Maison Margiela svela una boutique appena rinnovata a Milano

Maison Margiela svela la boutique recentemente rinnovata in Via Sant’Andrea a Milano, “Abbiamo il prodotto, il designer, la credibilità – questo è un sogno da avere”, ha detto Renzo Rosso di OTB, osservando che i clienti sono disposti ad aspettare tre mesi per un prodotto Maison Margiela. Il gruppo nell’autunno 2019 ha rinnovato il patto occupazionale di Galliano per Maison Margiela. È stato nominato al massimo ruolo creativo nel 2014.

A febbraio, OTB ha riferito che le vendite di Maison Margiela sono aumentate del 25% in tutte le aree geografiche e in tutti i canali lo scorso anno, con un aumento delle vendite del marchio del 107% nel periodo 2019-2021. Rosso ha indicato a Maison Margiela un fatturato di quasi 400 milioni di euro.

“Il marchio sta vivendo un momento positivo”, ha dichiarato l’amministratore delegato Gianfranco Gianangeli, che è entrato a far parte del marchio con sede a Parigi nel settembre 2020. “Siamo in linea con l’obiettivo di raggiungere quanto pianificato”. Nonostante la pandemia, Maison Margiela ha aperto 33 negozi negli ultimi due anni. Molte di queste unità sono state aperte in Cina ma anche in Giappone, Corea del Sud, Medio Oriente, Europa e Stati Uniti

La rete di vendita al dettaglio del marchio entro la fine del 2022 comprenderà 85 negozi permanenti. Entro la fine del 2023, la vendita al dettaglio rappresenterà oltre i due terzi del business. Ciò si confronta con circa il 40 percento di due anni fa, che è sulla buona strada con i piani tracciati allora. Sono previste nuove aperture a Dallas, Las Vegas e Los Angeles.

Gianangeli, che negli anni ha sottolineato “la forte identità e i valori del marchio, che non è mai stato rovinato”, ha affermato che la Cina è il mercato in più rapida crescita, e anche la Corea del Sud sta andando bene, con le recenti aperture, e dove l’azienda è iniziando a gestire direttamente la distribuzione.

L’espansione in Cina non si è fermata, nonostante la pandemia. Gianangeli ha affermato che l’azienda ha ora 17 negozi nella Grande Cina, la maggior parte dei quali aperti negli ultimi due anni e rappresentano circa la metà dei negozi complessivi aperti in tutto il mondo. “Questo ovviamente rappresenta una crescita sostanziale, sia in termini di volume che di prestigio. In Cina, ci siamo affermati come un marchio di lusso innovativo, che è ulteriormente sottolineato dal nuovo concetto di negozio elevato”.

Il negozio più grande di Maison Margiela si trova al JC Plaza di Shanghai, si sviluppa su due piani con un’area dedicata a VIC e uno spazio esperienziale. “Siamo anche fortunati ad aver trovato e nutrito un team di grande talento che comprende la maison. Sono ambasciatori e possono coinvolgere con competenza e passione la clientela locale”, ha spiegato il dirigente. “Ciò è particolarmente importante nella situazione attuale in cui i viaggi in Cina non sono ancora fattibili senza quarantena”.

La pandemia, ha continuato, ha costretto la casa “a concentrarsi sui clienti locali con negozi di mattoni e malta. A ciò si aggiunge il nostro nuovo sito Web, che offre una gamma di servizi omnicanale a livello globale. La ristrutturazione di Sant’Andrea rappresenta un impegno della clientela locale. Sant’Andrea — rispetto all’adiacente via Montenapoleone — è una via più locale per i milanesi. E i residenti di Milano sono diventati piuttosto internazionali e diversi di recente”.

Il negozio di Sant’Andrea segue il progetto di Anne Holtrop, che ha debuttato prima con il negozio di Bruton Street a Londra, seguito da Avenue Montaigne a Parigi, poi Osaka e Shanghai. Il punto di partenza per tutti i nuovi negozi è il linguaggio visivo stabilito in casa da Galliano, ha osservato Gianangeli.

La boutique Sant’Andrea, che si estende su due piani e 3.240 piedi quadrati, vendeva solo abbigliamento femminile, ma ora è un negozio di tutti i generi con collezioni di prêt-à-porter coed, accessori, scarpe, piccola pelletteria, gioielli e fragranze. “John è stato un pioniere, è stato il primo a credere nei [design senza genere]. Siamo fortunati che sia così avanzato”, si entusiasma Rosso.

