La casa di moda di lusso Valentino ha dettagliato la sua partnership con Karma Metrix Energy Efficient Website , una società con sede in Italia che fa parte dello specialista di marketing e intelligenza artificiale di AvantGrade.com , che mira a valutare le emissioni di carbonio legate al traffico e alle operazioni del suo sito web.

Secondo la prima valutazione effettuata su 11 milioni  di visualizzazioni di pagina di valentino.com , numeri contabili e tipi di file javascript, dimensioni delle immagini, codifica html e altro, il sito Web del marchio di lusso genera 2,56 grammi di Co2 per visualizzazione di pagina. Questi sono collegati ai combustibili fossili che alimentano i data center e i dispositivi finali, nonché a pratiche di gestione inefficaci. Valutando continuamente la propria impronta digitale tramite l’algoritmo proprietario di Karma Metrix, Valentino si impegna a tenere traccia dei vari indicatori di sostenibilità digitale e a migliorare la propria efficienza energetica digitale.

“I fatti dimostrano che la maison, impegnata a generare nuove opportunità digitali all’interno del brand, è in prima linea nel processo di transizione verde”, ha affermato Ale Agostini, creatore dello strumento Karma Metrix. Sicuramente le ambizioni digitali di Valentino sono alte. La casa ha interiorizzato le operazioni per i suoi siti di e-commerce negli Stati Uniti e in Giappone quest’anno, con la transizione di più aree geografiche nel corso del 2022.

L’implementazione dello strumento Karma Metrix riflette l’impegno del marchio di lusso nei confronti di un modello di business ecologico e responsabile. Come riportato, all’inizio di quest’anno ha lanciato una nuova sezione orientata alla sostenibilità sul sito Web dell’azienda con il soprannome di “Creating Shared Value”. La sezione del sito è dedicata al progresso ambientale del marchio di lusso e ne illustra l’evoluzione verso un modello di business e manifatturiero attento all’impronta di carbonio e all’impatto ambientale.

Tra le sue azioni più recenti orientate alla sostenibilità, Valentino si è impegnato a diventare senza pelliccia a partire dal 2022 e senza alpaca a partire dalla stagione primaverile 2022; introdotto un progetto vintage che attinge al mercato della rivendita e all’economia circolare della moda; si è impegnata a lavorare con fornitori di viscosa rispettosi dell’ambiente per il 70% della sua produzione; ha presentato la  sneaker Open for a Change per uomo e donna realizzata con elementi riciclati e ha aderito al programma aziendale Sustainable Aviation Fuel promosso da Air France e KLM per ridurre l’impronta di carbonio dei suoi viaggi di lavoro.

Nel 2013, l’azienda ha aderito al Greenpeace Detox Solution Commitment con la missione di eliminare tutte le sostanze chimiche pericolose dalla sua catena di approvvigionamento e ha firmato progetti di Zero Deforestation Commitment per aiutare a proteggere i corsi d’acqua vivificanti e le foreste pluviali.

Valentino 'Aperti al cambiamento'

Valentino ‘Aperti al cambiamento’