Richemont ha finalizzato un accordo tanto atteso volto a digitalizzare il business del lusso, fondendo la sua piattaforma  Yoox Net-a-Porter con Farfetch . Sebbene l’accordo iniziale significhi che la nuova piattaforma neutrale attualmente non ha un proprietario di maggioranza, l’accordo alla fine vedrà Farfetch acquisire la partecipazione di maggioranza in YNAP, a determinate condizioni.

Il colosso del lusso ha dichiarato mercoledì che Richemont, Farfetch e Symphony Global, uno dei veicoli di investimento di Mohamed Alabbar (proprietario di Emaar con sede a Dubai ), avevano stipulato “”una transazione storica” ​​con l’acquisizione da parte di Farfetch e Alabbar del 47,5%. e una quota del 3,2%, rispettivamente, in YNAP.

L’accordo vede anche Richemont e YNAP adottare Farfetch Platform Solutions , il che significa che le aziende venderanno i loro prodotti utilizzando l’esperienza digitale di Farfetch. “Questo rappresenta un passo significativo nel raggiungimento della visione di Richemont di fare di YNAP una piattaforma neutrale a livello di settore. La partnership segna anche un cambiamento radicale nelle capacità di distribuzione omnicanale di Richemont Maisons”, ha affermato Richemont mercoledì.

Il colosso del lusso, proprietario di marchi tra cui Cartier , Panerai , IWC e Van Cleef & Arpels , ha affermato che la partnership significherà che Richemont e YNAP sfrutteranno la piattaforma tecnologica di Farfetch per far avanzare il suo programma Luxury New Retail. Inoltre, YNAP adotterà le soluzioni della piattaforma Farfetch per facilitare il passaggio a un modello ibrido di mercato al dettaglio. Richemont utilizzerà anche la piattaforma Farfetch per promuovere la realizzazione della strategia omnicanale delle sue maison, che si uniranno anche al mercato Farfetch, potenziando, tra le altre categorie, l’offerta di orologi e gioielli di Farfetch.

Rupert ha affermato che l’annuncio è stato un “passo significativo verso la realizzazione di un sogno che ho espresso per la prima volta nel 2015 di costruire una piattaforma online indipendente e neutrale per l’industria del lusso che sarebbe altamente attraente sia per i marchi di lusso che per la loro clientela esigente. Sapevamo allora che se avessimo voluto controllare il nostro destino e proteggere l’unicità dell’industria del lusso mentre era digitalizzata, avremmo dovuto collaborare poiché il compito era troppo grande per essere intrapreso da soli”.

José Neves, fondatore, presidente e CEO di Farfetch, ha affermato che la sua azienda è stata “entusiasta di acquisire il 47,5% di YNAP e collaborare con Richemont nella trasformazione di YNAP in un modello di business ibrido che riteniamo guiderà una forte crescita e redditività per YNAP. Questo investimento e il lavoro che faremo con Farfetch Platform Solutions per YNAP apriranno la strada a una potenziale acquisizione da parte di Farfetch, che creerebbe un portafoglio complementare di iconiche destinazioni di lusso, attraenti a diversi dati demografici, fasce di prezzo e regioni.

Nei suoi commenti, Johann Rupert ha dichiarato: “Vorrei anche esprimere un ringraziamento particolare a mio figlio Anton, la cui abilità tecnologica e pensiero creativo sono stati parte integrante della costruzione di questa partnership”. Questa è la prima volta che Johann attribuisce pubblicamente a suo figlio il merito di aver ottenuto qualcosa di così strategicamente importante per il futuro di Richemont. Inoltre, aumenta chiaramente la credibilità di Anton come successore di Johann agli occhi della comunità degli investitori.

Richemont fonde YNAP con Farfetch