“Le borse sono la nostra categoria in più rapida crescita”, ha affermato Gianangeli. “Il prêt-à-porter rimane uno dei pilastri del nostro business e vediamo un equilibrio abbastanza distribuito, con un terzo di prêt-à-porter, un terzo di borse e piccola pelletteria e un terzo di calzature”. Sono tre i negozi Maison Margiela in Italia, di cui due a Milano e uno a Roma.

Il negozio sta riaprendo mentre Milano sta vivendo un momento di attività particolarmente vivace, poiché in città stanno aprendo una raffica di hotel di lusso, locali e negozi. Come riportato, la nuova sede di OTB nella vivace zona di Porta Romana sarà completata entro la fine del 2024 o l’inizio del 2025 in un vasto complesso immobiliare che copre circa 216.000 piedi quadrati.

L’attuale negozio Maison Margiela in Via della Spiga rimarrà aperto in quanto la location è “insolita, in linea con l’etica e il patrimonio del marchio. Via Spiga sarà per un cliente più giovane, più un negozio ‘destinazione’ che manterrà il concept originale e il suo giardino”, ha detto Gianangeli.

Oltre a “piccoli tocchi a seconda del paese e della città, per essere più connessi localmente”, ha affermato Rosso, i negozi hanno prodotti site-specific come la Maison Margiela x Reebok “TZ Pump Deadstock” pre-lancio in Via Sant’Andrea . Al momento dell’apertura, il negozio porterà la collezione Avant-Premiere autunno 2022 e la collezione Icons, “la parte più elevata della nostra offerta e abbiamo riscontrato un forte interesse da parte dei clienti milanesi locali”.

All’interno del negozio, scaffali, tavoli espositivi e sedute sono scolpiti nel travertino tinto, le rientranze naturali riempite con resina epossidica a contrasto di colore bianco ottico. I soffitti e le pareti dei camerini sono rivestiti da molti strati di lucente lucentezza verde scuro dipinta a mano, che si riflette negli armadi laccati giapponesi.

Galliano ha reintrodotto la Bag Slide nel negozio, circondata dalle tipiche scarpe con punta divisa e stivaletti Tabi di Maison Margiela. Il segmento Icons del brand continua a crescere e Rosso ha sottolineato che questi prodotti “rimangono per tutta la vita”, contribuendo allo status del brand.

Rosso ha affermato che il gruppo sta tagliando i coloranti chimici, impiegando più tessuti certificati e migliorando la tracciabilità. OTB la scorsa primavera ha introdotto nuove misure a partire dall’Europa per aumentare l’efficienza energetica nei suoi negozi e uffici nel mondo, che genereranno un risparmio annuo stimato di 4,6 milioni di kWh, pari al consumo medio annuo di circa 1.470 famiglie o alla CO2 assorbita da 140.000 alberi.

OTB punta al 100% di utilizzo di energia rinnovabile nelle sue operazioni dirette entro il 2025 e Rosso ritiene che in circa sei mesi coprirà il 55% del suo fabbisogno di elettricità per le operazioni interne da fonti rinnovabili, in parte autogenerate.

Nel luglio 2022, Maison Margiela ha completamente rinnovato il suo negozio online, entrando a far parte della piattaforma omnicanale Moon e Gianangeli ha affermato che “mentre le vendite sul nuovo sito Web sono forti e attualmente in trend molto al di sopra dello scorso anno”, ha osservato che l’azienda ha effettuato investimenti “oltre il meramente transazionale.

Galliano e Nick Knight, che si sono consultati sul sito, sono stati “immediatamente allineati sul fatto che l’e-commerce è l’area più eccitante e creativa della moda in questo momento. È dove il designer e il cliente possono essere interconnessi direttamente attraverso un linguaggio visivo e valori condivisi, e merita la più alta estetica. Insieme allo studio di design International Magic, abbiamo costruito un flagship digitale unico, una finestra su ciò che offre la maison”.

Maison Margiela svela una boutique appena rinnovata a Milano

Maison Margiela svela una boutique appena rinnovata a Milano

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: