KIYV, Ucraina , 20 agosto 2022 /PRNewswire/ — I sindaci delle città europee si sono recati a Kievvenerdì 19 agosto per firmare un accordo politico a sostegno della ricostruzione sostenibile delle città ucraine. L’accordo delinea i piani per far corrispondere le esigenze di ricostruzione in Ucrainacon le capacità di altre città europee. Il patto è sostenuto dalla rete cittadina, Eurocities ,  e firmato dal Congresso dei poteri locali e regionali dell’Ucraina a nome del presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy e da tutte le autorità locali e regionali in Ucraina .

In una dichiarazione congiunta, i sindaci di Firenze, Atene , Helsinki , Lione , Marsiglia , Oslo , Riga , Tirana e Kiev hannodichiarato:

 

“Noi, sindaci e leader delle città europee e ucraine, condanniamo la guerra russa in Ucraina e chiediamo il ritiro immediato delle forze russe e il ripristino della pace. Ci impegniamo a unire i nostri sforzi per preparare e realizzare la ricostruzione rapida e sostenibile di Città ucraine distrutte dagli attacchi russi dal 24 febbraio 2022 “.

I sindaci europei guidano l’iniziativa della rete cittadina, Eurocities, che rappresenta oltre 200 città in tutta Europa , e assicureranno essi stessi un ampio sostegno per contribuire al piano di ricostruzione. I sindaci hanno presentato personalmente il piano al presidente Zelenskyy e al loro omologo di Kiev , Vitali Klitschko, durante un incontro nella capitale ucraina venerdì.

Dario Nardella , che ha guidato la missione come Presidente di Eurocities, nonché Sindaco di Firenze , ha dichiarato: “Vogliamo offrire speranza, sostegno e solidarietà al popolo ucraino per un futuro pacifico e democratico. Noi, sindaci, siamo la politica figure più vicine alle persone, ed è questa vicinanza e solidarietà che abbiamo portato con noi da persone di tutta Europa quando abbiamo incontrato il presidente Zelenskyy e i nostri colleghi sindaci ucraini”.

“Quando si parla di aiuto e sostegno – umanitario, militare, politico – è importante non dimenticare l’assistenza nel recupero delle nostre città e paesi”, ha affermato il presidente Zelenskyy dopo aver incontrato i leader locali. “È importante che la ripresa inizi non dopo la guerra, ma ora. È necessario fornire attività umanitarie che aiutino a tornare alla vita normale per le persone in Ucraina “, ha aggiunto Zelenskyy.

Cosa accadrà

Una task force congiunta composta da rappresentanti politici di Eurocities e dal Congresso dei poteri locali e regionali dell’Ucraina sotto il presidente dell’Ucraina si incontrerà regolarmente per supervisionare lo sviluppo e l’attuazione di questa iniziativa di collaborazione.

Inoltre, mentre Eurocities impegnerà la sua rete di oltre 200 città, il Congresso dei poteri locali e regionali dell’Ucraina condividerà i dettagli dei rilevanti progetti di ricostruzione critici nelle città ucraine che sono state distrutte durante la guerra russa. Il Congresso coordinerà anche gli sforzi di ricostruzione per evitare sovrapposizioni.

“La tua visita è importante per noi. È un segno di sostegno al popolo ucraino e ai residenti di Kiev , nonché una prova della nostra unità. L’unità degli ucraini e degli europei. L’unità nella lotta per la libertà e i valori democratici. Perché è che l’Ucraina sta combattendo oggi nella brutale guerra che i barbari russi hanno portato nella nostra terra”, ha sottolineato il sindaco di Kiev .

André Sobczak, segretario generale di Eurocities, che ha anche preso parte alla missione, ha dichiarato: “Le nostre città membri hanno una lunga storia di cooperazione transfrontaliera, anche con Kharkiv, Kiev , Lviv e Odesa, che sono tutte membri di Eurocities. un forte desiderio di unire le nostre capacità e risorse come costruttori di città e di condividere questa esperienza per la creazione di città sostenibili e inclusive in Ucraina “.

Principi dell’accordo

Per garantire la praticità nell’uso delle risorse e delle competenze oltre confine, i sindaci, rappresentati da entrambe le parti, hanno concordato che una serie di principi guida di questa collaborazione siano quindi:

  • Una visione condivisa dello sviluppo urbano sostenibile, garantendo che i progetti di ricostruzione contribuiscano a creare aree urbane verdi, efficienti dal punto di vista energetico, salubri, sicure, inclusive, prospere e vivibili, fornendo pari opportunità a tutti i cittadini
  • Rispetto dello stato di diritto, garanzia di responsabilità tra le città partner e trasparenza nelle transazioni, in particolare in relazione agli investimenti
  • Coinvolgimento dei cittadini e delle parti interessate locali nel processo di ricostruzione e considerazione delle loro aspirazioni per lo sviluppo locale

Appofondimenti

  1. Clicca qui per il protocollo d’intesa firmato .
  2. La delegazione comprendeva: Dario Nardella , Sindaco di Firenze ; Kostas Bakoyannis, sindaco di Atene ; Juhana Vartiainen , sindaco di Helsinki ; Grégory Doucet, sindaco di Lione ; Benoît Payan, sindaco di Marsiglia ; Raymond Johansen , sindaco di Oslo ; Mārtiņš Staķis, sindaco di Riga ; Erion Veliaj , sindaco di Tirana.
  3. Clicca qui per tutte le citazioni dei sindaci .
  4. I sindaci hanno anche visitato la città di Borodyanka, la città di Bucha e la città di Irpin.
  5. Eurocities è una rete di oltre 200 città europee, che insieme rappresentano circa 130 milioni di persone in 38 paesi: https://eurocities.eu/, Twitter , Instagram , Facebook, LinkedIn .

FONTE Eurocities