I consumatori sono già abituati a vedere aumenti di prezzo di marchi di lusso come Chanel , Rolex , Cartier , Bottega Veneta e Louis Vuitton negli ultimi tre anni, dove articoli come borse e scarpe stanno vedendo nuovi elevati costi. Questi aumenti di prezzo, tuttavia, stanno spingendo altre società a fare lo stesso.

Alla 29a Retail Conference di Goldman Sachs , tenutasi la scorsa settimana, John Idol, Chaiman e CEO di Capri Holdings, il proprietario di Versace , ha dichiarato: “Recentemente abbiamo deciso di portare Versace a un livello superiore rispetto a quello che è oggi. Pensiamo di avere il prodotto giusto. Pensiamo di avere il marchio giusto e sappiamo che molti dei nostri concorrenti hanno prezzi sostanzialmente più alti dei nostri”.

L’aumento dei prezzi di Versace non è riflesso dall’inflazione, ma dall’eguagliare i suoi pari di lusso. Sebbene la casa di lusso con sede a Milano non abbia l’eredità di Louis Vuitton o Prada – è stata fondata alla fine degli anni Settanta da Gianni Versace – ha abbastanza eredità, forza del marchio e qualità del prodotto per giocare nello stesso pool di lusso. E qui i prezzi al dettaglio continuano a salire a picchi sempre crescenti.

Capri non sta solo aumentando i prezzi al suo Versace, ma anche a Jimmy Choo e al marchio contemporaneo Michael Kors. “Ci saranno più aumenti di prezzo sia per Michael Kors che per Jimmy Choo il prossimo anno e continuiamo a migliorare e ottenere il posizionamento giusto per entrambi questi marchi”, ha affermato Idol.

Alla Goldman Sachs Retail Conference nel 2020, Capri Holdings ha dichiarato di puntare a raggiungere i due miliardi di dollari di vendite da Versace, espandendo i suoi accessori e scarpe al 60% delle sue entrate e aumentando la vendita al dettaglio globale a 300 negozi. L’aumento dei prezzi al consumo farà un passo avanti verso il raggiungimento dei suoi obiettivi di reddito.

Man mano che il costo dei materiali, della spedizione, della produzione e del carburante è diventato più costoso durante la pandemia, anche i prezzi al dettaglio sono aumentati. Gli acquirenti fino ad oggi non sembravano preoccuparsene, con la maggior parte dei marchi di lusso che ha registrato margini sani e una crescita dei ricavi nella prima metà del 2022. A febbraio, Berstein, una società di gestione patrimoniale e ricerca che tiene traccia dei prezzi del lusso, ha stimato aumenti medi tra il 6% e il 7%. percento, mentre altri stimano fino al 15 percento per articoli come borse di prezzo più alto.

Sul sito web di Versace, una borsa in alligatore costa 18.000 euro ed è l’articolo più costoso della sua offerta di borse. La prossima è una borsa Fendace dalla sua collaborazione Fendi, che viene venduta al dettaglio per 3.200 euro. Sui mercati dell’usato come RealReal, le borse Versace vendono circa il 25% in meno rispetto al prezzo al dettaglio, il che significa che il mercato della rivendita sta mantenendo i prezzi elevati.

Commentando il lusso usato, Idol ha dichiarato: “È interessante notare che il mercato della rivendita ha creato un livello di comfort con le persone nel mondo del lusso che non solo possono acquistare e godere, ma vedono valore nella capacità di essere in grado di rivendere Prodotto.”

Versace Autunno Inverno 2022