Polvere eri e polvere tornerai, polvere o melma qualunque e quantunque manifestazione materiale essa sia la preferiamo spalmabile, nelle connessioni ricomprese tra intestino e cervello.

Ecco allora funzionale alla necessità questa ricetta qua:

Purea di mele

Il pureè (o purea) è una preparazione che si ottiene schiacciando e passando al setaccio gli alimenti. Si ottiene una salsa molto più digeribile del prodotto di partenza: nel caso dei frutti o dei vegetali viene infatti eliminata la parte fibrosa (cellulosa). Il purè è per antonomasia quello di patate, ma anche carote, cicoria, ceci, sedano o mele sono adatti. Il purè di mele è un classico contorno per le carni di maiale, contribuendo alla formulazione tipica di un piatto agro-dolce.

Preparazione:
– Sbucciare le mele, tagliarle e farle lessare in poca acqua e il succo di mezzo limone
– Passarle al setaccio
– Mettere tutto in una casseruola e unire il burro mescolando finché non si sarà sciolto
– A freddo unire il sugo di un limone ed il rum
– Se la salsa fosse troppo liquida addensarla unendo della farina
– Si serve con l´arrosto di maiale, con il tacchino, l´anitra o l´oca
Difficoltà:
Facile
Stagione:
Inverno
Tempo di preparazione:
Tempo di cottura30 minuti
Metodo di cottura:
Lessatura/Bollitura
Ingredienti per 6 persone:
mele renette (500g)
succo di un limone
rum (n. 1 bicchiere)
burro (100g)