La casa di lusso italiana di Brunello Cucinelli afferma di aspettarsi un fatturato annuo record per l’anno in corso dopo aver registrato una forte crescita delle vendite e dei profitti nel primo semestre. Il fatturato netto del marchio è stato di 415,4 milioni di euro nel primo semestre, un aumento del 32,4% rispetto a un anno fa, o un aumento del 28,3% a tassi di cambio costanti.

L’azienda ha registrato una crescita in tutti i mercati, con le Americhe in rialzo del 52,6%, l’Asia in rialzo del 27,2%, l’Europa in rialzo del 20,7% e il mercato interno dell’Italia in rialzo del 19,9%. Suddividendolo per canale, le entrate al dettaglio sono aumentate del 16% mentre le entrate all’ingrosso sono aumentate del 16%.

L’utile netto del primo semestre è più che raddoppiato a 50,6 milioni di euro dai 21,9 milioni di euro dell’anno precedente. Il presidente esecutivo e direttore creativo Brunello Cucinelli ha elogiato “risultati eccellenti” e ha affermato che la società ora si aspetta un anno “record” con una crescita dei ricavi di circa il 15% anno su anno, o il 35% rispetto ai livelli pre-Covid 2019.

Cucinelli ha dichiarato: “Durante la pandemia le aziende del nostro Paese, grazie agli ammortizzatori sociali nazionali e a scelte imprenditoriali sagge e umanistiche, sono generalmente riuscite a non licenziare il proprio personale e preservare così la produzione e la commercializzazione dei propri prodotti.

“Oggi ci sembra che per certi prodotti la domanda superi indubbiamente l’offerta, il che significa che noi italiani, grandi produttori di qualità, siamo diventati più bravi a produrre beni di prima qualità e di conseguenza ad esportarli. “Non c’è dubbio che un dollaro forte porti notevoli vantaggi alle esportazioni e il nostro settore ne trarrà vantaggio”.

Brunello Cucinelli Autunno Inverno 2022-23