Rolex taglia la produzione a causa della mancanza di gas

Rolex ha detto ai suoi concessionari, clienti e personale che quest’inverno sta dimezzando la capacità produttiva delle sue fabbriche per risparmiare energia mentre la Svizzera deve affrontare una crisi di approvvigionamento di gas a seguito dell’invasione russa dell’Ucraina.

In una lettera del CEO Jean Frédéric Dufour, Rolex afferma che tutta la produzione da ottobre 2022 a marzo 2023 sarà ritardata di circa 4-6 mesi. È probabile che la politica significhi 250.000 orologi Rolex in meno che raggiungeranno il mercato nei prossimi 12 mesi.

“La crisi energetica in Europa è un momento difficile per tutti. Come sappiamo, la Svizzera importa il 75% del suo gas dalla Germania e per il suo gas dipende interamente dalle importazioni”, spiega Dufour. “La decisione è stata presa dal governo di adattarsi ai problemi di approvvigionamento in conseguenza dell’invasione russa dell’Ucraina”, continua.

Il signor Dufour rivela che Rolex si è offerta volontaria per ridurre della metà il consumo di gas, utilizzato principalmente per il riscaldamento delle sue fabbriche, per i prossimi sei mesi. La lettera, datata 17 ottobre, afferma che le fabbriche Rolex lavoreranno a metà della capacità, con effetto immediato.

Di conseguenza, tutta la produzione da ottobre a marzo del prossimo anno subirà un ritardo di circa 4-6 mesi.

Sede Rolex a Ginevra

Sede Rolex a Ginevra

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: