Estée Lauder Companies ha affermato che i ricavi sono aumentati nell’anno fiscale 2022, nonostante l’impatto delle interruzioni dovute al Covid-19 in Cina sulle sue capacità di vendita al dettaglio e distribuzione. Tuttavia, il gruppo cosmetico ha avvertito che sta entrando in un “periodo volatile” di inflazione record, interruzioni della catena di approvvigionamento, rafforzamento del dollaro USA, rischio di rallentamento in molti mercati globali e vento contrario dei recenti chiusure Covid nella provincia cinese di Hainan. Prevede che la crescita delle vendite nette rallenterà tra il 3 e il 5% su base annua nel 2023.

Il colosso americano della bellezza Estée Lauder sta collaborando con Nykaa , la più grande piattaforma di e-commerce di bellezza e benessere dell’India, per lanciare un incubatore per gli imprenditori della bellezza indiani. Vendite nette in tutto il gruppo, che possiede marchi tra cui Estée Lauder, Bobbi Brown, Aveda, Clinique e Jo Malone London, è aumentato del 9% a 17,74 miliardi di dollari per l’anno terminato il 30 giugno 2022, trainato dalle Americhe e dall’Europa, dal Medio Oriente e dall’Africa (EMEA).

Le vendite nette in Asia Pacifico sono diminuite del 23% su base annua a 1 miliardo di dollari nel quarto trimestre, al 30 giugno. Complessivamente, le vendite nette sono crollate del 10% su base annua a 3,56 miliardi di dollari nel quarto trimestre. “Il più colpito è stato Shanghai, dove il blocco in tutta la città è durato due mesi, con un impatto sulla nostra capacità di distribuzione al servizio di tutta la Cina fino alla fine di maggio”, ha affermato Tracey Travis, vicepresidente esecutivo e CFO, in una telefonata con gli investitori giovedì. LVMH , Kering , Hermès , Moncler e Prada hanno riportato sfide simili nei loro guadagni del primo semestre.

Estee Lauder

Le restrizioni legate al Covid-19 ad Hainan, che sono state bloccate durante il quarto trimestre di Estée Lauder, hanno ulteriormente influito sulle vendite al dettaglio del conglomerato nella regione. “Hainan in particolare è stato colpito dalla chiusura dei negozi [per] una parte del trimestre”, ha affermato Travis. “Il viaggio è stato ridotto all’isola e i servizi di corriere per le consegne online sono stati interrotti”. Tuttavia, Estée Lauder prevede che la Cina riguadagnerà slancio con una crescita a due cifre nella seconda metà del 2023, con l’aumento della domanda locale di bellezza di prestigio.

La società ha affermato che le vendite di prodotti per la cura della pelle sono diminuite durante l’anno dopo che la categoria è stata “influenzata in modo sproporzionato dalla capacità temporaneamente ridotta” a Shanghai durante il quarto trimestre. Le vendite di fragranze del gruppo sono cresciute a doppia cifra, guidate da Jo Malone London, Tom Ford Beauty e Le Labo. Anche il makeup è aumentato a doppia cifra grazie alle ottime performance di Mac ed Estée Lauder. All’inizio di questo mese è stato riferito che Estée Lauder  è in trattative per l’acquisto di Tom Ford  con un accordo da oltre 3 miliardi di dollari.