Tommy Hilfiger torna alla New York Fashion Week con una sfilata nella nuova “Tommy Factory”

Sono passati tre anni da quando  Tommy Hilfiger  ha debuttato con una collezione a New York City. Lo stilista ha segnato il suo ritorno a casa con uno spettacolo allestito allo Skyline Drive-in di Brooklyn, che si è trasformato in un amalgama di scontri passati, presenti e futuri di cultura, arte, musica e moda come uno spazio artistico destrutturato “Tommy Factory” progettato per assomigliare all’iconica Warhol Factory in una partnership di debutto con la Andy Warhol Foundation

“Nei primi anni ’80, quando incontrai Andy [Warhol], mi invitò nella sua fabbrica. Sono sempre stato ispirato da Andy – ora colleziono Warhol – sono stato ispirato principalmente dalla sua affinità per la cultura pop. Ho sempre collegato il marchio [Tommy Hilfiger] alla musica e ai musicisti, ma negli ultimi 20 anni mi sono espansa oltre a moda, arte, musica, intrattenimento, Hollywood, sport, celebrità e influencer, e questo ha mantenuto il mio marchio è molto rilevante e molto giovanile”.

Come il suo amico Warhol, Hilfiger ha continuato ad attingere alla cultura pop in grande stile con il suo enorme spettacolo autunnale see now, buy now, mentre rendeva omaggio all’artista attraverso il suo locale. Graffiti dipinti a spruzzo e poster della campagna con le lenti rosse, bianche e blu della sua collezione autunnale sono stati incollati sulle pareti che portavano a un grande edificio “Making of a Fashion Show” che ha permesso agli ospiti di entrare nel backstage della sfilata. e trucco.

Come la fabbrica di Warhol, le pareti erano ricoperte di lamina d’argento; fuori, c’erano installazioni artistiche in stile Warhol di mobili ricoperti di lamina d’argento e lattine di bibite a marchio Hilfiger, palloncini d’argento con bolle e personale vestito per assomigliare all’artista, completi di parrucche che ricordavano i suoi caratteristici capelli bianchi tagliati, occhiali con cornice nera e tutto il resto -Moda a collo alto nero. C’erano persino stazioni di poster con ritratti Pop Art serigrafati e magliette con graffiti personalizzati.

“Abbiamo già un ottimo rapporto”, ha detto Hilfiger della sua collaborazione con la Andy Warhol Foundation. “Per la primavera abbiamo un’intera collezione in uscita e il prossimo autunno ne stiamo progettando un’altra”. Per disegnare la collezione autunnale, Hilfiger ha attinto al suo vasto archivio di 20.000 piedi quadrati per remixare i suoi classici prepster per i giorni nostri. Il nuovo monogramma Tommy Hilfiger, disegnato in collaborazione con l’illustratore e grafico britannico Fergus Purcell, è stato un punto chiave del design della collezione.

Anche la campagna autunnale di Hilfiger “Futuremakers” è stata messa in scena con artisti del calibro dell’artista vincitore di un Grammy, dell’attore nominato ai Golden Globe e agli Emmy Anthony Ramos; Jon Batiste, artista, cantautore e compositore vincitore di numerosi Grammy Award; La leggenda del drag Wigstock Lady Bunny; il tatuatore Steve Wiebe e Kate Moss in prima fila (insieme ad altre celebrità importanti tra cui Kourtney Kardashian Barker, Kris Jenner, Shawn Mendes, John Legend e molti altri) mentre la figlia di Moss, Lila Moss, ha sfilato in passerella al fianco di Alton Mason; Travis Barker, batterista dei Blink 182 e produttore, ha concluso lo spettacolo con un botto letterale, chiudendo lo spettacolo con una batteria.

La campagna di Hilfiger, che si dice sia stata girata nel Bronx in una grande fabbrica – una continuazione della Tommy’s Factory ispirata alla Warhol Factory – è ora lanciata a livello globale.

“Sig. Brainwash è il nostro artista in residenza, dipinge i nostri fondali e dipinge bandiere e fa graffiti sui muri. Abbiamo fatto una festa, in pratica, che è diventata la campagna pubblicitaria, con Kate Moss che ballava con Lady Bunny; Jon Batiste che suona con Travis Scott; Steve Wiebe, il tatuatore che fa tatuare Travis a tutti i giocatori NBA e a tutti i rapper”. Hilfiger ha detto della campagna.

Ma non è tutto. L’esperienza di Tommy Factory è stata lanciata nel metaverso, debuttando come la prima sfilata di moda in streaming sulla piattaforma globale Roblox . “Questa sarà la nostra terza collaborazione con Roblox, ma sta andando a un nuovo livello perché abbiamo un intero gioco basato su Tommy Hilfiger a New York City, quindi giocherà in tutto il mondo ai loro milioni di streamer e milioni di giocatori a allo stesso tempo, le skin digitali verranno mostrate fisicamente sulla passerella. Mostreranno fisico e digitale, lo chiamiamo phygital”, ha spiegato.

“Anche con see now, buy now, volevamo essere all’avanguardia nel settore, volevamo essere all’avanguardia in termini di tecnologia e cosa sta succedendo nel mondo digitale, quindi abbiamo trasmesso i nostri spettacoli in streaming, abbiamo fatto il punto ora, acquista ora, fai clic e acquista, fai acquisti in live streaming e attraverso questo se dovessimo vivere nel metaverso , che è dove è diretto il cliente, dovremmo abbracciarlo e mostrarlo ai fan e al pubblico com’è davvero andare a lavorare. Perché molte persone non lo capiscono, e quello che è veramente è uno scontro tra il nuovo e il moderno”.

The Tommy Factory – Tommy Hilfiger Autunno Inverno 2022