Perché esistono i soldi?

money, cash, bills

Immagina un mondo senza soldi. Non avendo modo di acquistare cose, potresti dover produrre tutto ciò che indossi, mangi o usi a meno che tu non riesca a capire come scambiare alcune delle cose che hai realizzato con altri oggetti.

Il solo fatto di preparare un sandwich di pollo richiederebbe mesi per allevare galline e coltivare lattuga e pomodori. Dovresti raccogliere la tua acqua di mare per fare il sale.

Non dovresti solo cuocere il pane per il tuo panino. Dovresti coltivare il grano, macinarlo in farina e capire come far lievitare l’impasto senza lievito o lievito acquistato in negozio.

E potresti dover costruire il tuo forno, magari alimentato dalla legna che ti sei tagliato dopo aver abbattuto degli alberi. Se quel forno si è rotto, probabilmente dovresti ripararlo o costruirne un altro tu stesso.

Anche se condividi l’onere di fare tutto questo con i membri della tua famiglia, sarebbe impossibile per una singola famiglia produrre internamente tutti i beni e fornire tutti i servizi a cui tutti sono abituati a godere.

Per mantenere qualcosa come il tenore di vita odierno, la tua famiglia dovrebbe includere un agricoltore, un medico e un insegnante. E questo è solo un inizio.

Questo resoconto della realizzazione di un sandwich “completamente da zero” in sei mesi richiedeva molte macchine costruite da altri.

Specializzazione e baratto

Gli economisti come me credono che l’uso del denaro renda molto più facile per tutti specializzarsi, concentrando il proprio lavoro su un’attività specifica.

Un contadino è più bravo di te nell’agricoltura e un fornaio è probabilmente più bravo a cucinare. Quando guadagnano, possono pagare gli altri per le cose che non producono o non fanno.

Come sanno gli economisti dal lavoro di David Ricardo nel 19° secolo, ci sono guadagni per tutti dallo scambio di beni e servizi, anche quando si finisce per pagare qualcuno che è meno qualificato di te. Semplificando questi scambi, il denaro consente di consumare di più.

Le persone hanno scambiato beni e servizi con un tipo o un altro di denaro, che si trattasse di ninnoli, conchiglie, monete e contanti cartacei, per decine di migliaia di anni .

Le persone hanno sempre ottenuto cose anche senza soldi, di solito attraverso il baratto . Implica lo scambio di qualcosa, come un biscotto o un massaggio, con qualcos’altro, come una matita o un taglio di capelli.

Il baratto sembra conveniente. Può essere divertente se ti piace contrattare. Ma è difficile da realizzare.

Diciamo che sei un falegname che fa sedie e vuoi una mela. Probabilmente troveresti impossibile acquistarne uno perché una sedia sarebbe molto più preziosa di quel singolo frutto. E immagina che scocciatura sarebbe trasportare molte delle sedie che hai fatto al centro commerciale nella speranza di concludere ottimi affari attraverso il baratto con i venditori che potresti trovare lì.

La carta moneta è molto più facile da trasportare. Potresti essere in grado di vendere una sedia per, diciamo, $ 50. Potresti portare quella banconota da $ 50 in un supermercato, comprare due libbre di mele per $ 5 e tenere i $ 45 in cambio da spendere per altre cose in seguito. Un altro vantaggio che il denaro ha rispetto al baratto è che puoi usarlo più facilmente per immagazzinare la tua ricchezza e spenderla in seguito. Riporre sei banconote da $ 50 occupa meno spazio che riporre sei sedie invendute.

Al giorno d’oggi, ovviamente, molte persone pagano senza contanti o monete. Invece, usano carte di credito o effettuano acquisti online. Altri semplicemente agitano uno smartwatch su un dispositivo designato. Altri usano bitcoin e altre criptovalute. Ma tutte queste sono solo diverse forme di denaro che non richiedono carta.

Indipendentemente dalla forma che assume, il denaro alla fine aiuta a rendere più agevole lo scambio di beni e servizi per tutte le persone coinvolte.


Ripubblicato da The Conversation, sotto una licenza Creative Commons, per leggere l’articolo originale clicca qui.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: