L’universo in fondo agli occhi

Il libro di Luca Tescione

FotoL’Universo spaventa e affascina allo stesso tempo, ci perdiamo nelle notti stellate e guardiamo il cielo cercando di immaginare la sensazione di fluttuare nel vuoto o fantasticando su pianeti sconosciuti da esplorare.
Eppure è terrificante il pensiero di andare alla deriva nello spazio, l’idea di perderci anni luce lontani da casa, così come è forte l’attrazione verso l’infinito che ci spinge a volerlo scoprire.
Siamo minuscoli granelli di sabbia e ci sentiamo smarriti, ma non smettiamo di sognare, di abbracciare il cosmo, perché a volte questo mondo sembra troppo stretto oppure perché semplicemente abbiamo bisogno di immaginarne uno migliore, in cui rifugiarci ascoltando il più profondo dei silenzi.
A volare tra le stelle non saranno solo gli astronauti, ma tutti i sognatori capaci di alzare lo sguardo verso l’alto, accomunati dalla curiosità che non si spegne mai e dalla speranza che lampeggia luminosa come un satellite in orbita.

L’universo in fondo agli occhi è una raccolta di quattro storie in forma di: racconto breve, epistola, racconto lungo e novella.
Sono circa 60 pagine, compresa l’introduzione dell’autore, perciò definibile un romanzo breve ma molto intenso.
L’autore scrive racconti poetici che arrivano al cuore, dove le parole sovrastano il racconto di fondo.
Formato del libro con copertina flessibile, 58 pagine. Pubblicato da LuoghInteriori Edizioni, disponibile online e nelle migliori librerie.

Luca Tescione è uno scrittore italiano, nasce a Telese Terme, in provincia di Benevento, il 28 maggio del 1974.
Studia all’Università “Federico II” di Napoli, dove si laurea in Fisica delle particelle. Attualmente lavora come analista-programmatore.
La passione per la scrittura lo accompagna fin dall’adolescenza.