Dal 9 all’11 settembre la Regina della tavola  torna dopo due anni a far festa nella città della pasta e sua capitale: Gragnano

 

Nella seconda metà del XIII secolo,  per aumentare la produzione di farina, fu data la concessione di costruzione di alcuni mulini, in una valle nei pressi del piccolo borgo di Gragnano, dominato dall’omonimo castello, lungo una mulattiera che congiungeva Castellammare di Stabia con Amalfi: tali mulini sfruttavano le acque del torrente Vernotico. Oltre alla presenza di acqua, che assicurava il funzionamento degli impianti anche quando quelli presenti nella Valle dei Mulini di Amalfi erano impraticabili per siccità, la vicinanza con il porto di Castellammare di Stabia fece la fortuna dei mulini per agevolare l’esportazione. Con il passare degli anni la Valle dei Mulini e la sua attività divennero la principale fonte di sostentamento per sfamare la città di Napoli ed i borghi. Nato nel 2003 dall’unione delle storiche aziende produttrici di pasta di Gragnano, il Consorzio di Tutela della Pasta di Gragnano IGP è oggi il custode della lunga tradizione che ha fatto conoscere in tutto il mondo la “Città della Pasta”. Proprio  grazie al Consorzio, nel 2013 la Pasta di Gragnano ha ottenuto il marchio IgP di Indicazione Geografica Protetta, particolarmente significativo perché costituisce il primo riconoscimento comunitario di qualità assegnato alla pasta in Italia e in Europa. La pasta, Regina delle tavole degli italiani, torna dopo due anni, dal 9 all’11 settembre, a far festa nella sua capitale: Gragnano.

un mulino restaurato della Valle dei Mulini

Giunta alla sua 22esima edizione la Festa della Pasta di Gragnano animerà strade, piazze, cortili e palazzi storici della cittadina campana con un calendario fitto di eventi a tema enogastronomico e culturale. Torna, dopo la forzata sospensione, la tradizionale Festa della Pasta organizzata dal Consorzio di Tutela della Pasta di Gragnano IgP e dal Comune di Gragnano, con un claim che riassume il ricco programma dei tre giorni: “storia, arte e cultura” e, naturalmente, grandi sapori. La cittadina campana celebra il 9,10 e 11 settembre 2022 il suo prodotto più famoso e racconta al mondo la tradizione pastaia unica che detiene e che dà vita a un unicum, che solo qui si realizza e che vanta secoli di storia. Una festa diffusa, un “fuorisalone della pasta”, che avrà come fulcro la centralissima via Roma. Lungo l’arteria cittadina sarà un susseguirsi di spazi e momenti volti a mettere in luce le diverse anime della pasta, l’unica a vantare il marchio IgP: dalla cucina alla storia, dalla cultura all’arte, passando per il turismo. In programma una fitta tre giorni di workshop, convegni, incontri culturali e, ovviamente, show cooking animati da chef del territorio, di cui molti stellati, che daranno vita a ricette della tradizione e piatti di avanguardia. Altro punto focale della manifestazione sarà la Valle dei Mulini: in questo luogo storico carico di fascino, dove risiede la memoria ancestrale della Gragnano di una volta, si potrà passeggiare facendo tappa negli antichi mulini che anticamente, rifornivano di farina i pastifici cittadini. Come ogni festa, infine, non poteva mancare un ospite speciale: durante  la cerimonia di apertura verrà consegnato il premio “Gragnano, città della Pasta” a un personaggio che rispecchia i valori edificanti in cui si riconoscono i pastifici e che esprimono l’identità di Gragnano.

Maccheroni trafilati bronzo-foto Dario Adamo

 

Harry di Prisco

 

Related Posts
Cibo: la Pasta di Gragnano va online
Gragnano, 18 novembre 2021 - È considerata la migliore pasta di semola di grano duro del mondo quella di Gragnano. Tra i pastifici rinomati di Gragnano il Pastificio Faella, fondato nel 1907 da Gaetano ...
READ MORE
Capri Tiberio Palace, il più bel resort di lusso di Capri
In seguito ad aver un'ampia riprogettazione e ristrutturazione sotto la supervisione del famoso architetto Giampiero Panepinto , il Capri Tiberio Palace vanta il miglior prodotto globale tra tutti gli hotel di lusso ...
READ MORE
Cibo: la Pasta di Gragnano va online
Capri Tiberio Palace, il più bel resort di