Il mercato della rivendita continua a crescere in mezzo ai cambiamenti nel comportamento dei clienti e nelle abitudini di spesa, secondo il rapporto sulla rivendita di lusso 2022 di  The RealReal . Il rapporto annuale è alimentato dai dati del più grande mercato online del mondo per la rivendita di beni di lusso autenticati, supportato da oltre 28 milioni di membri e oltre 26 milioni di articoli venduti fino ad oggi.

In particolare, il rapporto evidenzia come la rivendita continui ad attrarre acquirenti, poiché il 27% in più di persone ha familiarità con la rivendita rispetto allo scorso anno. La base di membri di RealReal è cresciuta del 23% nella prima metà dell’anno, aggiungendo 5,3 milioni di nuovi acquirenti dal 2021. Inoltre, i clienti stanno acquistando di più poiché il 44% in più di articoli è stato acquistato presso The RealReal nell’ultimo anno.

“In un mondo attualmente pieno di sconosciuto e imprevisto, i consumatori stanno trovando evasione dall’affidabilità e dalla rilevabilità del mercato dell’usato”, ha spiegato Rati Sahi Levesque, co-amministratore delegato ad interim, presidente e amministratore delegato di The RealReal .

“Tra i vincoli all’offerta del mercato primario, i problemi di inflazione e l’accelerazione della crisi climatica, sia gli acquirenti che i mittenti stanno vedendo il valore economico, ambientale ed emotivo della rivendita. Attraverso la rivendita, i consumatori stanno diventando sempre più esperti, stanno esplorando nuove aree di investimento e si stanno impegnando con la circolarità più che mai”.

Quando si tratta di dati demografici, la Gen P visita The RealReal il 35% in più rispetto all’anno scorso; la crescita più grande di qualsiasi demo. Tuttavia, i Millennials sono la più grande generazione di rivendita, rappresentando il maggior volume di acquirenti e venditori sulla piattaforma. Stanno anche acquistando cose diverse.

Mentre la Generazione P spende il 186% in più in ciondoli, i millennial spendono il 107% in più in anelli di fidanzamento senza marchio. Allo stesso modo, la Gen P sta acquistando minigonne a nudo e  Cartier , mentre i Millennials scelgono pantaloni pratici e  Patek Philippe.

Nella prima metà del 2022 la piattaforma ha visto crescere del 78% anche le vendite di oggetti da collezione. In particolare, la domanda di abbigliamento vintage da collezione è aumentata del 439%, superando ogni altra categoria vintage.

In termini di marchi,  Balenciaga  ha registrato la maggiore crescita della domanda, in crescita del 41% su base annua, rispetto a qualsiasi altro marchio tra i primi dieci: la Generazione P è stata il driver principale. Allo stesso modo, Dior è arrivato nella top 10 per la prima volta dal 2019, con un aumento del 31% su base annua, e l’icona vintage  Gucci  Blondie è stata considerata la “It Bag” del 2022.

“Dior e Balenciaga hanno due temi comuni: la rinascita delle loro borse iconiche e il fascino delle celebrità. La borsa Lady Dior, resa popolare dalla principessa Diana negli anni ’90, è tornata a crescere di richiesta, questa volta tra tutte le fasce d’età”, ha spiegato Sasha Skoda, direttore senior delle donne e della gioielleria.

“Celebrità come Bella Hadid e Cardi B sono state avvistate nei primi progetti di John Galliano per Dior , portando il marchio nella top 5 in soli due anni. Balenciaga ha scelto Justin Bieber e  Kim Kardashian  come ambasciatori, creando un appeal diffuso e riportando il marchio nella top 10″.

apparel, boutique, bags