Rai Lavora con Noi: Nuove Posizioni Aperte e Stage

Sei in cerca di un’occasione di lavoro in Rai? Scopriamo insieme come candidarsi per lavorare in quella che non solo è la principale azienda radiotelevisiva italiana, ma una tra le più grandi in Europa nel settore della comunicazione.

Foto

Con i suoi 13 canali televisivi, uno digitale (Rai Play), le sue emittenti radiofoniche e le sue sei aree operative, la Rai è oggi una realtà sempre più articolata e complessa, alla ricerca costante di professionisti a vario titolo da inserire in azienda, per continuare ad offrire una programmazione da sempre in linea con i gusti e le richieste del suo pubblico.

La Rai, d’altronde, è divenuta nel tempo sinonimo di televisione, sebbene la sua storia abbia inizio un trentennio prima dell’avvento della prima messa in onda televisiva e precisamente nel 1924 a Roma, dove nasce come emittente radiofonica. Chiamata all’epoca Uri-Unione Radiofonica Italiana, tre anni dopo cambia nuovamente denominazione in EIAR – Ente italiano per le audizioni radiofoniche. La sigla RAI appare per la prima volta nel ‘44, quale acronimo di Radio Audizioni Italiane. 

Solo a partire dal 1954 assume la denominazione attuale, ossia Rai-Radiotelevisione italiana, in concomitanza con l’avvio del servizio pubblico televisivo. Il 3 gennaio di quell’anno viene annunciato per la prima volta l’inizio delle trasmissioni televisive. Limitata negli orari e nella programmazione (suddivisa in informazione e istruzione), la Rai entra comunque nelle case degli italiani. 

All’unico canale esistente, nel corso del tempo ne seguono altri due, ai quali, dopo il 2000, se ne aggiungono altri, tra i quali, a partire dal 2016, la piattaforma Ray Play.

La storia della Rai corre parallela a quella italiana, nel senso che ne documenta, ne racconta e, in alcuni casi, ne anticipa i cambiamenti. 

Per quanto relativamente giovane, la Rai, tra successi e critiche, ha contribuito a formare una coscienza nazionale e a proiettare questa nel mondo, così come ha permesso agli italiani di “viaggiare’’ intorno al globo, narrando i fatti salienti della Storia o le meraviglie della Natura. 

La Rai è e ha fatto storia; una storia ancora tutta da scrivere.

RAI Posizioni Aperte
Rai
Tirocinio Marketing Cinema
Rai
Milano
Stage
Pubblicato il 15 Giugno 2021

Rai Lavora con Noi: Come Candidarsi
Tecnici, macchinisti, assistenti, strumentisti, aiuto registi, montatori: in Rai le offerte di lavoro e le occasioni di far carriera non mancano mai. Ma come si entra a lavorare in Rai?

Sono tre le alternative possibili.

Bandi di concorso
La Rai promuove iniziative di selezione mediante bandi di concorso finalizzati all’assunzione a tempo indeterminato di figure professionali da inserire in varie aree. Il concorso prevede lo svolgimento di una serie di prove (possono arrivare anche fino a 6) alla presenza di una commissione nominata dall’azienda. Superate le stesse si viene assunti. Per iscriversi al concorso è necessario essere in possesso di una serie di requisiti specifici e presentare tutta la documentazione richiesta, pena l’esclusione. 

Al momento non sono presenti nuovi bandi, ma sono ancora in corso di svolgimento quelli già attivati. 

Per rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi concorsi è possibile consultare la sezione Lavora con Noi: lavoraconnoi.rai.it/lavoraconnoi/application/homepage sul sito ufficiale dell’azienda.

La Rai Cerca
Si tratta in questo caso di una pagina web dedicata alla pubblicazione di offerte di lavoro in Rai per candidarsi alle quali non è richiesto il superamento di un bando di concorso, ma si segue il normale iter di invio del Cv e conseguente fase di selezione mediante colloquio. 

Al momento non ci sono offerte di lavoro pubblicate. Anche in questo caso, come nel precedente, è possibile rimanere aggiornati sulle nuove pubblicazioni consultando il link scritto poco sopra e selezionando la voce La Rai Cerca. Procedendo alla registrazione, inoltre, sarà possibile accedere alla propria area riservata, dove si potrà inserire e aggiornare i propri dati e il proprio CV, rendendolo così consultabile dall’azienda. Da qui, in più, ci si può candidare. L’azienda, inoltre, lascia sempre aperta la possibilità di inoltrare una candidatura spontanea.

Tirocini 
La terza alternativa riguarda la possibilità di prendere parte a tirocini curriculari. Rai Porte Aperte http://www.rai.it/porteaperte è il nome del progetto: si tratta di un’opportunità riservata a 150 studenti universitari o iscritti a Scuole di Specializzazione di vivere un’esperienza professionalizzante all’interno dell’azienda.

La durata del tirocinio è di tre mesi e si svolge in una delle seguenti aree:

Staff 
Aree Editoriali 
Redazioni Giornalistiche
Saranno, ovviamente, ammessi solo studenti il cui curriculum o titolo di studio sia in linea con le aree di formazione. 

Chi fosse interessato può presentare la propria domanda di partecipazione compilando il form disponibile a questo link: rai.it/porteaperte/FORM-TIROCINI.

I tirocini, purtroppo, non sono finalizzati all’assunzione, ma possono comunque rappresentare un’ottima occasione per fare esperienza all’interno di una realtà storica italiana, muovendo così i primi passi nel mondo della comunicazione multimediale.

Rai Porte Aperte
Nell’ambito del programma Rai Porte Aperte è data la possibilità ai docenti Scuole dell’infanzia e delle Scuole Primarie e Secondarie di I e II grado di iscrivere le classi ad uno dei progetti riguardanti visite e laboratori messi a disposizione dall’azienda. Un’occasione per far visitare ai giovani studenti le sedi e gli studi Rai, nonché l’opportunità di mostrare loro come si svolge il lavoro in un’azienda radiotelevisiva.

Per maggiori informazioni in merito ai programmi e alle modalità di iscrizione è possibile consultare il portale dedicato disponibile sul sito Rai o sul link che abbiamo segnalato al paragrafo precedente..

Ambiente di Lavoro in Rai
Chi lavora in Rai è tenuto per contratto ad osservare un rigoroso codice etico che regola il comportamento da tenere non solo in azienda ma anche verso i clienti e utenti. 

In generale, il comportamento dei dipendenti deve essere improntato alla trasparenza, all’obiettività e imparzialità, nonché al rispetto. La Rai è infatti una realtà complessa, al cui interno trovano lavoro numerose persone di origini e culture differenti. La tolleranza e la valorizzazione delle diversità sono i valori principali veicolati da un’azienda che punta a restituire all’utente un’immagine mai stereotipata della realtà.

Quello della Rai è un ambiente di lavoro aperto al mondo, collaborativo dove il profitto personale ha la stessa importanza di quello economico.

Per chi riesce ad essere assunto in Rai si tratta, indubbiamente, di una buona occasione di dare una svolta alla propria carriera, ma anche di contribuire col suo lavoro a migliorare sempre più la fruizione di un servizio da sempre pubblico.