CityLife Smart Cup da 10 km della Salomon Running Milano, con Rete del Dono lo sport parla la lingua della solidarietà

Al via domenica 2 ottobre le non competitive. CityLife Fast Cup di 15 km, CityLife Smart Cup da 10 km. La competitiva Top Cup 21 km assegna il titolo di Campione Regionale Fidal Trail Corto. Attivo il programma Charity di iscrizioni CityLife Smart Cup 10km con Rete del Dono

MILANO – Sport e solidarietà, un binomio di cui Salomon Running Milano ha fatto una caratteristica nel proprio evento e che quest’anno trova il partner in Rete del Dono. La manifestazione, organizzato da A&C Consulting in collaborazione con Friesian Team Asd è in programma domenica 2 ottobre e comprende tre eventi, due a carattere non competitivo,  CityLife Smart Cup 10 km, CityLife Fast Cup 15 km e una gara competitiva, Top Cup 21 km, che quest’anno assegna il titolo di Campione Regionale Fidal Trail Corto.

RETE DEL DONO – A tendere una mano ai più deboli è la CityLife Smart Cup da 10 km che attraverso il Charity Program Rete del Dono veicola fondi a Sport Senza Frontiere, Fondazione Tog, #Run For Emma&Friends e PlayMore!, quattro tra le principali Associazioni e Fondazioni benefiche che credono al rapporto Sport e Beneficenza.

Sport Senza Frontiere, una ONLUS che persegue in via esclusiva finalità di solidarietà sociale nel settore dell’assistenza educativa e sociosanitaria in favore di soggetti socialmente svantaggiati attraverso la realizzazione di interventi di inclusione sociale tramite la pratica sportiva, in modo particolare nei confronti di minori in condizione di disagio socio-economico e a rischio di esclusione ed emarginazione.
Correndo per Sport Senza Frontiere doni lo sport anche a chi non può permetterselo e sarai al nostro fianco nel progetto #BACKTOSPORT che prevede l’inserimento nel percorso educativo-sportivo di oltre 400 piccoli atleti per l’anno 2022-2023. Purtroppo, in Italia continuano ad aumentare le famiglie che vivono in condizioni di povertà assoluta. Per molti lo sport è un lusso che non possono permettersi. È proprio tra le fasce più deboli della popolazione, per i bambini che vivono in situazioni di grave marginalità, che lo sport diventa uno strumento prezioso di benessere e di inclusione sociale.

Fondazione Tog, una ONLUS, nata alla fine del 2011. Fondazione Tog è un Centro di Eccellenza, con una specializzazione di alta levatura nella riabilitazione dei bambini affetti da patologie neurologiche complesse, in particolare Paralisi Cerebrali Infantili e Sindromi Genetiche con Ritardo mentale. Tog cura gratuitamente 114 bambini.
La Fondazione TOG avrà una nuova casa. A Milano, in via Livigno 1, angolo viale Jenner, nel luogo che un tempo ospitava le docce comunali, in disuso ormai da oltre 10 anni, nascerà infatti il Centro TOG Carlo De Benedetti. La riqualificazione dell’immobile costituirà per TOG una tappa verso il futuro e per Milano una grande opportunità: il progetto infatti è molto importante e coinvolge non solo l’utenza del Centro Sanitario ma anche i cittadini e il territorio. A settembre 2021 sono iniziati i lavori nel cantiere. La consegna della parte strutturale dell’edificio è prevista per dicembre 2022.

#Run For Emma&Friends, una ONLUS ma soprattutto un gruppo di amici che correndo insieme ha scoperto la ricchezza della solidarietà e sposato la filosofia del Correre Solidale: correre per una buona causa sempre! Dal 2016, questa ONLUS sostiene progetti per bambini e adolescenti con gravi disabilità o che si trovino, per qualsiasi ragione, in condizioni svantaggiate e di esclusione sociale. Il progetto è reso possibile dalla collaborazione con Enti che, senza fini di lucro, svolgono attività di sostegno nei confronti di questi soggetti. Da dicembre 2020, #Run For Emma&Friends è un’associazione accreditata ad operare con e per il Policlinico di Milano. Oltre a sostenere il SAPRE, il Settore di Abilitazione Precoce dei Genitori dell’Unità Operativa di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza (UONPIA) della Fondazione IRCCS Ca’ Granda-Ospedale Maggiore Policlinico di Milano.

PlayMore!, la cui mission è promuovere sport, salute ed integrazione sociale, in particolare per persone con disabilità, rifugiati politici, bambini e ragazzi in condizione di povertà economica ed educativa. L’obiettivo è aumentare le occasioni in cui potersi “mettere in gioco” attraverso lo sport (da qui il nome “PlayMore!”), oltre ogni difficoltà e pregiudizio. Dal 2013, PlayMore! gestisce in modo etico e solidale il centro sportivo di via della Moscova, a Milano, un’area di 4.000 metri quadri nella quale non solo lo sport, ma anche il lavoro, vengono utilizzati come strumento per promuovere l’integrazione sociale. RunChallenge è il primo running club inclusivo in Italia. Chiunque può partecipare, anche camminando, senza barriere legate alle abilità, all’età, al genere e alla provenienza geografica o sociale. Lo sport, in questo caso, non è il fine ma il mezzo per generare inclusione sociale di persone in condizione di fragilità e promuovere uno stile di vita sano e attivo, centrato sul rispetto di sé, sul senso di sfida (migliorarsi giorno dopo giorno, un passo alla volta, imparando a porsi degli obiettivi) e sull’attività all’aria aperta.