputazione per la ...
READ MORE
La collaborazione Adidas x Gucci si estende a livello globale
L'attesissima collaborazione Adidas x Gucci  è arrivata in tutto il pianeta e, ovviamente, il Giappone è uno dei luoghi in cui viene presentata in modo grandioso. L'elaborata collezione, disegnata dal  popolarissimo direttore ...
READ MORE
Bauern, Nachhaltigkeit, Natur, Reportage, Tourismus, Vinschgau, idm, tradition
Ciliegie Val Venosta: gioielli di inestimabile bontà. Disponibili da metà luglio a metà agosto Ciliegie Val Venosta: gioielli di inestimabile bontà Un dono della natura color passione   In Val Venosta, in un regno unico ...
READ MORE
Lo sapevi che: chiedere idee stimola l’azione collettiva
I membri dei gruppi minoritari possono promuovere l'azione collettiva cercando le idee e le prospettive degli altri membri del gruppo I membri dei gruppi minoritari possono stimolare l'azione collettiva cercando le ...
READ MORE
Ri-Scatto, il tour fotografico alla scoperta dei vicoli e degli scorci più belli di Napoli
Caffè Borbone sostiene il progetto sociale dell’Associazione Miniera che avvicina i giovani al mondo della fotografia Immortalare con uno scatto le bellezze nascoste nei vicoli di Napoli, le antiche botteghe che ...
READ MORE
John Elliott ha aperto il suo quarto negozio
Balenciaga mantiene il titolo di marchio più in
Secondo i ricercatori, le attività umane aumentano la
Papa Francesco: forse è tempo che si ritiri
Disco inferno a Dubai
L’orologio Luminor Luna Rossa di Panerai debutta con
La collaborazione Adidas x Gucci si estende a
Mai più senza ciliegie!
Lo sapevi che: chiedere idee stimola l’azione collettiva
Ri-Scatto, il tour fotografico alla scoperta dei vicoli